L’Osservatorio Europeo nasce nel 2008, al termine del corso di Politica Economica Europea tenuto dal Professor Umberto Triulzi, ed è attualmente composto da un gruppo di studenti e giovani laureati che ne porta avanti le attività con l’obiettivo di fornire approfondimenti, spiegazioni e aggiornamenti sulle principali tematiche dell’Unione Europea.

Fin dall’inizio, l’Osservatorio ha scelto di concentrare la sua attenzione su alcune tematiche che ha ritenuto i “motori” delle politiche europee, in particolare l’Unione Economica e Monetaria; il Mercato Interno; la Politica di Coesione Economica e Sociale; le Relazioni Esterne; e il settore delle Politiche Ambientali ed Energetiche. A questo fine, sono state prodotte sintesi esplicative delle singole politiche e dossier di approfondimento; e sono stati inoltre organizzati seminari, conferenze, e lezioni divulgative presso alcuni licei di Roma e provincia.

L’obiettivo che l’Osservatorio si propone è quello di migliorare l’informazione e la conoscenza delle politiche europee tra giovani e studenti, e di dar vita ad un network che consenta, nei rispettivi ambiti di interesse, lo scambio di informazioni e contenuti delle ricerche prodotte anche con altre università e associazioni europee.

 

Coordinatore:

Prof. Umberto Triulzi

Ordinario di Politica Economica alla Sapienza

 

Comitato direzionale:

Esposito Alessandro

Lucia Franco

Giovanni De Angelis

Giulia Mirra

Veronica Di Fiore

Livio Accardo

Elena Impiccini

Chiara Ercolani

Antonio Casilli

Chiara Vetromilo

Alessia Rubini

 

 

 

Si ringrazia sentitamente Ficorilli Francesca per l’ideazione e creazione del logo

Si ringraziano inoltre Sergiani Federico, Bianchi Leonardo, Dalenz Christian, Gullo Valentina, Napolitano Matteo, Ragusi Emanuele, Mastrantonio Michela, Pellino Alessandra, Ruffolo Barbara, Spanò Stefano, Di Nucci Alessia, Della Posta Simona, Bernabè Marco, Brotzu Marialuisa, Bruni Aida, Carboni Lia, Fiordaliso Sara, Lisi Caterina, Nardacci Maura, Oliva Alessandra, Rapone Cristina, Vita Luca, Fedi Valentina, Polsinelli Elisa  per il loro prezioso contributo