Un premio di cui si parla ancora troppo poco, chissà perché! Il Charlemagne Youth Prize è dedicato a giovani dai 18 ai 30 anni ma nel 2015, oltre ai ragazzi è stato premiato ad Aquisgrana anche la più alta personalità del Parlamento europeo, il suo presidente per il secondo mandato, Martin Schulz. Una doppia premiazione come ogni anno dal 1949 ( http://it.wikipedia.org/wiki/Premio_Carlo_Magno ): da una parte il premio ad un alta personalità Europea, quest’anno come detto, al Presidente, per il suo lavoro nel promuovere la democrazia, per avere contribuito a rendere il Parlamento europeo più visibile, udibile e comprensibile, e per il suo ruolo nel processo che ha preceduto le Elezioni europee del maggio 2014; dall’altra, dal 2008, il premio per le idee giovani e innovative che mirino a promuovere la comprensione tra i popoli di diversi paesi europei, e intende favorire lo sviluppo di una coscienza europea tra le future generazioni.

Perché Carlo Magno? E perché Aquisgrana? Considerato il primo fautore dell’Europa unita in quanto, scegliendo Aquisgrana come residenza preferita intese porre una sorta di ponte tra il passato e il futuro dell’Europa. E’ infatti nella suggestiva cittadina tedesca che ogni anno la Fondazione “Premio Carlo Magno” consegna i riconoscimenti che non hanno solo un valore di prestigio internazionale ma anche un consistente supporto economico. Premi per 10.000 euro!

I tre migliori progetti (scelti tra 28 selezionati da giurie nazionali negli Stati membri) riceveranno rispettivamente 5.000, 3.000 e 2.000 euro. Tutti i rappresentanti dei 28 stati membri, compresi i vincitori, sono stati ospitati ad Aquisgrana per partecipare alla cerimonia di consegna del premio con la partecipazione delle più alte autorità del Parlamento e della Fondazione Carlo Magno.

I progetti vincitori dovevano mettere in evidenza modelli per giovani europei e fornire esempi concreti di vita nel contesto di una stessa comunità. Tra i progetti selezionati nel corso delle precedenti edizioni, figurano programmi di scambio tra giovani, progetti artistici e progetti web di dimensione europea.

Interessanti e curiosi i vincitori 2015! Purtroppo nessun Italiano…ma ESN Erasmus Students Network Italia è comunque arrivato in finale col progetto MOV’in Students

Ecco l’elenco delle idee vincenti e qualche informazione!

1 Premio: Luxembourg – @RealTime WW1. Un progetto condotto dagli studenti di Storia Contemporanea dell’Università del Lussemburgo sin dal 2014 per raccontare alcuni aspetti sconosciuti della seconda guerra mondiale. Attraverso brevi tweet sull’account @RealTime WW1 hanno ricostruito storie di madri in attesa di sapere notizie sui loro figli soldati al fronte o di lettere d’amore scritte dagli stessi senza sapere se mai avessero rivisto più i loro cari. Nonostante i Paesi in guerra parlassero lingue diverse, sotto lo stesso cielo i soldati e le mamme cantavano le stesse canzoni di Natale e pregavano lo stesso Dio. @RealTime ha riscritto la storia anche attraverso le parole di infermiere, artisti, ragazzi, attivisti e agricoltori in piccole frasi che rimandano ad un’epoca atroce della nostra storia dove tutti volevano una sola cosa: che la guerra finisse e che tornasse la pace. @RealTime ha 8700 lettori.

2 Premio: France -Fronterras-European (border) line project ( http://www.fronterras.com/ )
The Fronterras-European (border) line project è iniziato con 28 giovani cittadini Europei di cui 4 vivono nei confini esterni dell’Unione Europea. E’ stato creato un sito per riunire racconti avvincenti di vita nelle terre di mezze o di viaggi attraversando i confini.

Lasciamo in inglese un estratto dall’intervista al leader del team che rende l’idea delle emozioni vissute dal progetto: “The abstract concept of “the border” becomes a reality when seen through the eyes of those who experience it on a daily basis. We want to help people discover Europe through the boundaries which were arbitrarily imposed on it long ago and which have made it the multifaceted continent it is today”.

Il 3 Premio è andato invece a 3 progetti a pari merito:

Austria – Social Soccer Club (Un progetto sociale con giovani giocatori in tutt’Europa. Guardate il bellissimo video in home al sito ( http://www.socialsoccercup.at/ )

Cyprus – Entrepreneurship, the Solution against Unemployment (uno scambio giovanile internazionale finanziato da Youth in Action)

Spain – Infoactualidad sul giornalismo tra studenti universitari sui temi europei ( http://www.ccinf.es/infoactualidad/index.php/carlomagno ).

Il primo premio è stato consegnato dal Presidente Schulz, il secondo dal neo secondo Presidente sempre del Parlamento Europeo, Hans-Gert Pöttering e il terzo premio dal sindaco di Aquisgrana Marcel Philip, EP Quaestor Elisabeth Morin Chartier e Jürgen Linden, Chairman del Charlemagne Prize Board of Directors.

Ogni anno l’Ufficio di Informazione in Italia del Parlamento Europeo promuove il Premio tramite i suoi canali e invita soprattutto le scuole alla partecipazione. Visita il sito Italiano http://www.europarl.it/it/root.html e la news http://www.europarl.it/it/succede_pe/news_2015/maggio_2015/premio_carlomagno_ms.html

Tutte le info al sito Europeo http://www.charlemagneyouthprize.eu/