25 maggio 2013 site.admin

Rassegna Stampa Maggio – Giugno 2013

EUROPA.EU

Il presidente Barroso esorta al progresso sui temi fiscalità ed energia

8 Maggio 2013

Il Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, sollecita i paesi europei ad avanzare coi progressi nel campo dell’evasione fiscale e dell’energia. Barroso sottolinea e critica le differenze di prezzo dei prodotti energetici nei diversi paesi EU: il problema potrebbe essere risolto completando l’integrazione europea grazie al MIE (mercato interno europeo), eliminando così la frammentazione dei mercati. Sulla questione della fiscalità invece, Barroso esorta i paesi EU a combattere in modo più incisivo l’evasione fiscale, evidenziando la grande mole di entrate fiscali perdute.

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/president/news/archives/2013/05/20130508_1_en.htm

 

EUROPARL

9 Maggio, festa dell’Europa

9 Maggio 2013

Il 9 Maggio è una data da non dimenticare: viene celebrata la festa dell’Europa nel giorno che ricorda la Dichiarazione Schuman, primo passo verso l’UE. Con la dichiarazione Schuman si creava l’allora CECA – Comunità europea del carbone e dell’acciaio-: senza tale apporto, l’Ue non sarebbe mai esistita. Molte le iniziative create per l’evento: tra tutte, la giornata “porte aperte” dell’Unione europea, che permetterà di visitare le maggiori istituzioni europee.

http://www.europarl.it/view/it/press-release/pr-2013/pr-2013-May/pr-2013-May-2.html

 

EURACTIV

La Bulgaria alle urne tra gli scandali politici

10 Maggio 2013

La Bulgaria si prepara ad andare al voto per eleggere il nuovo Parlamento; tra i favoriti, i grandi partiti come il GERB (Citizens for a European Development of Bulgaria), schieramento di centro-destra, e il BSP (the Bulgarian Socialist Party). Si arriva alle urne dopo un grande periodo di instabilità e proteste, dovuto al rincaro dei prezzi dell’energia, che ha portato alle dimissioni del governo oggi uscente. Non solo: lo scandalo politico ormai noto come watergate bulgaro ha suscitato grande clamore: l’ex governo Borissov, (GERB) è stato accusato di aver spiato e monitorato personalità politiche bulgare di spicco, senza alcuna autorizzazione.

Aggiornamento 13 Maggio: il partito GERB festeggia la vittoria al parlamento, con il 30,74% dei voti.

http://www.euractiv.com/elections/bulgarians-vote-atmosphere-scand-news-519656

 

THE IRISHTIMES

L’Irlanda è un paradiso Fiscale?

22 Maggio 2013

Il governo irlandese grida allo scandalo: durante il processo fiscale USA vs Apple – il gigante dell’informatica- l’Irlanda è stata definita come un “paradiso fiscale”, scatenando le proteste dell’esecutivo. Taoiseach Enda Kenny, primo ministro irlandese, ha negato ogni tipo di patto o favoritismo con le aziende estere.

http://www.irishtimes.com/business/sectors/technology/ireland-labelled-a-tax-haven-as-us-senate-investigates-apple-s-offshore-strategies-1.1402008

 

LETTERA 43

Svezia: quali sono le cause degli scontri di Husby?

23 Maggio 2013

Gli scontri nel quartiere di Husby, periferia di Stoccolma, non si fermano. I residenti del quartiere, ormai esasperati, protestano contro i ripetuti atti vandalici: automobili bruciate, sassaiole, violenza. La scintilla dei riot risiede nella morte, per mano di due agenti, di un uomo di 69 anni; ma non ne è l’unica causa. Da tempo i giovani di Husby lamentano atti di razzismo da parte degli agenti di polizia, nonché una generale indifferenza delle istituzioni verso il quartiere periferico, ad alto tasso di disoccupazione, e con una grande percentuale di neet: «C’è una grossa differenza tra il centro di Stoccolma e la periferia. Chi vive in zone come Husby, Rinkeby, Tensta o Vårberg si sente trattato in modo diverso. Hanno fallito le politiche di integrazione».

http://www.lettera43.it/cronaca/svezia-le-ragioni-degli-scontri-della-periferia-di-husby_4367596290.htm

 

L’INTERNAZIONALE

L’Europa si spacca sulla guerra commerciale

29 Maggio 2013

Brutte notizie per la politica commerciale EU: la sfida si gioca sul campo del fotovoltaico. Le tariffe doganali già ipotizzate dalla Commissione Europea hanno incontrato il no della Germania. Il motivo principale: la forte partnership commerciale Pechino-Berlino non può essere danneggiata, e la Germania non può perdere il vastissimo mercato cinese.

http://www.internazionale.it/news/ue-cina/2013/05/29/leuropa-si-spacca-sulla-guerra-commerciale/

 

THE WALL STREET JOURNAL

Il mea culpa del Fondo Monetario Internazionale sul caso Grecia

5 Giugno 2013

Il Fondo Monetario Internazionale ha sbagliato nel gestire la crisi greca? E’lo stesso FMI ad ammetterlo in un documento “confidenziale”. Tra gli errori: una visione troppo ottimistica sul rilancio politico del governo greco, una forte tendenza alla concessione di crediti di ampie dimensioni, l’aver più volte definito solvibile l’elevato debito greco ,e infine –forse il più criticato- aver calcolato la dinamica del debito greco futuro con un forte margine di errore.

http://online.wsj.com/article/SB10001424127887324299104578527202781667088.html?mod=wsj_share_tweet

 

Il Sole 24 Ore

La Lettonia adotterà l’euro dal 2014

5 Giugno 2013

Il primo gennaio 2014 segnerà l’ingresso della Lettonia nell’area euro. Il paese si è allineato ai criteri di convergenza previsti dall’UEM, ma nonostante ciò non mancano le raccomandazioni per il futuro da parte della Commissione Europea: il mantenimento di bassi prezzi al consumo e la vigilanza finanziaria sono solo i primi passi. A Luglio la decisione definitiva da parte dell’ECOFIN.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-06-05/leuro-sara-moneta-lettonia-162839.shtml

 

L’INTERNAZIONALE

Grecia: tv pubblica chiusa, oltre 2800 licenziamenti

11 Giugno 2013

La Grecia dice addio alla Ert, emittente radio-televisiva pubblica: a seguito della decisione del governo di Antonis Samaras, infatti, sono terminate le trasmissioni e licenziati più di 2800 dipendenti. La ragione della chiusura sta nell’alto costo del grande numero di dipendenti pubblici, e si immette nella politica greca di privatizzazione delle aziende pubbliche. I sindacati e gli ex dipendenti annunciano battaglia.

http://www.internazionale.it/news/grecia/2013/06/11/chiude-la-tv-pubblica-greca/

 

PRESSEUROP

L’Europa adotta il metodo americano per la fiscalità

12 Giugno 2013

Il 12 Giugno potrà essere ricordato come un nuovo giorno per la lotta all’evasione fiscale. Tramite una serie di direttive, la Commissione Europea ha deciso di introdurre il “metodo americano”: si cercherà, attraverso uno scambio automatico di informazioni fiscali, di controllare fonti di reddito facilmente mascherabili agli occhi del fisco, come dividendi azionari e redditi da capitale.

http://www.presseurop.eu/fr/content/news-brief/3872621-l-europe-adopte-la-methode-americaine

 

ANSA

L’Onu invita la Turchia alla calma

13 Giugno 2013

Gli scontri in Turchia tra manifestanti e polizia locale continuano a suscitare preoccupazione; ora è il segretario generale dell’Onu, Ban-Ki-moon che lancia un appello preciso: Le dimostrazioni devono essere pacifiche e le differenze di pensiero devono essere risolte attraverso il dialogo.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/06/12/Turchia-Onu-Ban-lancia-appello-calma_8860924.html

 

FINANCIAL TIMES

G8: le speranze per nuovi accordi sulla fiscalità vacillano

13 Giugno 2013

La Francia affonda le speranze di accordi EU-USA sulla fiscalità: il paese ha rifiutato di includere nelle contrattazioni le sue imprese cinematografiche. Karel de Gucht, commissario europeo per il commercio, ha offerto al governo francese la possibilità di intervenire direttamente nella contrattazione qualora essa riguardi le industrie francesi del cinema, della musica e della televisione. Ma la Francia continua a rifiutare ogni tipo di negoziazione e asserisce che parteciperà ai negoziati solo se l’industria del cinema sarà preventivamente esclusa. Di fronte alla notizia, anche gli Stati Uniti hanno rivendicato il diritto a escludere alcune imprese americane dalle trattative. E i problemi non finiscono qui: le Bermuda non vedono di buon occhio l’accordo sullo scambio di informazioni fiscali tra i paesi, nonostante l’impegno mostrato nel voler partecipare alla riforma fiscale.

http://www.ft.com/intl/cms/s/0/42f678fa-d445-11e2-a464-00144feab7de.html#axzz2WBS8dJ35

 

ADNKRONOS

L’Italia e la BCE: “Cruciale che rispetti rigore risanamento”

13 Giugno 2013

La BCE bacchetta l’Italia e spinge al rispetto degli impegni presi: la riduzione del rapporto deficit PIL sotto la soglia del 3%. L’ Italia deve «attenersi con rigore al percorso di moderazione del disavanzo specificato nell’aggiornamento per il 2013 l fine di ridurre al minimo il rischio che […] venga superato di nuovo il valore di riferimento del 3 per cento del PIL». Nonostante un’effettiva diminuzione del rapporto disavanzo/PIL rispetto al 2012, le aspettative di crescita per l’Italia non sono state soddisfatte: a questo proposito la BCE evidenzia il forte tasso di disoccupazione in tutta l’Eurozona, problema ancora irrisolto.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Economia/Bce-avverte-lItalia-Cruciale-che-rispetti-rigore-risanamento_32292196047.html

 

BLOOMBERG

Spagna: Standard & Poor’s conferma il giudizio –BBB

14 Giugno 2013

S&P’s conferma il rating –BBB diretto alla Spagna: un voto che potrà peggiorare se non saranno poste in essere riforme fiscali e strutturali, se non sarà rispettato il budget previsto e se la zona euro continuerà a rimanere instabile. Secondo la Commissione Europea il debito spagnolo sarà -per la prima volta nella storia- più alto della media EU nel corso del prossimo anno, e non solo: secondo S&P’s il PIL spagnolo vedrà una caduta dell’1,5% nel corso di quest’anno, per poi riprendersi di un 0,6% nel 2014.

http://www.bloomberg.com/news/2013-06-14/spain-affirmed-at-bbb-by-s-p-on-structural-reform-commitment.html

 

CNBC

Londra: gli attivisti pianificano proteste anti G8

14 Giugno 2013

Già si segnalano le prime proteste anti G8, il summit che si terrà il 17 e 18 giugno 2013 in Inghilterra. L’obiettivo è il distretto finanziario di Londra, dove ambientalisti e attivisti contro la povertà e le misure di austerity introdotte dal governo UK manifesteranno insieme. L’iniziativa “they owe us” si dirige contro le grandi banche: “Le banche […] stanno finanziando e ricavando profitti da progetti che hanno creato e alimentato la crisi finanziaria presente», afferma Emma Wilding, partecipante al movimento.

http://www.cnbc.com/id/100815394

 

THE WALL STREET JOURNAL

I problemi dell’eurozona ritornano all’orizzonte

14 Giugno 2013

I problemi nell’eurozona non sono affatto risolti. I mercati finanziari prevedono per il futuro forti oscillazioni nei prezzi dei Bond dei paesi più deboli come Italia, Spagna, Grecia: ciò è legato alle condizioni economiche estremamente delicate dei paesi europei maggiormente colpiti dalla crisi, caratterizzati da una forte caduta del PIL unita ad altissimi rapporti deficit/PIL. Questi segnali non rassicurano gli investitori, che temono per il futuro un forte rallentamento della crescita; inoltre le misure anti-crisi consigliate, come l’abbassamento del livello di inflazione per Italia e Spagna e procedure di ristrutturazione dei debiti, non sono state ancora completate. Per questo ci si chiede quale sarà la risposta europea definitiva alla crisi.

http://online.wsj.com/article/SB10001424127887324049504578541622931994106.html

 

EUROPA.EU

Wind Day: l’Europa festeggia il vento

15 Giugno 2013

Anche quest’anno arriva il Wind Day: giornata dedicata al vento. Il Wind Day si propone di far conoscere questa fonte rinnovabile di energia, le sue potenzialità e il suo futuro. L’iniziativa è nata nel 2007, dapprima come evento solo Europeo, poi diventato mondiale nel 2009. Tante le proposte per la giornata: in Italia sarà possibile visitare le “fabbriche del vento”, incontrare gli esperti del settore, insomma, sarà possibile conoscere al meglio un elemento indispensabile per la terra.

http://setis.ec.europa.eu/newsroom-items-folder/global-wind-day-2013

 

THE WALL STREET JOURNAL

L’Euro è l’unico porto sicuro?

16 Giugno 2013

L’Euro appare come un porto sicuro per gli agenti finanziari, complice la minore volatilità della valuta UE. Mentre yen e dollaro hanno risentito di forti oscillazioni, la valuta europea si è dimostrata sorprendentemente più stabile: infatti, nonostante l’alta disoccupazione e gli elevati debiti sovrani di alcuni paesi europei «è difficile scommettere contro l’euro», come afferma Sam Katzman, operatore finanziario della Constellation Wealth Advisors. Considerare l’euro come una valuta forte comporta però dei problemi: i paesi più deboli come Spagna, Italia e Grecia potrebbero favorire degli effetti positivi di una svalutazione dell’euro nella propria BDP; uno scenario che sembra non potersi realizzare.

http://online.wsj.com/article/SB10001424127887324049504578545601046075438.html

 

THE TELEGRAPH

Repubblica Ceca: il premier Necas alle dimissioni

16 Giugno 2013

Il premier ceco Petr Necas conclude il suo mandato a capo del partito Democratico civico (Ods) con le dimissioni. Accusato di corruzione, le dimissioni giungono dopo l’incontro con il partito: troppo gravi sia l’accusa di aver creato una fitta rete di tangenti imprenditori-politici, sia la scomoda posizione dell’amante Jana Nagyova, capo dell’ufficio di Necas, giunta perfino ad utilizzare i servizi segreti della repubblica ceca pur di spiare la moglie del capo del governo.

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/czechrepublic/10124222/Czech-PM-resigns-amid-spying-and-corruption-scandal.html

 

QN QUOTIDIANO

Grecia: riaperta la TV di Stato ERT

17 Giugno 2013

La parabola della TV greca ERT sembra non finire: il Consiglio di Stato greco ha respinto la decisione del governo e riaperto l’emittente statale. La chiusura dell’emittente viene definita “illegale” e il servizio ripristinato sotto la cura di tre commissari pubblici, uno per ogni partito correntemente al governo.

http://qn.quotidiano.net/esteri/2013/06/17/906006-grecia-tv-pubblica-ert-riaperta.shtml

 

PRESSEUROP

Partono i negoziati sul libero scambio

17 Giugno 2013

Il summit del G8 del 17 e 18 Giugno in Irlanda del Nord ha dato i suoi frutti: partono infatti i negoziati per il libero scambio UE-USA, trattative che potrebbero portare a «milioni di posti di lavoro su entrambe le sponde dell’Atlantico».

http://www.presseurop.eu/it/content/news-brief/3887491-al-i-negoziati-sul-libero-scambio

 

Il Sole 24 Ore

UE: la BCE è pronta a ritoccare i tassi d’interesse

18 Giugno 2013

«La Bce è pronta a fare qualsiasi cosa per proteggere l’euro. E, credetemi, sarà abbastanza», queste le parole di Mario Draghi durante un convegno tenutosi a Gerusalemme. La politica monetaria della BCE sfrutterà due potenti strumenti a favore dell’euro: il tasso d’interesse e le misure non convenzionali della BCE. Una forte critica è stata diretta agli altissimi tassi di disoccupazione nella zona euro, definiti «inaccettabili» e una «fonte prioritaria di preoccupazione per i responsabili economici» dell’Unione.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-06-18/draghi-pronti-agire-tassi-084649.shtml?uuid=AbMZty5H

 

ADNKRONOS

G8, seconda giornata: sul piatto, tasse e terrorismo

18 Giugno 2013

La giornata del G8 del 18 Giugno viene dedicata a due importanti tematiche: la lotta al terrorismo e la fiscalità. Ha suscitato clamore la decisione dei leader di rifiutare, in caso di rapimenti a scopo terroristico, il pagamento dei riscatti pretesi, e la volontà di convocare una conferenza di pace per la Siria dal nome Ginevra 2. Sul piano fiscale si continua a invocare maggiore trasparenza e controlli, per scongiurare ogni tipo di evasione fiscale.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/G8-al-via-la-seconda-giornata-di-summit-Sul-tavolo-lotta-al-terrorismo-e-allevasione_32308147847.html

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/G8-accordo-leader-su-no-a-pagamento-riscatti-a-terroristi_32308436898.html

 

IL FATTO QUOTIDIANO

Muore ribelle italiano in Siria

18 Giugno 2013

E’ Giuliano Ibrahim Delnevo l’italiano morto in Siria. Il giovane si era convertito nel 2008 all’Islam e nel 2012 si è recato in Siria per unirsi ai ribelli, contro il governo Assad. Già conosciuto in Italia, lo studente era stato indagato dalla Procura di Genova per arruolamento con finalità di terrorismo.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/18/siria-giornale-ventenne-di-genova-morto-combattendo-contro-assad/629353/

 

ANSA

G8 e tre pilastri: fiscalità, disoccupazione e crescita

18 Giugno 2013

Tre sono i punti cardine che hanno fatto da padrone al G8: crescita, disoccupazione e fiscalità. La lotta alla disoccupazione, i particolare quella giovanile, sarà la grande sfida per UE e USA, insieme alle negoziazioni sul libero scambio che, a tal proposito, produrranno secondo il rapporto IFO un abbassamento del tasso di disoccupazione nella zona euro. In ambito fiscalità invece, si cerca di combattere le società di comodo, mezzi ben conosciuti per evadere il fisco; infine si esorta l’UE a mettere in atto gli accordi del MIE riguardanti il sistema bancario, e di unire a politiche di austerity nuove politiche di “riforme strutturali” per la crescita e lo sviluppo.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/06/17/G8-via-tavolo-Siria-lavoro_8881335.html

 

CNBC

Il FMI sospenderà gli aiuti alla Grecia?

20 Giugno 2013

Il FMI si prepara a sospendere gli aiuti finanziari alla Grecia se non sarà risanato il deficit di 3-4 miliardi creatosi nel programma di salvataggio greco. Tra le cause di questo ampio gap: il problema delle banche centrali europee che non hanno allungato le scadenze dei titoli di stato posseduti, la mancanza delle privatizzazioni richieste alla Grecia. Secondo le regole del FMI la Grecia dovrebbe poter coprire finanziariamente almeno 12 mesi per poter avvalersi del programma di salvataggio. L’ultimo deficit ha però compromesso la posizione economica greca: la copertura finanziaria sarà sufficiente solo fino a Luglio 2014.

http://www.cnbc.com/id/100833010

 

EL PAÍS

Turchia: stop al processo di adesione all’UE?

20 Giugno 2013

Le negoziazioni per l’ingresso della Turchia nell’UE sono arrivate al capolinea? Dopo i recenti fatti –la protesta turca sfociata in violenza-, la Turchia sembra non essere più così vicina all’Europa; Olanda e Germania si sono opposte all’idea di ricominciare le trattative, inviando un segnale chiaro al premier Erdogan: l’Europa non può accettare il modo in cui sono state gestite le manifestazioni dei giovani turchi. La risposta turca non si è fatta attendere: «Se la signora Merkel cerca del materiale destinato alla politica interna per le sue elezioni, questo materiale non deve essere la Turchia» . Il 26 Giugno dovrebbero ripartire le negoziazioni ma «ancora non c’è un accordo» tra gli stati UE.

Aggiornamento: il negoziato per l’adesione della Turchia riprenderà solo a Ottobre.

http://internacional.elpais.com/internacional/2013/06/20/actualidad/1371744828_142575.html

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/06/25/Turchia-ok-negoziato-Ue-ma-ottobre_8923718.html

 

CONSILIUMEUROPA.EU

Il Consiglio dei ministri UE approva nuove regole per le banche

20 Giugno 2013

Il consiglio dell’Unione Europea ha approvato requisiti più severi riguardanti i capitali bancari. Gli obiettivi perseguiti sono molteplici: creare degli standard bancari internazionali, aumentare la stabilità finanziaria, sostenere la crescita economica attraverso regole valide per tutti nel mercato finanziario. Tra le misure introdotte spicca l’obbligo di detenere riserve di qualità per affrontare eventuali deflussi di capitale.

http://www.consilium.europa.eu/homepage/highlights/new-rules-to-strengthen-banks-final-council-approval?lang=en

 

ANSA

Accordo tra consiglio e parlamento per la programmazione 2014-2020

20 Giugno 2013

Finalmente è stato trovato un accordo sul bilancio del periodo di programmazione 2014-2020. Due sono le parole chiave dell’intesa raggiunta tra Parlamento Europeo e Consiglio: flessibilità e giovani. La maggiore flessibilità permetterà agli stati di spendere le somme concesse nel bilancio UE con più facilità; per i giovani invece, sono in arrivo i 6 miliardi di euro previsti dallo Youth Guarantee. Sarà inoltre incrementato il fondo per le calamità naturali.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/economia/2013/06/20/Ue-bilancio-accordo-Consiglio-Parlamento-2014-2020_8899735.html

 

IL CORRIERE DELLA SERA

Allarme estrema destra in Europa

21 Giugno 2013

Il Consiglio d’Europa lancia l’allarme: la deriva politica estremista sommergerà l’Europa? Sono già nati partiti di estrema destra in Grecia, Olanda e Svezia; l’allarme è lanciato: «In Europa c’è la possibilità di bandire i movimenti ed i partiti razzisti ma non basta. Bisogna badare alle politiche d’integrazione e contrastare la criminalizzazione dei migranti» ha affermato Nils Muiznieks, commissario ai diritti umani del Consiglio d’Europa.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Consiglio-Europa-allarme-estrema-destra/20-06-2013/1-A_001637836.shtml

 

EURACTIV

L’Italia è multata per la violazione delle quote latte

21 Giugno 2013

La Commissione Europea ha ordinato agli agricoltori italiani il pagamento di una multa consistente in 1.4 miliardi di euro per la violazione delle quote latte. «Stiamo facendo pressione per essere certi che il denaro tornerà allo Stato Italiano, in quanto è lo Stato che ci sta rimettendo», queste le parole di Roger Waite, portavoce della Commissione agricola. In effetti l’Italia deve ancora recuperare dagli allevatori i prelievi dovuti dal 1995 al 2009. Le quote latte, introdotte nel 1984 per limitare la sovrapproduzione EU, saranno abolite nel 2015.

http://www.euractiv.com/cap/italian-farmers-face-fines-viola-news-528753

 

EURACTIV

Albania: le elezioni politiche del 2013 e l’Europa

21 Giugno 2013

Le elezioni politiche del 23 Giugno segneranno il passo per l’Albania: saranno elezioni veramente libere? Nel 2009 non mancarono le accuse di brogli e corruzione, tant’è che il partito socialista all’opposizione si rifiutò di accettarne il risultato. Ma oggi più che mai l’UE terrà sotto controllo il clima politico albanese, in vista di una possibile e futura entrata del paese nell’Unione Europea. Le elezioni sono state descritte dalla commissione europea come un «test cruciale» delle istituzioni democratiche del paese.

http://www.euractiv.com/enlargement/west-watch-closely-albania-elect-news-528766

 

ANSA

Ue e privacy: le novità di agosto

24 Giugno 2013

Novità estive sul fronte privacy per l’Europa: la Commissione Europea ha segnalato agli operatori tlc e agli internet provider delle nuove e rigorose modalità di procedimento in caso di furto d’identità e furto di dati sensibili. La segnalazione del furto o smarrimento dovrà avvenire secondo regole precise: si dovrà informare l’autorità nazionale competente entro 24 ore dalla rilevazione del fatto, individuare quali informazioni sono state sottratte e infine informare in maniera appropriata gli utenti coinvolti. Sarà inoltre obbligatorio l’utilizzo di un formato comune per le segnalazioni.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/internetsocieta/2013/06/24/Privacy-nuove-regole-Ue-furto-dati-entro-fine-agosto_8919782.html

 

PRESSEUROP

Meno Europa per i Paesi Bassi?

24 Giugno 2013

L’Olanda si fa portavoce di un pensiero comune per i Paesi Bassi: meno Europa è meglio. «il tempo di una “unione sempre più stretta” in tutti i campi è ormai finito» e «Europeo quando necessario, nazionale quando possibile» sono solo alcune delle dichiarazioni del governo olandese.

http://www.presseurop.eu/it/content/news-brief/3908381-i-paesi-bassi-vogliono-meno-europa-tutti-i-campi

 

REUTERS

Riforma PAC: i primi accordi

24 Giugno 2013

Le negoziazioni sulla Politica Agricola Comune sono già iniziate: il 24 e 25 Giugno a Lussemburgo sarà deciso il futuro della PAC. Già emerge un primo accordo: il taglio dei sussidi europei verso le grandi imprese agricole, che subiranno una diminuzione di ben il 30% rispetto ai pagamenti attuali. Molti i temi toccati: ambiente, finanziamenti, quote di produzione. Continua proprio il dibattito inerente l’abolizione delle quote di produzione: la Commissione ne aveva proposto l’eliminazione per il 2015, i governi europei preferirebbero il 2017, il Parlamento europeo il 2020. Sul fronte finanziamenti saranno erogati sussidi per gli agricoltori che riserveranno il 5% del proprio territorio alla fauna selvatica e all’opposto si cercano soluzioni efficienti per evitare che i proprietari di terreni non utilizzati per scopo agricolo – aereoporti, campi da golf- richiedano le sovvenzioni UE, una sgradevole situazione verificatasi recentemente. Si attende il 26 Giugno, quando finalmente si annuncerà l’intesa definitiva.

http://uk.reuters.com/article/2013/06/24/uk-eu-agriculture-reform-idUKBRE95N1FB20130624

 

Il Sole 24 Ore

Qual è il piano di investimento europeo?

25 Giugno 2013

Il piano di investimento per l’Europa si delinea: i leader dei 27 stati UE puntano alla crescita economica attraverso tre macro temi. La BEI è il primo: occorre facilitare l’erogazione dei prestiti alle PMI, sfruttare l’aumento di capitale di 10 miliardi di euro della Banca europea per creare risorse nel sistema, escogitare insieme alla Commissione nuovi metodi per l’erogazione di piccoli prestiti alle PMI. La seconda leva? I fondi strutturali. È necessario ottimizzare il loro utilizzo e avvalersi di project bonds, obbligazioni a progetto, per creare una nuova sinergia pubblico-privato. Infine, la disoccupazione giovanile è stata l’ultimo argomento di dibattito: saranno erogati sei miliardi di aiuti per abbattere la mancanza di impiego dei giovani.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-06-25/piano-investimenti-europeo-064213.shtml?uuid=AbFNFA8H&p=2

 

REUTERS

Avanti coi negoziati per l’ingresso nell’UE della Serbia

26 Giugno 2013

I negoziati per l’ingresso della Serbia nell’ Unione Europea potranno iniziare solo dal prossimo Gennaio, questa la decisione dei ministri europei durante il summit di Bruxelles. «Se lo meritano, hanno dimostrato un grande coraggio politico», queste le parole di Thierry Repentin. Secondo molti un possibile futuro della Serbia nell’UE potrebbe alimentare le riforme necessarie nel paese, e creare opportunità di investimenti esteri. Si tratta anche per la creazione di un Accordo di Stabilizzazione e Associazione Ue-Serbia.

http://www.reuters.com/article/2013/06/25/us-serbia-kosovo-eu-idUSBRE95O13S20130625

 

PRESSEUROP

La Pac: ecologica ma non equa?

27 Giugno 2013

La riforma del 2013 della Politica Agricola Comune introduce molte novità; il suo obiettivo: rendere la Pac eco-conscious ed equa. C’è stata in effetti una svolta green in quanto il 30% dei sussidi EU saranno indirizzati all’introduzione e sviluppo di strumenti per la difesa dell’ambiente.

Una seconda innovazione interessa le regole di funzionamento della Pac. I finanziamenti per i paesi EU saranno spartiti secondo una regola precisa: nessuno stato potrà ricevere meno del 75% della media comunitaria. Novità anche per i diretti interessati della Pac, gli agricoltori. I produttori di olio d’oliva, latte, grano duro, manzo e zucchero potranno negoziare collettivamente le condizioni dei contratti di vendita; viene così assicurata maggior protezione agli agricoltori dal punto di vista dei prezzi nonché favoriti i piccoli produttori di qualità.

http://www.presseurop.eu/it/content/news-brief/3920361-piu-verde-ma-non-piu-equa

 

THE WALL STREET JOURNAL

Europa: più fondi per i giovani

28 Giugno 2013

Nuovi fondi per combattere la disoccupazione giovanile: l’Unione Europea mette sul piatto oltre 6 miliardi di euro per debellare una delle peggiori piaghe. Un aiuto diretto soprattutto ai paesi più colpiti: Spagna, Italia, Grecia, Irlanda e Portogallo. Il fondo europeo andrà a creare opportunità per i giovani attraverso stage, percorsi di apprendistato per chi ha età inferiore ai 25 anni, entro quattro mesi dalla conclusione degli studi. Molti leader dei 27 considerano limitato l’apporto finanziario europeo; Enrico Letta si dice soddisfatto, il premier greco richiede misure ancora più drastiche per sconfiggere la disoccupazione. Novità anche per le PMI, con un piano di investimenti pronto a stimolare il credito e la crescita.

http://online.wsj.com/article/SB10001424127887323689204578571673206176506.html?mod=WSJEurope_hpp_LEFTTopStories

 

WEBNEWS

Commissione UE: tagli estivi alle tariffe del roaming

28 Giugno 2013

Il mercato unico europeo è destinato a creare benefici per i consumatori: la Commissione Europea ha obbligato un nuovo taglio alle tariffe per roaming, chiamate e messaggi ai provider dei servizi. Dal 1° Luglio i nuovi prezzi coinvolgeranno chiamate in entrata, in uscita, messaggistica e traffico di dati. Per le chiamate effettuate si pagheranno 24 centesimi/minuto + IVA, per le chiamate ricevute 7 centesimi/minuto + IVA, per l’invio di sms 8 centesimi/minuto + IVA e infine per i dati mobili 45 centesimi per megabyte + IVA.

http://www.webnews.it/2013/06/28/roaming-dal-1-luglio-nuovo-taglio-alle-tariffe/