EURONEWS.IT – 29 gennaio 2015

Controlli sul web e alle frontiere, l’UE alla ricerca di una strategia contro il terrorismo

I Ministri dell’Interno europei si sono riuniti a Riga per discutere della realizzazione di una strategia condivisa di lotta al terrorismo.
L’obiettivo non è solo quello di rafforzare i controlli all’interno e all’esterno dell’area Schengen, con la creazione di un registro dei passeggeri europei, ma combattere il terrorismo anche attraverso il web: l’UE punta alla creazione di un team di esperti per realizzare una anti-propaganda online ed esercitare maggiore controllo sui social networks.

http://it.euronews.com/2015/01/29/controlli-sul-web-e-alle-frontiere-l-ue-alla-ricerca-di-una-strategia-contro-il/

LA REPUBBLICA – 28 gennaio 2015

Grecia, Tsipras tende la mano alla Ue: “Non vogliamo andare allo scontro”

Alexis Tsipras ha aperto il suo primo consiglio dei ministri assicurando che “la Grecia non andrà in default” e ha continuato, “faremo proposte realistiche ai creditori” in vista dei negoziati per la riduzione del debito. I mercati stanno seguendo con scetticismo l’evoluzione della situazione ad Atene. Per risolvere i problemi della Grecia “non ci sono scorciatoie”, e tutti, “governo, eurogruppo e Commissione devono rafforzare la stabilità”, questa la posizione di Bruxelles riaffermata da Katainen, vicepresidente della Commissione europea.

http://www.repubblica.it/esteri/2015/01/28/news/tsipras_28_gennaio-105973395/?ref=HREC1-5

EUNEWS – 28 gennaio 2015

Vongole, l’Italia protesta a Bruxelles per i limiti alla pesca della “piccole”

A Bruxelles, l’Italia cercherà di trovare in breve tempo una soluzione alla normativa comunitaria restrittiva che potrebbe mettere in ginocchio il settore della pesca dei molluschi bivalvi, al quale appartiene la vongola. Secondo l’Ue, la taglia minima del pescato deve essere di 2,5 centimetri. In caso contrario, si apre un processo penale e i pescherecci potrebbero essere costretti a pagare sanzioni fino ai 4,000 euro.

http://www.eunews.it/2015/01/28/vongole-piccole-italia-bruxelles/29220

 

EUNEWS – 28 gennaio 2015

Sessantatre deputati europei a Mogherini: sospendere accordo di associazione con Israele

63 eurodeputati hanno chiesto all’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini di sospendere l’accordo di associazione dell’Ue con Israele in quanto sta palesemente violando gli impegni assunti, che prevedono il rispetto dei diritti umani e dei principi democratici. “L’Ue dovrebbe giocare un ruolo chiave nella promozione di una giusta pace tra Israele e Palestina basata sul diritto internazionale”, fanno notare gli eurodeputati.

http://www.eunews.it/2015/01/28/sessantatre-deputati-europei-mogherini-sospendere-accordo-di-associazione-con-israele/29240

LA TRIBUNE – 28 gennaio 2015

Qual è il vero problema della Legge Macron?

Senza offesa per Emmanuel Macron, le misure contenute nel progetto di legge per “la crescita, l’attività e la parità di opportunità economiche” non sono rivoluzionarie. Deregolamentare alcune professioni, facilitare il lavoro domenicale e di sera, liberalizzare il trasporto degli autocarri, che sono le tre misure più simboliche del testo non trasformeranno in profondità l’economia francese. Non è con questo testo che il numero di persone iscritte al Centro per l’occupazione diminuirà bruscamente. Eppure Macron è certo che i primi effetti del disegno di legge saranno già evidenti quest’estate.

http://www.latribune.fr/actualites/economie/france/20150128triba340416d2/quel-est-le-veritable-enjeu-de-la-loi-macron.html

TiSA: Pe, commissione INTA a lavoro su commercio servizi

EUnews 15/01/2015

Accordo aperto a tutti i membri dell’OMC che siano intenzionati ad aprire gli scambi di servizi e quindi migliorare l’integrazione commerciale; i negoziati devono in ogni  caso  essere guidati dai principi fondamentali sanciti nei trattati Ue.

Commercio: servizi, ripartono negoziati sul TiSA

Rassegna Stampa Dicembre 2014 – Gennaio 2015

Il Sole 24 Ore

17 Dicembre 2014

Bruxelles, registri centrali Ue contro riciclaggio ed evasione fiscale

Il Parlamento Europeo e il Consiglio sulla quarta direttiva antiriciclaggio (Amld) hanno raggiunto un accordo al fine di combattere il riciclaggio di denaro, le infiltrazioni della criminalità organizzata e il finanziamento al terrorismo attraverso una maggiore trasparenza al livello europeo. Lo strumento principale sarà un registro centrale, che verrà appositamente istituito in ciascun Stato membro, che contenga le informazioni sui proprietari effettivi di Società per Azioni, fondi fiduciari e altre entità legali. Il registro, al cui interno verranno definiti nazionalità, proprietà, dettagli degli enti, potrà essere consultato da qualsiasi cittadino o organizzazione che dimostri di avere un “interesse legittimo”, come ad esempio giornalisti investigativi.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-17/a-bruxelles-raggiunto-l-accordo-direttiva-antiriciclaggio-215346.shtml?uuid=ABPztOSC

 

LE MONDE

18 Dicembre 2014

Plan Juncker : les Vingt-Huit apportent leur soutien, mais pas leurs euros
Piano Juncker: i 28 apportano il loro sostegno, ma non i loro euro

L’ultimo Consiglio Europeo dell’anno avrà luogo giovedì 18 e venerdì 19 dcembre a Bruxelles, dove riunirà i 28 Capi di Stato sotto la guida del premier polacco Donald Tusk. Focus dei due giorni sarà principalmente il piano di investimento da 315 mld proposto a fine Novembre dal presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker: oltre alla questione fiscale (trattazione obbligata da LuxLeaks), il Consiglio tratterà il punto Ucraina all’ordine del giorno. Il Consiglio di giovedì e venerdì dovrebbe rimettere politicamente il piano di investimento, fissando un calendario per la messa in opera del Fondo Europeo per gli investimenti strategici (FEIS). Si attenderà una proposta legislativa della Commissione per Gennaio 2015, che fisserà le modalità di operazione del fondo, contando sui primi finanziamenti dei progetti a partire da Maggio 2015.

http://www.lemonde.fr/economie/article/2014/12/18/plan-juncker-les-vingt-huit-apportent-leur-soutien-mais-pas-leurs-euros_4542859_3234.html?xtmc=europe&xtcr=21

 

EURACTIV.COM

18 Dicembre 2014

Commission’s better regulation panel mooted for watchdog role

L’impact Assesment Board potrebbe divenire un giorno un “cande da guardia” del tutto indipendente, scrutinando le legislazioni per conto dell’”Esecutivo europeo”, dell’Europarlamento e del Consiglio. Il nuovo comitato, rinominato Regulatory Scrutiny Board, assumerà una funzione consultiva, per garantire una migliore regolazione del ruolo esecutivo svolto dalla Commissione Europea.

http://www.euractiv.com/sections/eu-priorities-2020/commissions-better-regulation-panel-mooted-watchdog-role-310956

 

LA STAMPA

19 Dicembre 2014

Piano Juncker, dall’Italia un contributo generoso

Il vertice dei Capi di Stato di giovedì 18 dicembre ha deciso: l’Italia dovrà fornire un contributo generoso al nuovo fondo per gli investimenti strategici, destinato a finanziare il Piano Juncker. L’Italia dovrà quindi assolvere ai suoi compiti per non ricadere sotto i rimproveri della Commissione, così che il Piano sia un segnale importante di certificazione dell’attuale difficoltà di crescita, confermata dallo stesso G20.

http://www.lastampa.it/2014/12/20/economia/piano-juncker-dallitalia-un-contributo-generoso-KL25vhFJWDoVdszxEs5OPO/pagina.html

 

LE MONDE

19 Dicembre 2014

L’Europe partagée sur l’attitude à adopter face à la Russie

All’ordine del giorno del Consiglio dei 28 anche la questione “Russia”: il presidente della Commissione Juncker ha infatti fatto appello a Mosca affinché questa punti ad un “cambiamento radicale”, riservandole comunque un “canale di dialogo”, impedendole così di staccarsi dalle relazioni che attualmente intrattiene con l’Unione Europea.
I Capi di Stato hanno così deciso di non evocare il problema delle sanzioni, precisando che resteranno in vigore fino a Giugno, ma Parigi e Berlino hanno chiarito una eventuale progressiva diminuzione delle stesse, se la Russia si atterrà a rispettare gli accordi di Minsk.

http://www.lemonde.fr/europe/article/2014/12/19/l-europe-partagee-sur-l-attitude-a-adopter-face-a-la-russie_4543508_3214.html?xtmc=union_europeenne&xtcr=8

 

LA REPUBBLICA

20 Dicembre 2014

Semestre italiano, un primo bilancio sui temi dello sviluppo e la questione: “privati sì, privati no”.

Il semestre italiano dal punto di vista della cooperazione internazionale e dello sviluppo ha definito alcuni punti principali, tra cui le tre priorità approvate dal Consiglio dei Ministri e dal Consiglio degli Affari Generali: una posizione europea per una nuova agenda che contenga precisi appuntamenti riferiti allo sviluppo 2015; il rapporto tra migrazioni e sviluppo; il ruolo degli attori privati nello sviluppo.

http://www.repubblica.it/solidarieta/cooperazione/2014/12/20/news/semestre_italiano-103364369/?ref=search

 

Il Sole 24 Ore

21 Dicembre 2014

Un passo avanti non basta alla ripresa

Approvato il Piano investimenti per l’Europa, la Commissione programma nuovi sforzi affinché vengano tradotti in progetti i punti tracciati ed elencati dal Presidente Juncker di fronte al Parlamento Europeo, a seguito della sue elezione. La categoria investimenti appare così a fianco della sostenibilità delle finanze pubbliche e delle riforme strutturali.

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2014-12-21/un-passo-avanti-non-basta-ripresa-144658.shtml?uuid=AB7JW7TC

 

EURACTIV.IT

22 Dicembre 2014

Legge Stabilità, Italia verso nuove scadenze Ue

L’Italia si prepara a pareggiare i conti con Bruxelles e in particolare con la Commissione Juncker, attendendo il voto in Camera entro martedì 23 dicembre. La fine dell’anno dovrà significare la chiusura delle trattative con il piano Juncker: sarà quindi l’ora di stabilire le regole di funzionamento del nuovo fondo Efsi. Alla luce della richiesta dell’Italia di scomputare tutti gli investimenti dai vincoli europei, la Commissione dovrà pronunciarsi sul tema delle eccezioni al patto di stabilità.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10518-legge-stabilita-italia-verso-nuove-scadenze-ue.html

 

EL PAIS

23 Dicembre 2014

Tusk se reunirá con Erdogan tras el choque por la represión en Turquía

Il Presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk ha telefonato al Presidente Turco Erdoğan per trattare sulla possibilità di allentare le tensioni e le persecuzioni nei confronti degli oppositori del Governo turco. Erdoğan ha così invitato l’Unione Europea di non intromettersi negli affari del proprio governo, in riferimento anche alle dichiarazioni dell’Alto Rappresentante della Politica Estera dell’Unione Europea, Federica Mogherini, a seguito delle reclusioni di oppositori di diverse testate giornalistiche.
L’Europa non nasconde così una certa inquietudine nei confronti di una così autoritaria Turchia.

http://internacional.elpais.com/internacional/2014/12/23/actualidad/1419355365_674619.html

 

EURACTIV.IT

24 Dicembre 2014

Presidenza: ambiente/energia, i risultati del semestre

Il principale risultato della presidenza italiana al semestre europeo è stato il pacchetto energia e clima 2030 che ha permesso all’Europa di giocare un ruolo decisivo alla Conferenza sul Clima tenutasi a Lima. Il pacchetto 2030 prevede infatti una riduzione obbligatoria delle emissioni di CO2 del 40% rispetto ai livelli del 1990, una quota di energie provenienti da fonti rinnovabili pari al 27% della produzione totale e un target indicativo del 27% per l’efficienza energetica.

http://www.euractiv.it/it/news/ambiente-energia/10525-presidenza-ambiente-energia-i-risultati-del-semestre.html

 

EURACTIV.ES

26 Dicembre 2014

Lituania si prepara per dare il benvenuto all’euro

Dopo l’approvazione da parte della riunione dei Capi di Stato del 18 e 19 Dicembre 2014, La Lituania si prepara per aderire alla moneta unica. L’adesione della Lituania è un segno del consolidamento della moneta unica, che certamente è stata messa alla prova dalla crisi economica che ha investito l’Europa dal 2008.

http://www.euractiv.es/noticias/Lituania_se_prepara_para_dar_la_bienvenida_al_euro-9227.html

 

EURACTIV.IT

27 Dicembre 2014

Pe: 2015, i temi in agenda

Tra i temi dell’agenda 2015 del Parlamento Europeo rientrano certamente alcuni dossier principali: la tanto attesa manovra europea contenuta all’interno del Piano Juncker; il negoziato transatlantico sul commercio e gli investimenti, ossia Ttip; e immigrazione per rispondere alle esigenze di quegli Stati Europei più colpiti dal fenomeno migratorio e dagli sbarchi. Tra gli altri temi: mercato digitale, ratifica Six pack e Two pack, creazione di un registro dei passeggeri aerei.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/10526-pe-2015-i-temi-in-agenda.html

 

EL PAIS

28 Dicembre 2014

Bruselas teme que la inestabilidad arruine la débil mejoría económica

Bruxelles si manifesta preoccupata di fronte alle ultime vicende greche che vedono una possibile vittoria delle forze di sinistra al Governo.

La Commissione Europea teme infatti un possibile effetto contagio negli altri Stati Europei. Gli esperti mettono in guardia sull’impatto che l’instabilità politica della Grecia può provocare sulla scena europea. Secondo il direttore della rivista di analisi “Eurasia”, l’effetto contagio di “turbolenze” economiche e finanziarie potrebbe derivare dalla correzione significativa che si è avuta negli ultimi anni in Grecia come in tutta la zona euro.

http://internacional.elpais.com/internacional/2014/12/28/actualidad/1419804027_092330.html

 

Il Sole 24 Ore

29 Dicembre 2014

Dal Qe al Piano Juncker: i nodi della UE

L’interrogativo del 2015 sarà il quantitative easing, se inserirlo o no e se così fosse si aggiungerebbe l’altro interrogativo su quanto ammonterebbe l’acquisto di titoli di Stato da parte della BCE. Tutto questo sarà accompagnato dagli altri punti interrogativi che aleggiano su Bruxelles e la Commissione Europea: l’equilibrio tra austerity e crescita dei budget di Italia, Francia e Belgio, la ripresa dell’Unione bancaria e il Piano Juncker stesso, approvato ma ancora oggetto di dubbi degli stessi Capi di Stato che lo hanno approvato durante il Consiglio Europeo del 18 dicembre. I tempi europei stringono e secondo la tabella di marcia, tutto dovrà essere pronto per entrare in vigore da Giugno 2015.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-29/dal-qe-piano-juncker-nodi-ue-063624.shtml?uuid=ABJCyOWC

 

EURACTIV.IT

29 Dicembre 2014

Presidenza: immigrazione, bilancio non è solo Triton

Con l’avvicinarsi della chiusura del semestre di presidenza italiano, Bruxelles stila il bilancio nell’ambito dell’immigrazione. L’Europa è stata messa a dura prova dai flussi migratori provenienti dal Mediterraneo, questione affrontata prima con l’operazione Mare Nostrum e poi con Triton. Sulla base dei solleciti del Ministro dell’Interno Alfano, la presidenza italiana ha messo in agenda la creazione di un sistema comune europeo di asilo, nonostante la commissaria per gli Affari interni Cecilia Malmström avesse precedentmente dichiarato che l’Europa non ha i mezzi sufficienti per realizzare le richieste italiane.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/10533-presidenza-immigrazione-bilancio-non-e-solo-triton.html

 

EURACTIV.IT

30 Dicembre 2014

Renzi a Tirana, ultima missione semestre UE

Il semestre europeo si chiude con la visita del Presidente Renzi a Tirana, dove ha avuto modo di dare voce allo spirito europeo di allargarsi, considerando l’Albania un Paese valido per entrare a far parte dell’Unione Europea. Renzi ha così ribadito che l’Unione Europea non dovrebbe perdere l’occasione di allargare la “grande casa europea”, chiarendo che il Mediterraneo e i Balcani rimangono i due capisaldi della politica estera italiana.

http://www.euractiv.it/it/10541-renzi-a-tirana-ultima-missione-semestre-ue.html

 

Il Sole 24 Ore

31 Dicembre 2014

La stabilità e la prosperità dell’Unione monetaria

A chiusura del 2014, Mario Draghi interviene personalmente per chiarire gli aspetti e significati dell’Unione monetaria, troppo spesso secondo la sua visione male interpretata per via di una effettiva assenza di una unione politica.
Mario Draghi conferma che l’unione monetaria europea risulti ancora effettivamente incompleta, nonostante alcuni progressi, così come avevano immaginato i quattro presidenti europei due anni fa. Affinché venga completata, l’unione monetaria è necessario che vengano creati dei presupposti, permettendo ai Paesi di entrare a farne parte e di raggiungere una maggiore stabilità e prosperità.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-31/la-stabilita-e-prosperita-unione-monetaria-091404.shtml?uuid=ABjdbKXC

 

Il Sole 24 Ore

1 Gennaio 2015

Ai Baltici piace l’euro: la Lituania adotta la moneta unica

A mezzogiorno del 31 Dicembre 2014 è già iniziato il percorso della Lituana verso l’adozione della moneta unica. La Lituana già nel 2006 aveva chiesto di entrare a far parte della grande eurofamiglia, ma l’Unione Europea aveva bocciato la sua richiesta per via dell’inflazione troppo elevata e quindi della non adempienza di uno dei criteri previsti. Quello che ci si chiede è quali vantaggi trarrà ora la Lituania. La Banca centrare avrà accesso ai fondi della BCE, in caso di necessità. Si auspica inoltre un incremento del commercio lituano, la cui prima meta è da sempre l’Eurozona, venendo meno le spese di cambio, e un incremento degli investimenti.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-30/ai-baltici-piace-l-euro-domani-lituania-adotta-moneta-unica-215302.shtml?uuid=ABi6hCXC

 

EURACTIV.IT

2 Gennaio 2015

Crisi: euro in calo e spread ai minimi nel 2015

L’economia europea apre l’anno con le buone notizie: il 2015 parte infatti con un vero e proprio crollo dell’euro che, nel cambio con il dollaro, è arrivato ai minimi di oltre quattro e anni e mezzo fa. Inoltre, lo spread è ai minimi storici, mai così basso nel cambio tra euro e dollaro dal 2010. Certamente, un ruolo decisivo è stato giocato dall’economia americana, ma tenendo comunque presente le prospettive europee che sono state enunciate dal presidente della Bce Mario Draghi.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10545-crisi-euro-in-calo-e-spread-ai-minimi-nel-2015.html

 

EURACTIV.IT

2 Gennaio 2015

Deflazione: Draghi, rischio più alto di 6 mesi fa

In un’intervista al quotidiano tedesco Handelsblatt, Mario Draghi ha dimostrato la sua preoccupazione che la Bce non riesca ad affrontare il rischio di preservare la stabilità dei prezzi. Egli infatti ha sostenuto come oggi questo rischio sia quanto mai elevato rispetto a sei mesi fa, dichiarando un eventuale intervento della Bce, se strettamente necessario. Secondo il Presidente Draghi, il rischio di deflazione per l’Eurozona è comunque limitato, ma se l’inflazione rimanesse a questi livelli troppo bassi per troppo tempo, la Bce dovrebbe allora intervenire. Ha messo in chiaro poi come il Consiglio, nonostante l’unanimità, stia attraversando una fase tecnica che ha come obiettivo calibrare importo, tempistica e composizione delle misure previste per il 2015.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10544-deflazione-draghi-rischio-piu-alto-di-6-mesi-fa.html

 

EURACTIV.IT

3 Gennaio 2015

Immigrati: UE, lotta contro trafficanti priorità 2015

A seguito dello sbarco del mercantile Ezadeen, avvenuto il 1° Gennaio sulle coste greche e poi trainato da un’unità islandese dell’operazione Triton sulle coste ioniche di Corigliano Calabro, l’Unione Europea ha dichiarato di voler seguire da vicino la situazione delle vicende drammatiche di migranti che arrivano soprattutto sulle coste di Grecia e Italia.
Il Commissario Europeo alle Migrazioni e agli Affari interni Dimitris Avramopoulos ha dichiarato che verrà presentato un piano strategico a tempo debito, per proseguire con impegno e determinazione, poiché questi eventi sono il segnale di un’azione urgente da parte dell’Unione Europea. Si è poi congratulato con la Guardia Costiera Italiana e con Frontex, nell’ambito dell’operazione Triton

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/10546-immigrati-ue-lotta-contro-trafficanti-priorita-2015.html

 

EURACTIV.IT

4 Gennaio 2015

Euro: Spiegel, per governo Merkel Grecia può uscire

Secondo alcune fonti governative cui avrebbe avuto accesso il quotidiano tedesco Der Spiegel, il governo tedesco ritiene che l’Eurozona possa sopravvivere senza la Grecia, acconsentendo così alla volontà di questa di tirarsi fuori dalla famiglia monetaria. Le dichiarazioni apparse sul giornale sarebbero state confermate dalla stessa Merkel e dal Ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, per i quali il rischio contagio è limitato in quanto l’Eurozona avrebbe adottato le misure necessarie gestire un’eventuale uscita della Grecia, a testimonianza dell’ultima adesione da parte della Lituania.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10548-euro-spiegel-per-governo-merkel-grecia-puo-uscire.html

 

RIVISTAEUROPAE.EU

4 Gennaio 2015

Ambiente e clima, i risultati del semestre di presidenza italiana

Durante il semestre di presidenza, l’Italia ha raggiunto alcuni accordi importanti in materie relative all’ambiente. Significativo l’accordo degli Stati membri sul nuovo quadro 2030 per politiche di energia e clima, che prevede tra le tante cose riduzioni significative di emissioni di CO2. Inoltre, l’Italia ha gestito le trattative per la definizione della posizione comune europea in vista della Conferenza sul Clima tenutasi a Lima a inizio dicembre 2014. Tra gli altri punti realizzati, le politiche in ambito OGM e buste di plastica.

http://www.rivistaeuropae.eu/interno/ambiente-interno/ambiente-e-clima-i-risultati-del-semestre-di-presidenza-italiana/

 

EUNEWS

5 Gennaio 2015

Grecia, Commissione Europea: “L’appartenenza all’euro è irrevocabile”

Dopo le dichiarazioni indiscrete del quotidiano Der Spiegel su una possibile accondiscendenza della Germania all’uscita della Grecia dall’Eurozona, la Commissione Europa si è fatta sentire, dichiarando che “L’appartenenza all’Euro è irrevocabile”, affidandosi alle citazioni dei trattati. La portavoce della Commissione Ue Annika Breidthardt, ha infatti chiarito che “il paragrafo 3 dell’articolo 140 dei Trattati afferma che l’appartenenza all’euro è irrevocabile”, ricordando come i membri siano ora 19, a seguito dell’ingresso della Lituania, e auspicando ad un nuovo allargamento. La Germania ha poi fatto marcia indietro smentendo le dichiarazioni e chiarendo come non abbia mai mutato le proprie considerazioni in merito alla Grecia, invitando quest’ultima a rispettare i piani di risparmio concordati con i creditori internazionali.

http://www.eunews.it/2015/01/05/grecia-commissione-europea-lappartenenza-alleuro-e-irreversibile/27793

 

LE MONDE

6 gennaio 2015

Inquietudine in Europa all’avvicinarsi delle legislative in Grecia

Con l’avvicinarsi delle Elezioni legislative in Grecia, l’Europarlamento si dimostra seriamente preoccupato del periodo post elezione.
L’ex presidente della BCE ha messo in chiaro come questa sia una situazione “molto grave”, convinto che gli sforzi domandati ad Atene non siano stati dettami di austerità, ma “semplicemente il ritorno all’equilibrio”.

http://www.lemonde.fr/europe/article/2015/01/06/inquietude-en-europe-a-l-approche-des-legislatives-en-grece_4549850_3214.html?xtmc=union_europeenne&xtcr=17

 

LA REPUBBLICA

7 gennaio 2015

Ue, debito allungato e riduzione dei tassi, un piano segreto contro il default greco

Alle prese con le prossime legislative greche, Tsipras lavora intanto con la BCE e l’Unione Europea per ricercare un accordo che possa sia migliorare la posizione della Grecia, giunta ormai al 175% del PIL, sia conciliare i Governi europei, impegnati in diversi piani di risoluzione.
Una possibile conclusione dei negoziati è ancora difficile da auspicare, nonostante le prime stime del Governo tedesco che ha calcolato circa 77 miliardi di euro che la Grecia dovrebbe sostenere, nel caso di una fuoriuscita dall’eurozona.

http://www.repubblica.it/economia/2015/01/07/news/ue_debito_allungato_e_riduzione_dei_tassi_un_piano_segreto_contro_il_default_greco-104424298/

 

EL PAIS

8 gennaio 2015

La Commissione Europea annuncio un terzo salvataggio per l’Ucraina

Il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, ha annunciato un terzo pacchetto di salvataggio a favore dell’Ucraina, ancora in guerra contro la Russia. Durante il vertice a Riga, Juncker ha pronunciato parole solidali per affermare che l’Ucraina non va abbandonata e che l’UE deve lavorare per far sì che il proprio governo stili una nuova agenda di riforme che le permetta di realizzare un cambio reale per il Paese e per la sua popolazione. Il pacchetto prevede però l’approvazione dei Ventotto, non tutti accondiscendenti alla volontà del Presidente Juncker.

http://internacional.elpais.com/internacional/2015/01/08/actualidad/1420750504_089598.html

 

EL PAIS

9 gennaio 2015

Tusk fa pressione all’Europarlamento affinché approvi il registro dei passeggeri

Durante il vertice di Riga, il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, ha annunciato apertamente che provvederà ad esortare il Parlamento Europeo affinché gli europdeputati approvino un registro comune per la registrazione dei passeggeri (PNR).Tusk ha voluto così rispondere all’emergenza terrorismo che minaccia l’Europa e il mondo intero, affermando come primo passo che la creazione di un registro comune è necessario per combattere la minaccia jihadista.

http://internacional.elpais.com/internacional/2015/01/09/actualidad/1420830701_608129.html

 

LA REPUBBLICA

10 Gennaio 2015

Quantitative easing, sei dubbi e tre condizioni per Draghi
Dopo la dichiarazione del nuovo piano Draghi del Quantitative easing, le banche e i mercati sono sempre più sull’orlo della polemica. Per la realizzazione del piano, è necessario che sussistano due precondizioni: la prima, è che il Qe dovrà essere gestito e manovrato dalla banca centrale; la seconda, secondo la dichiarazione del FMI, riguarda l’obbligo di acquistare titoli oltre la scadenza dei tre anni, per lasciare spazio all’immissione di liquidità. A questo punto, però, la BCE dovrà comprare i titoli finché l’inflazione non avrà raggiunto il 2 per cento.

http://www.repubblica.it/economia/rubriche/eurobarometro/2015/01/10/news/eurobarometro_9_gennaio_2015-104618568/

 

EUNEWS

12 Gennaio 2015

L’agenda europea della settimana (12-16 gennaio)

La plenaria di Stasburgo prevede alcuni punti essenziali: il bilancio del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, le prerogative e i punti della presidenza lettone, il problema del terrorismo in considerazione delle vicende di Parigi legate al giornale satirico Charlie Hebdo, il caso dei Marò detenuti in India.
La plenaria prevede anche la discussione e la relativa votazione del programma 2015 della Commissione Europea.

http://www.eunews.it/2015/01/12/unione-europea-agenda/28172

 

L’ESPRESSO

12 Gennaio 2015

Semestre europeo, Bruxelles ci boccia “Italiani sempre disorganizzati e caotici”

Bruxelles boccia l’Italia sui programmi incompleti della presidenza di turno italiana. Le fonti UE hanno, infatti, parlato di un pollice verso nei confronti dell’Italia: riunioni formali ed informali organizzate male e caotiche, comunicazione e programmazione in ritardo e una presidenza poco ambiziosa in tema di telecomunicazioni. La critica mossa nei confronti dell’Italia si riferisce inoltre alla scarsa capacità di raccogliere il pieno sostegno di tutti i Paesi al piano di investimenti previsto dal Piano Juncker.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2015/01/12/news/semestre-europeo-bruxelles-ci-boccia-italiani-sempre-disorganizzati-e-caotici-1.194495

 

EUROPA.EU

13 gennaio 2015

Frédérique Ries in materia di OGM: “Gli Stati membri dovrebbero avere la possibilità di vietarli”

Il Parlamento ha votato martedì nuove regole per consentire agli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di OGM sul loro territorio, anche se sono stati approvati dall’Ue. Il testo deve passare al Consiglio in seconda lettura. Se adottato, la nuova direttiva entrerà in vigore con effetto immediato. La relatrice del fascicolo, Frédérique Ries, ha spiegato che l’agricoltore seguirà la decisione del suo Stato membro. Per quanto riguarda l’ambiente, le nuove regole consentiranno di limitare le contaminazioni.

http://www.europarl.europa.eu/news/fr/news-room/content/20150112STO07403/html/Ries-Les-%C3%89tats-membres-devraient-avoir-la-possibilit%C3%A9-d’interdire-les-OGM

 

EUNEWS

14 Gennaio 2015

Terrorismo, la sicurezza balza in cima all’agenda della presidenza lettone

Nell’illustrare le priorità della prossima presidenza lettone, la premier Laimdota Straujuma ha parlato di responsabilità enorme che l’Unione Europea deve mantenere in questo dato momento storico per assicurare la sicurezza a livello europeo, con occhio vigile sulla Strategia di europea di sicurezza, da realizzarsi soprattutto attraverso un sistema di registrazione dei passeggeri(PNR). La premier ha così presentato i punti essenziali della presidenza di turno, ossia competitività, Unione digitale, ruolo dell’Ue a livello mondiale, nonché appoggio della Lettonia agli accordi di libero scambio con USA e Giappone.

http://www.eunews.it/2015/01/14/terrorismo-la-sicurezza-balza-cima-allagenda-della-presidenza-lettone/28417

 

EURACTIV.COM

15 gennaio 2015

Mogherini suggerisce distensione con la Russia

In un discussion papaer presentato ai 18 Stati, l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione Europea, Federica Mogherini, ha proposto un approccio più dinamico nelle relazioni con Mosca, per reinserire con cautela la Russia nella diplomazia globale, nel commercio e in altre questioni e scongiurare così, gradualmente, la crisi in Ucraina. Il blocco, secondo la Mogherini, potrebbe far rivivere sforzi congiunti con Mosca nella soluzione delle crisi in Medio Oriente e in Corea del Nord, nonché la stessa emergenza Ebola.

http://www.euractiv.com/sections/global-europe/mogherini-suggests-detente-russia-311288

 

ANSA

15 gennaio 2015

Maro’: aula Strasburgo approva risoluzione su rimpatrio

Nella risoluzione approvata oggi, a larghissima maggioranza, il Parlamento europeo auspica che il contenzioso diplomatico tra Italia e India sul caso dei due marò italiani sia presto risolto, affidando il caso alla giurisdizione italiana o tramite arbitrato internazionale. Gli eurodeputati chiedono inoltre il rimpatrio dei due fucilieri, poiché la loro detenzione senza accusa è “una grave violazione dei diritti umani”.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/elementiHP/2015/01/15/maroaula-strasburgo-approva-risoluzione-su-rimpatrio_47f8034f-fbfe-4137-86e8-3f1faa103054.html

 

EUNEWS

15 gennaio 2015

Russia: stop a forniture gas tramite Ucraina, se Ue lo vuole crei collegamenti in Turchia

La Russia interromperà il flusso di gas attraverso l’Ucraina e lo farà transitare attraverso la Turchia. Per Miller, amministratore delegato del colosso del gas russo, l’Ue ha al massimo due anni per costruire le infrastrutture necessarie o i flussi di gas “finiranno su altri mercati”. Il commissario Ue all’energia, Sefcovic crede sia possibile “trovare una soluzione migliore”. L’Ue si aspetta che “gli obblighi derivanti dai contratti in essere vengano in ogni caso rispettati”, ricorda la Commissione Ue a Mosca.

http://www.eunews.it/2015/01/15/russia-basta-stop-forniture-gas-tramite-ucraina-se-ue-lo-vuole-crei-collegamenti-turchia/28598

 

EURACTIV

15 gennaio 2015

Piano Juncker: Katainen, progetti pronti a giugno

Fondo attivo entro giugno e primi prestiti già nell’estate del 2015. Sono le scadenze indicate dal vicepresidente della Commissione europea Katainen per la partenza del piano Juncker. Ancora nessuna decisione italiana sul contributo al fondo europeo per gli investimenti strategici, ma, se anche i Paesi membri decidessero di non investire nulla, ci sono 60 miliardi di capitale fresco che saranno messi a disposizione delle imprese da giugno, ha spiegato Katainen.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10597-piano-juncker-katainen-progetti-pronti-a-giugno.html

 

EUROPAE

15 gennaio 2015

Agricoltura, i risultati della Presidenza italiana

Durante il semestre italiano di presidenza del Consiglio dell’Ue, il Ministro Martina è riuscito ad evitare il taglio del budget per l’agricoltura nel 2015. Buoni risultati sono stati raggiunti sul tema dell’imprenditoria giovanile in agricoltura, è stato approvato il regolamento sugli OGM. Si sarebbe potuto fare di più per portare maggiormente all’attenzione dell’Ue Expo 2015. Non si è raggiunto un accordo generale sul nuovo regolamento sull’agricoltura biologica.

http://www.rivistaeuropae.eu/interno/agricoltura-pesca/agricoltura-i-risultati-della-presidenza-italiana/

 

EUROPA.EU

15 gennaio 2015

La Commissione definisce le priorità in materia di infrastrutture e i bisogni d’investimento per la rete transeuropea di trasporto (TEN-T) fino al 2030

I nuovi studi pubblicati dalla Commissione europea evidenziano le esigenze di sviluppo delle infrastrutture, che rappresentano circa 700 miliardi di euro di investimenti fino al 2030. Violeta Bulc, commissario europeo per i trasporti, ha dichiarato: “Dobbiamo raddoppiare gli sforzi affinchè la rete centrale TEN-T sia pienamente operativa entro il 2030, al fine di garantire il regolare flusso di passeggeri e merci in tutta l’Ue. Abbiamo bisogno di una Unione interconnessa, senza confini, per far crescere il nostro mercato interno”.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-15-3341_fr.htm

 

EURACTIV.IT

16 gennaio 2015

Crisi: Katainen, Bce non può fare tutto da sola

Il Vicepresidente della Commissione Europea, il finlandese Jyrki Katainen, ha presentano le linee guida dell’agenda economica della Commissione Juncker, proprio durante la sua visita in Italia. Katainen ha richiamato l’attenzione su quanto sia necessario che l’Unione Europea si doti di strumenti di stimolo dell’economia reale, come ad esempio riforme ed investimenti.
Il vipresidente ha poi una partecipazione degli investitori privati sui soggetti più a rischio, chiarendo che la politica economica non può fare “tutto da sola”.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10604-crisi-katainen-bce-non-puo-fare-tutto-sola.html

 

EUROPA.EU

16 gennaio 2015

Passaggio all’euro di successo in Lituania

In Lituania, il passaggio dai litas all’euro è stato regolare e positivo. Da oggi, non è più possibile effettuare pagamenti in litas, essendo terminato il 15 gennaio il periodo di 15 giorni di doppia circolazione. Banche, uffici postali e rivenditori se la sono cavata bene con il carico di lavoro supplementare dovuto al processo di transizione e alla gestione in parallelo di due valute. La Banca lituana cambierà i litas in euro per un periodo illimitato di tempo e gratuitamente.

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-15-3401_fr.htm?locale=en

 

ANSA

16 gennaio 2015

Ue-Marocco:accordo su riconoscimento Indicazioni geografiche

Unione Europea e Marocco hanno concluso un accordo di protezione reciproca delle loro Indicazioni geografiche(Ig) nel settore agroalimentare. L’intesa “dà un nuovo slancio alle relazioni tra Bruxelles e Rabat”, ha dichiarato il commissario Ue all’agricoltura Hogan. Per il ministro marocchino dell’agricoltura, Akhannouch, l’accordo “è una vera sfida per i produttori marocchini, allo scopo di ottimizzare il valore aggiunto della loro produzione”.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/elementiHP/2015/01/16/ue-maroccoaccordo-su-riconoscimento-indicazioni-geografiche_05be4c90-74db-4939-9204-ef1e3ac00a40.html

 

EUNEWS

16 gennaio 2015

Salario minimo, come funziona in Europa

22 Stati membri su 28 e diversi paesi candidati all’Ue prevedono un salario minimo, ma questo varia notevolmente da uno Stato membro all’altro. Il salario minimo più alto in Europa è previsto in Lussemburgo, quello più basso in Bulgaria. Juncker, Presidente della Commissione europea, nel suo intervento al Parlamento Ue prima della votazione che avrebbe confermato la sua nomina, aveva dichiarato di voler lavorare per “definire un reddito minimo garantito in tutti i paesi dell’Ue”.

http://www.eunews.it/2015/01/16/salario-minimo/28610

 

EURACTIV

17 gennaio 2015

Pe: in agenda priorità presidenza lettone e Ttip

Da lunedì a giovedì le aule di Bruxelles ospiteranno ministri e rappresentanti del Governo lettone, che elencheranno e discuteranno con gli eurodeputati le priorità del semestre di presidenza del Consiglio dell’Ue. Mercoledì, al centro dei lavori della commissione Commercio internazionale ci saranno i negoziati Ue-Usa sull’accordo di libero scambio (Ttip).

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/10602-pe-in-agenda-priorita-presidenza-lettone-e-ttip.html

 

RIVISTAEUROPAE.EU

17 gennaio 2015

Ambiente: impegno dell’UE per un’economia circolare

Nel suo piano per l’ambiente, la Commissione Europea ha adottato una strategia per un’economia circolare, al fine di adottare un sistema economico il cui focus sia la valorizzazione delle risorse prime attraverso il riciclo e il riutilizzo delle spese. Questa nuova strategia produrrebbe crescita sostenibile e ridurrebbe la pressione. L’obiettivo della Commissione è ricercare l’alternativa al modello di economia lineare degli ultimi dieci anni, che ha procurato, inoltre, una decrescita economica.

http://www.rivistaeuropae.eu/interno/ambiente-interno/ambiente-limpegno-dellue-per-uneconomia-circolare/

 

EUROPAE

18 gennaio 2015

INCE: l’Iniziativa centro-Europea compie 25 anni

L’Iniziativa Centro-Europea ha celebrato il suo venticinquesimo anno di attività nel 2014; nata a Budapest l’11 novembre 1989 tra quattro Paesi che adottarono una Dichiarazione Congiunta per “rafforzare le relazioni di buon vicinato”, oggi è composta da 18 Stati membri. Oggi la sua missione principale è promuovere la coesione e assistere gli Stati membri, in particolare quelli al di fuori dell’Ue, nel loro percorso di consolidamento economico, politico e sociale.

http://www.rivistaeuropae.eu/esteri/ince-liniziativa-centro-europea-compie-25-anni/

 

EL PAIS

18 gennaio 2015

L’accesso della Lituana nell’euro rafforza i Baltici nell’Unione Europea

Il 15 gennaio la Lituania è entrata ufficialmente all’interno dell’Unione Europea, con il desiderio di divenire parte a tutti gli effetti del cuore europeo. L’accesso della Lituania simboleggia la costituzione rafforzata dei Paesi Baltici: assieme a Lettonia, Estonia e la più grande Finlandia, costituiscono infatti un gruppo di pressione intraeuropeo, con due delle sette vicepresidenze della Commissione.

http://economia.elpais.com/economia/2015/01/17/actualidad/1421507268_660333.html

 

EURACTIV.COM

19 Gennaio 2015

I Ministri degli Esteri UE discutono di un embargo libico sul petrolio

La soluzione per scongiurare la crisi in Libia potrebbe essere ordinare un embargo nei confronti della Libia. Questa si presenta come una delle possibili opzioni presentate nel paper che verrà discusso lunedì dai Ministri degli Esteri a Bruxelles. Tuttavia, l’embargo avrebbe poche conseguenze a livello economico, in quanto gli acquirenti di petrolio libico avrebbero già provveduto a ricercare delle alternative.

http://www.euractiv.com/sections/global-europe/eu-foreign-ministers-discuss-oil-embargo-press-peace-libya-311358

 

LA REPUBBLICA

19 gennaio 2015

Grecia, Juncker: “Qualsiasi nuovo governo dovrà rispettare impegni”

Ad una settimana dalle elezioni legislative anticipate, il Presidente della Commissione europea, Juncker ha detto che “Il governo che uscirà dalle urne greche dovrà rispettare gli impegni presi da Atene e proseguire nelle riforme e nella responsabilità finanziaria”. Christine Lagarde, numero uno del Fmi, minaccia conseguenze se la Grecia dovesse cambiare le carte in tavola sui pagamenti del debito. E intanto nei sondaggi la sinistra radicale con il suo leader Tsipras è sempre in testa.

http://www.repubblica.it/esteri/2015/01/19/news/grecia_juncker_qualsiasi_nuovo_governo_dovr_rispettare_impegni-105259020/

 

EURACTIV.COM

20 Gennaio 2015

L’UE ricorre contro la decisione che Hamas sia eliminata dalla lista terroristi

Lunedì 19 gennaio, l’Unione Europea ha dichiarato di voler chiedere alla Corte Europea che venga rivista la decisione che Hamas venga eliminata dalla lista delle organizzazioni terroristiche.
La Mogherini ha dichiarato che a risultato del ricorso, Hamas rimarrà nella lista europea delle organizzazioni terroristiche: l’UE dovrà quindi provare che Hamas rimane un gruppo terroristico.
L’Alto Rappresentante ha poi dichiarato che l’UE stava già studiando “altre azioni appropriate” nel caso in cui si fossero presentate situazioni simili e che comunque la lotta al terrorismo rimane una delle prerogative dell’Unione Europea.

http://www.euractiv.com/sections/global-europe/eu-appeal-ruling-hamas-should-be-terror-list-311407

 

RIVISTAEUROPAE.EU

21 Gennaio 2015

Terrorismo: l’UE richiede più scambio di informazioni

Alla luce degli ultimi fatti successi in Africa e delle recenti relazioni con la Russia, il Consiglio dell’Unione Europea si è riunito nella formazione Affari Esteri, presieduto dall’Alto Rappresentante per la Politica Estera dell’UE Federica Mogherini. Il Consiglio ha approvato nuove missioni in Africa a sostegno della sicurezza e delle forze armate della Repubblica Centrafricana. In merito alla Russia, il Consiglio ha deciso di mantenere le sanzioni su Mosca e rimandare a marzo eventuali decisioni definitive. Riguardo al terrorismo, ha poi stabilito di rafforzare lo scambio di informazioni tra i Paesi membri e implementare una maggiore cooperazione con i Paesi arabi e mediterranei.

http://www.rivistaeuropae.eu/esteri/esterni/terrorismo-lue-richiede-piu-scambi-di-informazioni/

 

EURACTIV

21 gennaio 2015

Fondi Ue: Italia, nel 2014 non spesi 4 miliardi

La programmazione 2014-2020 dei fondi europei parte con il piede sbagliato. In base a un monitoraggio della Commissione Ue, sono 21 i miliardi di euro non spesi nel 2014 che dovranno essere trasferiti sul bilancio 2015. Buona parte di questo denaro riguarda l’Italia che ha lasciato nel congelatore il 66% delle sue risorse, rivelandosi il quinto peggior paese europeo nella classifica della capacità di spesa. I programmi operativi italiani sono in larga parte da riprogrammare. C’è, poi, un ritardo continuo nella comunicazione dei dati.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10622-fondi-ue-italia-nel-2014-non-spesi-4-miliardi.html

 

EUNEWS

22 gennaio 2015

“Syriza ha convinto (quasi) anche Berlino e valuta mossa a sorpresa per il Capo dello Stato”

La vittoria di Syriza alle elezioni di domenica 25 viene data oramai come certa da tutti i sondaggi eppure a livello internazionale non sembra esserci quella preoccupazione, che sembrava regnare nel maggio 2012. Janis Emmanouilidis dell’European policy center dichiara che “Tsipras non è più così radicale come un tempo”, e continua “A Berlino alcuni ritengono che lui possa essere un’opportunità per scardinare problemi come la corruzione molto diffusa e il potere della vecchia classe dominante”. Anche i mercati sembrano meno spaventati di una sua possibile vittoria.

http://www.eunews.it/2015/01/22/syriza-berlino-intervista/28916

 

RIVISTAEUROPAE.EU

22 Gennaio 2015

Serbia alla presidenza dell’OSCE fra UE e Russia

Il 15 Gennaio la Serbia ha assunto la presidenza di turno all’OSCE, designando quelle che saranno le prerogative dell’Organizzazione: soluzione per crisi ucraina, lotta al terrorismo, processi di riconciliazione regionale.
La presidenza sarà un ottimo slancio per la Serbia, che vuole diventare membro UE. L’Unione Europea infatti vigilerà sull’attività della Serbia, assicurandosi che questa rispetti almeno i principi basilari di politica estera europea e l’integrità territoriale dell’Ucraina.

http://www.rivistaeuropae.eu/esteri/esterni/serbia-alla-presidenza-dellosce-fra-ue-e-russia/

 

EURACTIV

22 gennaio 2015

Bce: Qe, per l’Italia via a 170 miliardi di acquisti

Il quantitative easing, il piano di acquisti di titoli di Stato, annunciato dalla Bce e tanto atteso dai mercati, partirà a marzo prossimo e proseguirà fino a settembre del 2016. Il denaro della Bce sarà speso in proporzione alle quote di partecipazione dei singoli Paesi membri nel capitale dell’Eurotower, a loro volta basate sul Pil di ciascun Paese. Le banche centrali nazionali sopporteranno l’80% del peso dell’operazione, mentre la Bce coprirà il 20 per cento.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10630-bce-qe-per-l-italia-via-a-170-miliardi-di-acquisti.html

 

EURACTIV

22 gennaio 2015

Africa: Gruppo dei 10, da strategia a partenariato

Con il vertice svoltosi nell’aprile 2014 a Bruxelles, fra il Consiglio europeo e i leader dei 54 paesi dell’Unione africana, si è deciso di passare da una “Strategia Ue per l’Africa” a un vero e proprio “Partenariato strategico Ue-Africa”. Si tratta di dare al rapporto fra Europa e Africa un nuovo carattere di uguaglianza politica, così da affrontare i problemi come sfide comuni. Il Documento n. 35 redatto dal Gruppo dei Dieci, illustra il nuovo rapporto Europa-Africa analizzandone le caratteristiche, le priorità e le potenzialità.

http://www.euractiv.it/it/opinioni/segnalazioni/10628-africa-gruppo-dei-10-da-strategia-a-partenariato.html

 

NEXT QUOTIDIANO

23 gennaio 2015

Quantitative Easing: cosa succede al tuo portafogli

Il Quantitative Easing della Bce è partito ieri con l’annuncio di Mario Draghi: alla fine lo sforzo di Francoforte per l’acquisto di titoli di Stato e privati sul mercato secondario allo scopo di creare moneta e liberare risorse per l’economia reale è più grande del previsto: 1100 miliardi fino a settembre 2016. Ma quali sono gli effetti sull’economia reale? L’effetto sulle famiglie sarà ottenere più facilmente mutui e prestiti dalle banche. Le imprese potranno accedere più facilmente al credito mentre il valore dei titoli coinvolti nel programma della Bce aumenta.

http://www.nextquotidiano.it/quantitative-easing-succede-tuo-portafogli/

 

LA TRIBUNE

23 gennaio 2015

Il piano della BCE non sarà “sufficiente per rilanciare l’attività europea”

In un’intervista a France 2, giovedi 22 gennaio, il direttore generale del Fondo monetario internazionale (FMI) Christine Lagarde, ha detto che il quantitative easing annunciato dalla BCE, doveva essere completato da altre azioni. “Occorrono più riforme dei fondi strutturali che migliorino la competitività di un certo numero di economie”, ha spiegato. “Ma le banche si sentono abbastanza sicure per prestare all’economia?”, si è chiesta Christine Lagarde.

http://www.latribune.fr/actualites/economie/union-europeenne/20150123tribccee9f1b0/le-plan-de-la-bce-ne-sera-pas-suffisant-pour-relancer-l-activite-europeenne.html

 

EURACTIV

26 gennaio 2015

Grecia: Eurogruppo, l’aiuteremo a restare in euro

La Commissione europea è pronta a “riprendere un dialogo costruttivo” con il nuovo governo greco “in perfetta armonia con l’Eurogruppo e con i governi” perché “vogliamo una Grecia in grado di crescere in modo sostenibile e in grado di ripagare i suoi debiti”. Ad esprimersi così, dopo l’Eurogruppo, è stato il commissario europeo agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici. Il presidente dell’Eurogruppo, Dijsselbloem ha detto: “Credo profondamente che tutti i 19 paesi debbano rimanere insieme nell’euro”.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10653-grecia-eurogruppo-l-aiuteremo-a-restare-in-euro.html

 

EURACTIV

27 gennaio 2015

Piano Juncker: Ecofin, rivedere proposta su Efsi

La proposta della Commissione sull’organizzazione del Fondo per gli investimenti Efsi, nel quadro del piano Juncker, va rivista in modo radicale. E’ la novità più importante che emerge dall’Ecofin svoltosi martedì a Bruxelles. Il ministro delle Finanze tedesco, Schaeuble si è detto contrario a “contributi supplementari nazionali nel Fondo”. Quanto al taglio che dovranno avere i progetti da finanziare, Schaeuble ha aggiunto: “Dobbiamo limitarci a quelli fattibili, interessanti per tutta la Ue, non legati a logiche politiche”.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10659-piano-juncker-ecofin-rivedere-proposta-su-efsi.html

 

Il Sole 24 Ore

27 gennaio 2015

Grecia, chi è il falco Yanis Varoufakis, il nuovo ministro delle Finanze che tratterà con l’Europa

Varoufakis è l’espressione della linea dura di Syriza contro l’austerity imposta ad Atene dai creditori internazionali. Sarà dunque lui l’interlocutore con cui leader e istituzioni europee andranno a trattare la rinegoziazione del debito. Sono come un «teologo ateo nascosto in un monastero medievale» ha detto a proposito delle sue posizioni contro la teoria economica convenzionale che prevede, in risposta alla crisi, rigore di bilancio e riforme strutturali liberiste.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2015-01-27/alle-finanze-falco-varoufakis-economista-accidentale-103043.shtml?uuid=ABFDzdkC

 

LA REPUBBLICA

28 gennaio 2015

Grecia, Tsipras tende la mano alla Ue: “Non vogliamo andare allo scontro”

Alexis Tsipras ha aperto il suo primo consiglio dei ministri assicurando che “la Grecia non andrà in default” e ha continuato, “faremo proposte realistiche ai creditori” in vista dei negoziati per la riduzione del debito. I mercati stanno seguendo con scetticismo l’evoluzione della situazione ad Atene. Per risolvere i problemi della Grecia “non ci sono scorciatoie”, e tutti, “governo, eurogruppo e Commissione devono rafforzare la stabilità”, questa la posizione di Bruxelles riaffermata da Katainen, vicepresidente della Commissione europea.

http://www.repubblica.it/esteri/2015/01/28/news/tsipras_28_gennaio-105973395/?ref=HREC1-5

 

EUNEWS

28 gennaio 2015

Vongole, l’Italia protesta a Bruxelles per i limiti alla pesca della “piccole”

A Bruxelles, l’Italia cercherà di trovare in breve tempo una soluzione alla normativa comunitaria restrittiva che potrebbe mettere in ginocchio il settore della pesca dei molluschi bivalvi, al quale appartiene la vongola. Secondo l’Ue, la taglia minima del pescato deve essere di 2,5 centimetri. In caso contrario, si apre un processo penale e i pescherecci potrebbero essere costretti a pagare sanzioni fino ai 4,000 euro.

http://www.eunews.it/2015/01/28/vongole-piccole-italia-bruxelles/29220

 

EUNEWS

28 gennaio 2015

Sessantatre deputati europei a Mogherini: sospendere accordo di associazione con Israele

63 eurodeputati hanno chiesto all’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini di sospendere l’accordo di associazione dell’Ue con Israele in quanto sta palesemente violando gli impegni assunti, che prevedono il rispetto dei diritti umani e dei principi democratici. “L’Ue dovrebbe giocare un ruolo chiave nella promozione di una giusta pace tra Israele e Palestina basata sul diritto internazionale”, fanno notare gli eurodeputati.

http://www.eunews.it/2015/01/28/sessantatre-deputati-europei-mogherini-sospendere-accordo-di-associazione-con-israele/29240

 

LA TRIBUNE

28 gennaio 2015

Qual è il vero problema della Legge Macron?

Senza offesa per Emmanuel Macron, le misure contenute nel progetto di legge per “la crescita, l’attività e la parità di opportunità economiche” non sono rivoluzionarie. Deregolamentare alcune professioni, facilitare il lavoro domenicale e di sera, liberalizzare il trasporto degli autocarri, che sono le tre misure più simboliche del testo non trasformeranno in profondità l’economia francese. Non è con questo testo che il numero di persone iscritte al Centro per l’occupazione diminuirà bruscamente. Eppure Macron è certo che i primi effetti del disegno di legge saranno già evidenti quest’estate.

http://www.latribune.fr/actualites/economie/france/20150128triba340416d2/quel-est-le-veritable-enjeu-de-la-loi-macron.html

 

EURONEWS.FR

29 gennaio 2015

Ucraina: la lista nera europea dovrà essere prolungata

I Ministri degli Esteri Europei dibattono su un possibile aumento di pressione da parte dell’Europa, a seguito dell’aggravarsi della situazione in Ucraina. Alla stregua della Francia, infatti, molti altri Paesi europei hanno intenzione di allargare la lista nera europea e prolungarla per altri sei mesi.
Il Ministro per gli Affari Esteri francese, Harlem Désir, ha dichiarato così che è necessario per l’Unione Europea mantenersi unita, esercitando tutta la pressione eventualmente necessaria.

http://fr.euronews.com/2015/01/29/ukraine-la-liste-noire-europeenne-devrait-etre-prolongee/

 

EURONEWS.IT

29 gennaio 2015

Controlli sul web e alle frontiere, l’UE alla ricerca di una strategia contro il terrorismo

I Ministri dell’Interno europei si sono riuniti a Riga per discutere della realizzazione di una strategia condivisa di lotta al terrorismo.
L’obiettivo non è solo quello di rafforzare i controlli all’interno e all’esterno dell’area Schengen, con la creazione di un registro dei passeggeri europei, ma combattere il terrorismo anche attraverso il web: l’UE punta alla creazione di un team di esperti per realizzare una anti-propaganda online ed esercitare maggiore controllo sui social networks.

http://it.euronews.com/2015/01/29/controlli-sul-web-e-alle-frontiere-l-ue-alla-ricerca-di-una-strategia-contro-il/

 

EL PAIS

30 gennaio 2015

La Grecia rifiuta di cooperare con la Troika e chiede una proroga del salvataggio

Il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha incontrato ad Atene il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis, con l’obiettivo di conoscere i punti della nuova agenda economica: l’abbandono del salvataggio e la ristrutturazione del debito. Durante la visita ad Atene, Dijsselbloem ha incontrato anche Tsipras, avendo modo di constatare ancor più le linee della nuova politica greca sulla scia delle considerazioni del nuovo ministro per l’Economia Yorgos Stathakis che ribadito le intenzioni della Grecia di negoziare il debito con i Governi Europei.

http://internacional.elpais.com/internacional/2015/01/30/actualidad/1422631270_514624.html

Rassegna Stampa Novembre – Dicembre 2014

EUROPARLAMENTO24
19 Novembre 2014
Energia: Guidi a Sefcovic, forte impulso al mercato unico
“Proseguire con determinazione verso un mercato unico europeo dell’energia al fine di favorire una maggiore sicurezza anche diversificando le fonti e le rotte di approvvigionamento”. Tali obiettivi sono stati rimarcati con forza nel vertice che si è svolto al ministero dello Sviluppo economico tra il ministro Guidi e il Vice presidente della Commissione Europea, Sefcovic. 
http://www.europarlamento24.eu/energia-guidi-a-sefcovic-forte-impulso-al-mercato-unico/0,1254,106_ART_19053,00.html

CORRIERE DELLA SERA
21 Novembre 2014
«Infrastrutture e hi-tech, così l’Italia può investire per spingere la crescita»
A chi tocca salvare la corazzata Europa e certi suoi vascelli così fragili, per esempio imprese e banche? Scannapieco, vicepresidente della Bei propone: «i fondi pubblici dovrebbero essere usati per permettere a noi, alla Cassa depositi e prestiti e ad altri istituti, di assumerci più rischi per finanziare in Europa e in Italia banche, enti, grandi e piccole imprese che fanno ricerca, sviluppo ed innovazione. E attirare così anche soldi privati».
http://www.corriere.it/economia/speciali/2014/europa/notizie/infrastrutture-hi-tech-cosi-l-italia-puo-investire-spingere-crescita-14c7e83c-717f-11e4-b9c7-dbbe3ea603eb.shtml

EUNEWS
21 Novembre 2014
Draghi: nell’Eurozona situazione dell’inflazione sempre più difficile
In occasione di un convegno bancario a Francoforte, Draghi, presidente della Bce, ha dichiarato: “Ci sono tutta una serie di politiche” oltre a quella monetaria, “che possono riuscire a riportare la crescita e l’inflazione su un percorso più solido, e tutti noi dobbiamo assumerci le nostre responsabilità in merito”. È “essenziale riportare senza perdere tempo l’inflazione agli obiettivi” del 2 % fissati dal mandato della Bce, ha aggiunto Draghi.
http://www.eunews.it/2014/11/21/draghi-nelleurozona-situazione-dellinflazione-sempre-piu-difficile/25635

EUROPARLAMENTO24
21 Novembre 2014
Bce: Draghi, vigilanza unica passo più importante verso integrazione da Uem
Mario Draghi, presidente della Bce, aprendo la cerimonia di inaugurazione del Meccanismo unico di vigilanza bancaria a Francoforte, ha affermato: “la creazione di un sistema di vigilanza unico europeo è un passo che risponde in modo determinato alla crisi, rafforza l’euro e ci proteggerà in futuro”.
http://www.europarlamento24.eu/bce-draghi-vigilanza-unica-passo-piu-importante-verso-integrazione-da/0,1254,106_ART_19069,00.html

ANSA
21 Novembre 2014
Fondi Ue: task-force Bruxelles per aiutare Regioni in ritardo
“Ci sono Regioni in Ue in cui continuiamo a pompare soldi da anni e non se ne vedono i risultati. Dobbiamo analizzare la situazione, capire perché accade”, ha detto il commissario Ue alle Politiche regionali Corina Cretu. Per questo, la Commissione europea ha deciso di istituire delle task-force per aiutare le Regioni europee in ritardo nell’assorbimento dei fondi per il periodo 2007-2013.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/11/21/fondi-uetask-force-bruxelles-per-aiutare-regioni-in-ritardo_0e7558d4-b784-4355-9e2d-3dd17ac45ac2.html

EURACTIV
21 Novembre 2014
Povertà: Poletti, migliorare lavoro comune
Il ministro del Lavoro italiano Poletti, intervenuto, con un video-messaggio, alla conferenza annuale della Piattaforma europea contro la povertà e l’esclusione sociale in corso a Bruxelles ha evidenziato che “la strategia Europa 2020 ha introdotto obiettivi ambiziosi, come una nuova metodologia per misurare il fenomeno e per suggerire raccomandazioni per la riduzione della povertà negli Stati membri. Ma evidentemente non è ancora abbastanza, dobbiamo migliorare il nostro metodo di lavoro comune”.
http://www.euractiv.it/it/news/sociale/10347-poverta-poletti-migliorare-lavoro-comune.html

EURACTIV
22 Novembre 2014
Legge stabilità: lettera Padoan Commissione europea
“Sono fiducioso che lo sforzo di riforma senza precedenti attualmente intrapreso dall’Italia sarà sostenuto con chiarezza dalle istituzioni europee”. Lo scrive il ministro dell’Economia Padoan in una lettera inviata al commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Moscovici, e quello all’Euro e al Dialogo sociale, Dombrovskis, nell’imminenza del giudizio della Commissione europea sulla Legge di Stabilità italiana. E aggiunge: “Sono convinto che un’applicazione di successo della strategia sarà benefica sia per l’Italia che per tutta l’economia europea”.
http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10354-legge-stabilita-lettera-padoan-commissione-europea.html

EUROPARLAMENTO24
25 Novembre 2014
Il Papa a Strasburgo: l’Europa riscopra i suoi valori
Il Papa è stato invitato a Strasburgo dal Presidente Martin Schulz, in nome del Parlamento europeo. L’ultima visita di un Pontefice risale al 1988, quando Papa Giovanni Paolo II si era rivolto al Parlamento, un anno prima della caduta del muro di Berlino. Nel suo discorso, Papa Francesco ha elogiato che la promozione dei diritti umani occupi “un ruolo centrale nell’impegno dell’Ue in ordine a favorire la dignità della persona, sia al suo interno che nei rapporti con gli altri paesi”.
http://www.europarlamento24.eu/il-papa-a-strasburgo-l-europa-riscopra-i-suoi-valori/0,1254,106_ART_19095,00.html

EUROPAE
25 Novembre 2014
Kosovo: Mogherini a gamba tesa sullo scandalo Eulex
Alcuni ufficiali e funzionari di EULEX, la missione europea in Kosovo, volta a stabilire lo stato di diritto nel Paese sono sospettati di aver intascato tangenti per insabbiare almeno tre processi giudiziari. “La credibilità della missione merita di essere pienamente tutelata”, ha detto Mogherini, Alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Per questo è stato nominato un esperto legale esterno alla missione, Jacqué che dovrà occuparsi specificamente delle accuse ed entro quattro mesi riferire alla Mogherini i risultati del suo lavoro.
http://www.rivistaeuropae.eu/esteri/esterni/kosovo-mogherini-a-gamba-tesa-sullo-scandalo-eulex/

EURACTIV
25 Novembre 2014
Ambiente: buste plastica, ok commissione Envi
Con 60 voti a favore e tre astensioni, la commissione Ambiente del Parlamento europeo ha approvato l’accordo raggiunto con il Consiglio dei ministri dell’Ue per ridurre l’uso dei sacchetti di plastica più inquinanti. Con le nuove norme, gli Stati membri saranno tenuti a portare il consumo medio a persona a 90 sacchetti entro il 2019 e a 40 entro il 2025. In alternativa, i paesi Ue potranno decidere, entro il 2018, di fissare un prezzo alle buste di plastica non biodegradabili e di vietarne la distribuzione gratuita ai consumatori.
http://www.euractiv.it/it/news/ambiente-energia/10362-ambiente-buste-plastica-ok-commissione-envi.html

ANSA
26 Novembre 2014
Pmi: Commissione raccoglie idee su mercato unico e digitale
Obiettivo dell’incontro dei Gruppi di esperti dei 28 sulle politiche per imprese e pmi convocati oggi a Bruxelles dalla Commissione europea è raccogliere idee su come consolidare il mercato unico e scommettere anche sulla digitalizzazione dell’ambiente imprenditoriale. L’esecutivo Juncker ha fatto del resto dell’economia digitale una delle sue priorità per far ripartire crescita e occupazione.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/europa_pmi/2014/11/26/pmi-commissione-raccoglie-idee-su-mercato-unico-e-digitale_3d42e09a-f561-40f5-afb6-69ca77f2a25c.html

Il Sole 24 Ore
26 Novembre 2014
Juncker: al via da giugno il piano di investimenti da 315 miliardi
Il piano europeo per investimenti da 315 miliardi di euro potrà diventare operativo da giugno e i contributi volontari dei singoli Stati membri saranno scorporati dal calcolo del deficit. Questi i punti fermi enunciati questa mattina dal presidente della Commissione Juncker davanti all’assemblea plenaria dell’Europarlamento. Secondo Juncker, l’attivazione del piano “sarà un test di credibilità fondamentale per gli investitori e i mercati finanziari internazionali”. Egli stesso conta “sulla competenza della Bei per il successo dell’iniziativa”.
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-11-26/juncker-via-giugno-piano-investimenti-315-miliardi–102238.shtml?uuid=AB9adHIC

EUNEWS
26 Novembre 2014
Petriccione (Commissione Ue): Non c’è solo il TTIP, anche l’accordo con il Giappone è decisivo
L’Ue sta negoziando tanti trattati commerciali, tra cui il TTIP, accordo commerciale e per gli investimenti in fase di negoziato tra Ue e Usa. Un altro esempio è il trattato sul commercio e gli investimenti con il Giappone. La Commissione europea stima che “se i due accordi con Usa e Giappone venissero conclusi secondo i criteri che intendiamo noi, varrebbero un’aggiunta di circa due punti percentuali al Pil dell’Ue”. E’ Petriccione, vice direttore della Direzione Generale Commercio della Commissione, a dichiararlo in un’intervista a Eunews.
http://www.eunews.it/2014/11/26/petriccione-commissione-ue-laccordo-con-il-giappone-e-il-ttip-valgono-il-2-del-pil-europeo/25804

EURACTIV
26 Novembre 2014
Pac: ComAgri a Hogan, rinviare greening a 2016
Nell’ambito della riforma della Pac, ogni Stato membro deve destinare il 30% della dotazione nazionale per i pagamenti diretti alla componente greening. Con un appello al commissario Hogan i coordinatori dei maggiori gruppi politici in commissione Agricoltura al Parlamento europeo chiedono di rinviare al 2016 l’applicazione del greening, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2015. Secondo i coordinatori, questa misura, se introdotta prima che i 28 siano pronti a implementarla, rischia di danneggiare l’intero settore agricolo europeo.
http://www.euractiv.it/it/news/agroalimentare/10377-pac-comagri-a-hogan-rinviare-greening-a-2016.html

LA TRIBUNE
27 Novembre 2014
La Bce rifletterà sul riscatto del debito pubblico all’inizio del 2015
La Bce potrebbe decidere nel primo trimestre del 2015 se c’è bisogno di avviare un programma di acquisto di titoli di Stato, ha dichiarato mercoledì 26 novembre il suo vice-presidente Vitor Constancio. Se le iniziative già prese dalla Bce non porteranno i loro frutti “dovremo studiare l’acquisto di altri beni, tra cui titoli di Stato sul mercato secondario”, ha aggiunto Constancio.
http://www.latribune.fr/actualites/economie/union-europeenne/20141127tribe5c9d69de/la-bce-reflechira-au-rachat-de-dette-souveraine-debut-2015.html

ANSA
27 Novembre 2014
Tlc: Ue, fine roaming affonda sotto spaccature paesi
Non è ancora tempo per la fine del roaming. I 28 sono rimasti su posizioni troppo diverse per poter arrivare a un accordo al Consiglio Tlc. “Tutti però hanno confermato la volontà comune di andare avanti”, ha sottolineato il sottosegretario Giacomelli che ha presieduto la riunione dei 28. “Faremo ogni sforzo per scongiurare il rischio di rinvio” della fine del roaming “e per favorire una scelta in tempi rapidi compatibili con quelli indicati dal Parlamento Ue”, ha voluto rassicurare Giacomelli.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/11/27/tlc-ue-fine-roaming-affonda-sotto-spaccature-paesi_3b0047a8-032a-49d8-8766-2747a3a4ba52.html

LE MONDE
28 Novembre 2014
Bilancio: Bruxelles concede un periodo di tre mesi a Parigi
Tre mesi. Questo è il tempo che la Commissione europea ha concesso a Parigi – e a Roma – nel parere che ha rilasciato, venerdì 28 novembre, sui loro progetti di bilancio per il 2015. Per quanto riguarda la Francia, Bruxelles afferma che “il progetto del piano di bilancio presenta un rischio di non rispetto delle regole del Patto di stabilità e crescita” e aggiunge che “per garantire il rispetto dei suoi obblighi, il Paese deve continuare e accelerare sulla via delle riforme strutturali”.
http://www.lemonde.fr/economie/article/2014/11/28/budget-bruxelles-accorde-un-delai-de-trois-mois-a-paris_4530869_3234.html

ANSA
28 Novembre 2014
Botta e risposta Bruxelles-Berlino su investimenti
Riforme e conti in ordine, ma anche investimenti. E’ la battaglia incrociata che la Commissione Ue sta cercando di giocare sullo scacchiere europeo, dove subito si è innescato un botta e risposta tra Bruxelles e Berlino. Sotto la lente dell’esecutivo europeo, infatti, non sono finite solo Francia e Italia, ma è arrivato un richiamo, pur con toni diversi, anche per la Germania, perché i paesi che hanno spazio fiscale devono sfruttarlo per contribuire a far ripartire l’economia anemica dell’Eurozona.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/elementiHP/2014/11/28/botta-e-risposta-bruxelles-berlino-su-investimenti_a3ed3899-b844-4dc0-9c70-0fe7e1bd3ab3.html

EUROPA.EU
28 Novembre 2014
Bilancio Ue 2015: Nuova proposta della Commissione al Parlamento e al Consiglio
La Commissione europea ha adottato oggi un nuovo progetto di bilancio dell’Ue per il 2015 dopo che il periodo di negoziati tra Parlamento europeo e Consiglio si è concluso senza accordo. Il nuovo progetto di bilancio prevede €145.2 miliardi in impegni (+ 1,8% rispetto al 2014) e € 141.3 miliardi in pagamenti (+ 0,7%). La proposta è stata trasmessa al Parlamento europeo e al Consiglio, al fine di continuare i negoziati la prossima settimana.
http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-2233_fr.htm?locale=en

ADNKRONOS
28 Novembre 2014
Legge di stabilità, da Bruxelles via libera ‘condizionato’. A marzo nuova verifica
La Commissione europea dà una via libera ‘condizionato’ alla Legge di Stabilità italiana per il 2015: infatti Bruxelles nel suo parere preannuncia per marzo una verifica dei nostri conti pubblici. L’Italia, spiega Bruxelles, “ha realizzato alcuni progressi per quanto riguarda la parte strutturale delle raccomandazioni fiscali diffuse dal Consiglio nel quadro del semestre europeo 2014”, ma il governo deve “compiere ulteriori progressi”.
http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2014/11/28/legge-stabilita-bruxelles-via-libera-condizionato-all-italia-marzo-nuova-verifica_Wjj573HaTErmCHniCNFRnJ.html?refresh_ce

ANSA
28 Novembre 2014
Bilancio Ue: in nuova proposta saltano tagli a Pac
Le misure addizionali necessarie alla Pac per sostenere gli agricoltori europei colpiti dall’embargo russo possono essere finanziate senza far scattare la riserva di crisi. E’ in sostanza quanto afferma la nuova proposta sul bilancio Ue 2015 che la vice presidente della Commissione Ue, Kristalina Georgieva ha presentato oggi.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/elementiHP/2014/11/28/bilancio-ue-in-nuova-proposta-saltano-tagli-a-pac_9f45d068-aec5-4b4c-b8be-de1b51135f81.html

EUROPA.EU
28 Novembre 2014
Un nuovo piano per il lavoro, la crescita e l’investimento
Il vice presidente della Commissione europea Dombrovskis e i commissari Moscovici e Thyssen hanno presentato oggi il pacchetto d’autunno 2014 sulla governance economica per lanciare il nuovo semestre europeo. L’analisi annuale della crescita definisce le priorità economiche e sociali generali per l’Ue per il 2015. La Commissione ha pubblicato anche una relazione sul meccanismo d’allerta, il suo progetto di relazione congiunta sul lavoro e un parere sui documenti programmatici di bilancio dei paesi dell’Eurozona.
http://ec.europa.eu/news/2014/11/20141128_fr.htm

RAINEWS
28 Novembre 2014
L’Europarlamento vota la separazione dei servizi di Google
La risoluzione non vincolante dell’Europarlamento che prevede lo smantellamento di Google è stata approvata a larga maggioranza. Con questo voto l’istituzione chiede alla Commissione di accelerare sul mercato unico digital, che l’esecutivo Ue considera un settore “con un potenziale enorme per la crescita”. Si punta a spezzare le attività di Google con da un lato il motore di ricerca e dall’altro i suoi servizi commerciali.
http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/europarlamento-vota-risoluzione-per-dividere-google-in-due-ad133d72-4a9e-414c-a372-ee9ec60a6947.html?refresh_ce

LE MONDE
29 Novembre 2014
La zona euro sempre più vicina alla deflazione
L’annuncio, venerdì 28 novembre, di un calo dei prezzi nell’Eurozona mette la Bce alle strette. Il tasso d’inflazione è sceso a + 0,3% nell’Uem in novembre (contro + 0,4% in ottobre), secondo la prima stima di Eurostat. Il presidente della Bce, Draghi, ha promesso più volte di adottare misure più forti e ampie se l’inflazione “troppo bassa” non risale velocemente. E intanto, risulta sempre più vicina una minaccia difficile da sradicare per l’Eurozona: la deflazione.
http://www.lemonde.fr/economie/article/2014/11/29/la-zone-euro-toujours-plus-proche-de-la-deflation_4531515_3234.html

LA REPUBBLICA
1 Dicembre 2014
Moldova spaccata: la coalizione filo-Ue in testa con il 45%, ma i filo-russi sono oltre il 38%
La coalizione filo-Ue attualmente al governo in Moldova esce dalle elezioni legislative di ieri con una vittoria ma con una maggioranza esile: ha ottenuto circa il 45% dei voti e potrà contare su 54-55 seggi su 101. I tre partiti della coalizione filo-Ue hanno già iniziato le consultazioni per formare il nuovo esecutivo, ma dovranno fare i conti con un’opposizione forte, che ha ottenuto più del 38% dei consensi, segno di un Paese ancora spaccato sul proprio futuro, diviso tra l’Europa e la Russia.
http://www.repubblica.it/esteri/2014/12/01/news/moldova_spaccata_la_coalizione_filo-ue_in_testa_con_il_44_ma_i_filo-russi_sono_al_40_-101850169/

LA REPUBBLICA
1 Dicembre 2014
Fondi Ue: gettone extra da 5 miliardi all’Italia, ma sui soldi non spesi c’è ancora rischio tagliola
Nonostante gli sprechi, la frammentazione dei progetti e in taluni casi l’evidente incapacità amministrativa, l’intesa 2014-2020 sui fondi strutturali concede all’Italia 5 miliardi in più rispetto al passato. Gettone che, soprattutto per il Sud, rappresenta l’ultima chance e su cui anche imprese e privati sono chiamati a coinvestire finanze proprie. L’Italia dovrebbe seguire l’esempio della Polonia che sull’uso dei fondi ha fatto scuola in questi anni.
http://www.repubblica.it/speciali/politica/data-journalism/2014/12/01/news/fondi_ue_politiche_di_coesione_budget_openpolis-100942476/

LA TRIBUNE
2 Dicembre 2014
Bruxelles taglia alla Grecia 17 milioni di euro di sussidi agricoli
“E’ la prima volta che la Commissione usa questa nuova opzione di gestione del bilancio, ma è molto importante che le regole siano rispettate”, così, il Commissario all’agricoltura, Phil Hogan ha commentato la decisione della Commissione europea di ridurre di circa 17 milioni di euro i sussidi agricoli per la Grecia nel 2014. Nonostante i “notevoli progressi”, il paese non è riuscito a garantire la conformità con le norme europee del suo sistema di calcolo delle parcelle agricole ammissibili ai contributi della PAC, ritiene la Commissione.
http://www.latribune.fr/actualites/economie/union-europeenne/20141202tribaa976c851/bruxelles-ampute-la-grece-de-17-millions-d-euros-de-subventions-agricoles.html

EL PAIS
2 Dicembre 2014
La gestione dei fondi europei di fronte alla Giunta e al Partito Popolare
Il Partito Popolare (PP) dell’Andalusia vuole che la comunità ottenga il più possibile del pacchetto di investimenti previsto dal fondo Juncker, ma allo stesso tempo richiede a Bruxelles di aprire un’inchiesta sulla gestione dei fondi europei da parte della Giunta dell’Andalusia. Lunedì scorso il presidente del PP, Moreno, ha riferito che degli 80 milioni di euro che l’Andalusia ha ricevuto dall’ingresso della Spagna nell’UE, nel 1986, “gran parte non sono stati applicati in condizioni di efficienza”.
http://ccaa.elpais.com/ccaa/2014/12/02/andalucia/1417544988_264676.html

LA REPUBBLICA
2 Dicembre 2014
Habermas: “Ora in Europa il populismo sta conquistando anche i governi”
A giudizio del filosofo tedesco Habermas, sembra che in tutti gli Stati dell’Ue l’euroscetticismo stia guadagnando terreno. “Se l’Eurozona si rivela fragile, è soprattutto perché a Maastricht, i politici in carica non trovarono il coraggio di porre le premesse perché dall’unione monetaria potesse sorgere un’unione politica”, sostiene il filosofo. A suo parere, solo un governo economico comune ai Paesi del nocciolo duro europeo sarebbe in grado di contrastare le crescenti disuguaglianze sociali ed economiche in seno all’Eurozona.
http://www.repubblica.it/esteri/2014/12/02/news/habermas_ora_in_europa_il_populismo_sta_conquistando_anche_i_governi-101916768/

EUROPAE
2 Dicembre 2014
Tusk, un Presidente pragmatico per l’Ue
Si è svolto ieri il passaggio di consegne fra Herman Van Rompuy, che ha traghettato l’UE in questi anni di crisi economica e cambiamenti istituzionali e Donald Tusk, nuovo Presidente del Consiglio Europeo. Tusk, ex premier polacco, una personalità più politica, dovrà dimostrare di saper negoziare e favorire gli accordi fra gli Stati membri su materie delicate. Suo primo obiettivo è riportare in Europa “energia, ottimismo, impegno e fede: la mia specialità”, ha detto il nuovo Presidente nel suo discorso di insediamento.
http://www.rivistaeuropae.eu/politica/tusk-un-presidente-pragmatico-e-liberale-per-lue/

EUROPAE
3 Dicembre 2014
Mogherini: “confrontarsi con le cause dell’immigrazione irregolare”
A Roma il 27 Novembre si è svolta la IV Conferenza Ministeriale euro-africana su Migrazione e Sviluppo, avvenuta nel quadro del “Processo di Rabat”, un’iniziativa nata nel 2006 per rafforzare la cooperazione tra Paesi d’origine, di transito e di destinazione dei flussi migratori per una gestione condivisa del fenomeno. Secondo Federica Mogherini, “per affrontare l’emergenza bisogna confrontarsi con le cause ultime dell’immigrazione irregolare”.
http://www.rivistaeuropae.eu/esteri/esterni/mogherini-confrontarsi-con-le-cause-dellimmigrazione-irregolare/

VOXEUROP
3 Dicembre 2014
Gli europei raggiungono un accordo storico sul nuovo lanciatore Ariane 6
I funzionari dei 20 Paesi membri dell’Agenzia spaziale europea hanno raggiunto un accordo sulla costruzione di un nuovo lanciatore – Ariane 6 – dopo che la Germania ha dato il via libera ad una riunione a Lussemburgo il 2 dicembre. Il primo lancio è previsto per il 2020. Ariane 6 “si avvia ad essere la risposta al lanciatore americano SpaceX”, scrive Le Monde.
http://www.voxeurop.eu/en/content/news-brief/4863679-europeans-reach-historical-agreement-new-ariane-6-launcher

EUROPARLAMENTO24
3 Dicembre 2014
Grecia: probabile estensione tecnica aiuti, Eurozona preme per presenza Fmi
Potrebbe esserci una “estensione tecnica” del programma di aiuti europei alla Grecia, secondo fonti dell’Eurogruppo. Ne discuteranno i ministri finanziari lunedì prossimo a Bruxelles. Per gli Stati membri, la presenza del Fondo monetario internazionale è importante, ma non si sa ancora se avrà o meno un ruolo. Il governo Samaras la pensa diversamente temendo di perdere consensi in caso di elezioni.
http://www.europarlamento24.eu/grecia-probabile-estensione-tecnica-aiuti-eurozona-preme-per-presenza-fmi/0,1254,106_ART_19201,00.html

IL MESSAGGERO
3 Dicembre 2014
Gas, Ue contro Putin sul South Stream. Renzi: «Lo stop non ci preoccupa»
Scambio di accuse tra l’Ue e Mosca dopo l’annuncio del presidente russo, Putin, di voler abbandonare South Stream, il progetto di gasdotto che avrebbe dovuto rafforzare la sicurezza energetica europea. «Quelli che hanno seppellito questo progetto farebbero bene a calcolare le conseguenze», ha detto un portavoce del ministero degli Esteri russo. Per Mogherini, Alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza, è «più che mai urgente diversificare non solo le rotte ma anche le fonti di energia».
http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/gas_ue_putin_south_stream_renzi/notizie/1046410.shtml

EUROPA QUOTIDIANO
4 Dicembre 2014
Bce, niente quantitative easing per ora. Riviste al ribasso le stime di crescita
Al termine del consiglio direttivo della Bce, Mario Draghi ha annunciato che l’istituto di Francoforte ha ridotto le stime sul Pil dell’Eurozona rispetto alle previsioni di giugno. Sul ricorso a ulteriori misure non convenzionali nel caso di un prolungarsi dei rischi di inflazione troppo bassa, Draghi ha chiarito che c’è da attendere, come anche per la possibilità di uno specifico programma di alleggerimento quantitativo.
http://www.europaquotidiano.it/2014/12/04/bce/

EURACTIV
5 Dicembre 2014
Giustizia/Interni: insolvenza passa, direttiva Pnr no
A Bruxelles, il Consiglio Giustizia e Affari interni approva l’accordo sull’insolvenza che mira a coniugare protezione dei creditori e sopravvivenza delle imprese. L’adozione definitiva del testo da parte del Consiglio è prevista per marzo 2015. Nessun accordo, per ora, sulla direttiva Passenger name record (Pnr), il testo presentato dalla Commissione europea nel 2011 che obbliga i vettori aerei a fornire agli Stati membri i dati dei passeggeri che entrano o escono dall’Ue, per contrastare i reati gravi e il terrorismo.
http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/10441-presidenza-insolvenza-passa-direttiva-pnr-no.html

EUROPARLAMENTO24
5 Dicembre 2014
Draghi: molto fiducioso in successo piano Juncker, è unica iniziativa ora
“Ho molta fiducia in un successo del piano Juncker. Si tratta dell’unica iniziativa in campo con effetti sull’orientamento complessivo di bilancio” dei Paesi dell’Eurozona. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, in conferenza stampa, spiegando che il piano “ha un giusto focus sugli investimenti che è il segmento dove c’è più bisogno di interventi”.
http://www.europarlamento24.eu/draghi-molto-fiducioso-in-successo-piano-juncker-e-unica-iniziativa/0,1254,106_ART_19213,00.html

EUNEWS
5 Dicembre 2014
Giannini: l’Europa deve diventare più attraente per i ricercatori, soprattutto i giovani
Ricerca e innovazione “sono i motori di crescita e competitività”, ha detto il ministro dell’istruzione, Giannini, che oggi ha presieduto l’ultimo Consiglio Ue sul tema del semestre a guida italiana. Per il ministro, è importante puntare alla creazione di “un mercato unico della conoscenza”, in più l’Europa deve diventare più attraente per i giovani ricercatori nei prossimi anni. Alla riunione dei 28 presente anche l’astronauta Parmitano, che ha spiegato l’importanza del sostegno Europeo alla ricerca, nello specifico a quella sullo Spazio.
http://www.eunews.it/2014/12/05/giannini-leuropa-deve-diventare-piu-attraente-per-i-ricercatori-soprattutto-i-giovani/26682

EUROPA.EU
5 Dicembre 2014
Il Consiglio discute azioni per rafforzare il mercato unico
Alla riunione di Bruxelles del 4-5 dicembre, i ministri della competitività dell’Ue hanno deciso ciò che deve essere fatto per sviluppare il mercato unico e rafforzare l’integrazione economica europea. I ministri si sono concentrati sulle aree che hanno più probabilità di generare investimenti e crescita. Esse includono: completamento del mercato unico dell’energia, dei trasporti e digitale, creazione di un ambiente favorevole per le pmi.
http://www.consilium.europa.eu/homepage/highlights/council-discusses-action-to-boost-the-single-market?lang=en

LA REPUBBLICA
7 Dicembre 2014
Piano Juncker, pioggia di progetti dagli Stati membri: oltre 2mila richieste di finanziamento
Gli Stati membri dell’Ue hanno presentato 2.000 proposte di progetto per il finanziamento nell’ambito di un nuovo programma di investimenti del piano Juncker. I 2.000 progetti hanno un valore complessivo di circa 1,3 trilioni di euro, dicono fonti comunitarie. La Banca europea per gli investimenti (Bei) si occuperà di stabilire quali progetti potranno essere finanziati, in modo che la decisione non sia politicizzata, ha aggiunto la fonte.
http://www.repubblica.it/economia/2014/12/07/news/piano_juncker_pioggia_di_progetti_dagli_stati_membri_oltre_2mila_richieste_di_finanziamento-102346874/

EURACTIV
7 Dicembre 2014
Italia/Ue: Merkel critica, Gozi replica
Le riforme in Italia e in Francia sono insufficienti. E’ il giudizio espresso dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, in un’intervista a Die Welt, a una settimana dalla tregua concessa da Bruxelles a Roma e a Parigi per migliorare le finanze. La replica del governo italiano arriva da Sandro Gozi, sottosegretario agli Affari europei, il quale in una nota, chiede che Berlino “rispetti” Roma e pensi ai propri problemi e dia all’Europa “un contributo importante”.
http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10447-italia-ue-merkel-critica-gozi-replica.html

EUNEWS
8 Dicembre 2014
Ebola, nuovo stanziamento Ue da 61 milioni per contrastare il virus in Africa
L’Ue stanzia altri 61 milioni di euro per rinnovare l’impegno nella lotta all’Ebola nei Paesi colpiti dell’Africa occidentale. Lo annuncia oggi il commissario europeo per la cooperazione internazionale e lo sviluppo, Mimica, in occasione del suo ritorno dal viaggio in Guinea. Inoltre, il commissario Ue ed il ministro dell’economia e delle finanze guineano, Diare hanno firmato un accordo che apre la strada per il Paese alla possibilità di accedere ai finanziamenti del Fondo europeo per lo sviluppo per il periodo 2014-2020.
http://www.eunews.it/2014/12/08/ebola-nuovo-piano-ue-da-61-milioni-per-contrastare-il-virus-in-africa/26708

ANSA
8 Dicembre 2014
Trasporti: Piano Juncker, Porto Genova al top proposte Italia
E’ il porto di Genova al top per numero di proposte nella ‘lista della spesa’ dei progetti presentati dall’Italia, in vista della messa a punto del piano Juncker per sostenere il rilancio della crescita e dell’occupazione in Europa. Il documento approderà domani sul tavolo dei ministri delle Finanze dei 28 e le proposte in esso contenute saranno soggette ad una attenta selezione.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/12/08/trasporti-piano-junckerporto-genova-al-top-proposte-italia_a47111dc-6e76-4a21-8c0f-78bd58f2815f.html

EUROPAE
9 Dicembre 2014
Partenariato Orientale: Mogherini, Tusk e le sfide del vicinato
Il Partenariato Orientale è stato lanciato da Polonia e Svezia nel 2008 per rafforzare i legami con i vicini orientali e aiutarli nel percorso di democratizzazione. In questo momento, esso va rielaborato e rilanciato. Nato come programma tecnico, con lo scontro geopolitico lanciato da Putin, il Partenariato Orientale può andare avanti solo se assume una dimensione politica. Tusk, nuovo Presidente del Consiglio europeo è la persona adatta a mediare tra i capi di Stato e di governo per un ruolo forte dell’UE nel vicinato orientale.
http://www.rivistaeuropae.eu/esteri/esterni/partenariato-orientale-mogherini-tusk-e-le-sfide-del-vicinato/

LA REPUBBLICA
9 Dicembre 2014
Grecia, Samaras candida Dimas a presidenza repubblica: rischio elezioni anticipate
Il primo ministro greco, Samaras gioca il futuro del governo indicando come candidato alla presidenza della Repubblica greca Stavros Dimas, ex ministro ed ex commissario europeo all’ambiente. L’annuncio arriva all’indomani della decisione di anticipare a dicembre l’elezione del futuro presidente. La scelta di Dimas è delicata perchè se il parlamento non riuscisse ad eleggere il nuovo presidente entro tre votazioni, si andrebbe ad elezioni anticipate. Ciò spaventa non poco i mercati, in quanto dalle elezioni potrebbe emergere come primo partito la sinistra radicale di Syriza.
http://www.repubblica.it/esteri/2014/12/09/news/grecia_samaras_dimas_tsipras-102480164/

EURACTIV
9 Dicembre 2014
Corruzione: don Ciotti, da Ue una marcia in più
Il fondatore dell’associazione Libera don Luigi Ciotti presenta al Parlamento europeo (Pe), in occasione della giornata mondiale contro la corruzione, l’agenda di priorità per l’Europa contro la mafia, la corruzione e il crimine organizzato. “Ogni anno nell’Ue si perdono oltre 100 miliardi di euro in corruzione, quanto un bilancio comunitario”, ha detto l’eurodeputata Schlein, tra le prime firmatarie della proposta di creare un intergruppo su corruzione e criminalità organizzata al Pe.
http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/10457-corruzione-don-ciotti-da-ue-una-marcia-in-piu.html

EUROPARLAMENTO24
9 Dicembre 2014
Esm: adottato strumento di ricapitalizzazione diretta delle banche
Il consiglio dei governatori dello European Stability Mechanism (Esm) ha adottato oggi lo strumento di ricapitalizzazione diretta per le banche dell’Eurozona, e in grado di proseguire poi da sè il proprio corso, come misura di ultima istanza in situazioni eccezionali.
http://www.europarlamento24.eu/esm-adottato-strumento-di-ricapitalizzazione-diretta-delle-banche/0,1254,106_ART_19241,00.html

CORRIERE DELLA SERA
9 Dicembre 2014
L’annuncio di Padoan: accordo su bilancio comunitario 2015
È stato raggiunto un accordo sul bilancio dell’Unione europea per il 2014 e il 2015. Lo ha annunciato il ministro dell’Economia Padoan: “Grazie alla presidenza italiana è stata raggiunta un’intesa che permette di pagare le bollette arretrate, di salvaguardare i bilanci degli Stati membri e di trovare risorse per il rilancio della crescita”, inoltre, è stata trovata “una soluzione strutturale che permetterà di evitare questi problemi in futuro”.
http://www.corriere.it/economia/14_dicembre_09/annuncio-padoan-accordo-bilancio-comunitario-2015-bd5f5e82-7f83-11e4-92ce-497eb7f0f7a3.shtml

LE FIGARO
9 Dicembre 2014
Digitale, trasporti, energia…: il piano della Francia per rilanciarsi
Parigi ha presentato a Bruxelles un grande piano di investimenti per il periodo 2015-2017 composto da 32 progetti per un totale di 48 miliardi di euro. Quasi il doppio di Germania e circa la metà dell’Italia. Del totale, il 40% sarà investito in innovazione e digitale. Altro progetto: le infrastrutture. Infine, Parigi vuole che l’Europa finanzi un vasto programma di riqualificazione urbana.
http://www.lefigaro.fr/conjoncture/2014/12/09/20002-20141209ARTFIG00063-numerique-transports-energie-les-idees-de-la-france-pour-se-relancer.php

VOXEUROP
10 Dicembre 2014
‘LuxLeaks: 35 nuovi dossier’
Dopo le rivelazioni del mese scorso di “548 accordi fiscali tra le società multinazionali o le famiglie benestanti e le autorità del Granducato”, Le Soir riporta che 35 nuove società sono implicate nello scandalo dell’evasione fiscale LuxLeaks. Le pratiche sono simili a quelle riscontrate in precedenza: “riduzioni fiscali spettacolari o aliquote fiscali molto basse”. Secondo Le Soir, l’Unione europea dovrebbe “agire per una maggiore trasparenza”.
http://www.voxeurop.eu/en/content/news-brief/4866791-luxleaks-35-new-files

EUROPA QUOTIDIANO
10 Dicembre 2014
L’avvertimento di Juncker: senza riforme conseguenze spiacevoli per Roma e Parigi
In un’intervista al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, Juncker, presidente della Commissione europea avverte Italia e Francia di procedere con le riforme annunciate. «Se alle parole non seguiranno i fatti, per questi paesi non sarà piacevole», dichiara Juncker. Procedura di infrazione, dunque, ma non solo.
http://www.europaquotidiano.it/2014/12/10/juncker-in-assenza-di-riforme-conseguenze-spiacevoli-per-roma-e-parigi/

ANSA
10 Dicembre 2014
Tonno rosso: Ue, quota italiana passa da 1.950 a 2.302,8 t.
Sale la quota di tonno rosso che l’Italia potrà pescare nel 2015, passando da 1.950 a 2.302,8 tonnellate. E’ quanto prevede la proposta della Commissione Ue alla luce della decisione presa a Genova, lo scorso novembre, dalla Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell’Atlantico (Iccat). Il testo è stato presentato oggi al Coreper per preparare il Consiglio del 15 e 16 dicembre a Bruxelles. Il Consiglio dei ministri della pesca e dell’agricoltura dell’Ue si pronuncerà sull’aumento delle quote di pescato di tonno rosso nel 2015 per gli Stati membri interessati.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/12/10/tonno-rosso-ue-quota-italiana-passa-da-1.950-a-2.3028-t._258dc35a-4485-4740-addd-37660fbd946e.html

LA REPUBBLICA
10 Dicembre 2014
Via libera degli Stati Ue a divieti nazionali a coltivazione di Ogm
I rappresentanti permanenti dei governi nazionali dell’Ue hanno approvato senza voti contrari, questo pomeriggio a Bruxelles, l’intesa sulla direttiva che permetterà agli Stati membri di vietare, sul proprio territorio, la coltivazione di Ogm, autorizzati a livello comunitario. L’intesa sarà ora sottoposta alla plenaria del Parlamento europeo in seconda lettura, a gennaio. La sua approvazione finale è pressoché certa.
http://www.repubblica.it/ambiente/2014/12/10/news/via_libera_degli_stati_ue_a_divieti_nazionali_a_coltivazione_di_ogm-102594055/?ref=HREC1-13

ADNKRONOS
12 Dicembre 2014
Fondi Ue: Campania, oltre 2 mld di spesa certificata per Por 2007-13
La Regione Campania “ha raggiunto un target di spesa certificata (dati al novembre 2014) pari al 47,07% della dotazione finanziaria del Programma Operativo Regionale 2007-2013. In particolare la Campania è la quarta regione in Italia e la prima nel Mezzogiorno, per gli investimenti in Ricerca ed Innovazione”. Dario Gargiulo, autorità di gestione Por Campania Fesr 2007-2013, ha spiegato che “i risultati sono stati ottenuti attraverso una strategia top-down ed un’attività di bottom-up”.
http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2014/12/12/fondi-campania-oltre-mld-spesa-certificata-per-por_fpryiW9tKrO3hVCdIkAzvK.html?refresh_ce

EUROPARLAMENTO
12 Dicembre 2014
Sostegno UE per la ricerca dell’impiego ai lavoratori licenziati in Francia, Italia e Polonia
La commissione per i bilanci ha chiesto giovedì che gli oltre 5.000 lavoratori licenziati per esubero in Francia, Italia e Polonia dovrebbero ricevere aiuti europei pari a 29 milioni di euro per aiutarli a cercare nuovi posti di lavoro. Il sostegno del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) deve ancora essere approvato dal Parlamento nel suo insieme (il voto martedì a Strasburgo) e dal Consiglio dei ministri.
http://www.europarl.it/it/succede_pe/news_2014/dicembre_2014/35mlneuro_lavlicenziati.html;jsessionid=84411DD2AFD77D6CE76E52F38A6

EURACTIV
12 Dicembre 2014
Sviluppo: CdM, agenda post 2015 e migrazione
Posizione europea sull’agenda di sviluppo post 2015 e migrazione. Sono i due temi discussi nel corso del Consiglio Affari esteri sulla cooperazione allo sviluppo. “Sviluppo e cooperazione sono ambiti in cui l’Unione è un attore chiave”, spiega l’Alto rappresentante per la politica estera Ue Federica Mogherini in conferenza stampa al termine del Consiglio. Anche secondo il commissario per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo, Neven Mimica, l’Ue “deve passare a essere un attore nella politica di sviluppo”.
http://www.euractiv.it/it/news/sociale/10475-sviluppo-cdm-agenda-post-2015-e-migrazione.html

EUROPAE
13 Dicembre 2014
Merkel e le lezioni che non può più dare
Solo pochi giorni fa, il Cancelliere Angela Merkel è tornata a premere su Francia e Italia, affermando che le riforme messe in campo sinora “non sono sufficienti”. Ma ormai è finito il tempo in cui la Germania indicava agli altri Paesi la via da seguire: la Germania non cresce più e ha persino ingranato la retromarcia per quanto riguarda le riforme. Alla fine, la crisi dell’eurozona ha colpito anche la “locomotiva tedesca”. Difficile ergersi a modello virtuoso con questo andamento deludente.
http://www.rivistaeuropae.eu/politica/merkel-e-le-lezioni-che-non-puo-piu-dare/

LA REPUBBLICA
13 Dicembre 2014
Weidmann: “Caro Draghi, acquistare titoli di Stato è un invito a indebitarsi. L’Italia sia responsabile”
A proposito di acquisto di titoli sovrani nell’eurozona (valutato e non escluso dal presidente della Bce Draghi), il presidente della Bundesbank, Weidmann, ha dichiarato in un’intervista a Repubblica: “in Europa abbiamo una politica monetaria comune ma con 18 Stati, politiche finanziarie indipendenti e rating sui debiti sovrani ben diversi, e in questo caso si può creare un incentivo a indebitarsi di più scaricando le conseguenze sugli altri”.
http://www.repubblica.it/economia/2014/12/13/news/jens_weidmann_caro_draghi_sbagliato_acquistare_titoli_di_stato_un_invito_a_indebitarsi_l_italia_sia_responsabile-102771498/

ADNKRONOS
14 Dicembre 2014
Accordo a Lima per ridurre i gas serra, Galletti: “Importante passo avanti”. Delusi gli ambientalisti
I negoziatori delle 196 nazioni del mondo riuniti a Lima per la Conferenza sul clima delle Nazioni Unite hanno raggiunto un accordo che impegnerà ciascun Paese a ridurre la propria quota di emissioni di gas serra. L’intesa raggiunta stabilisce un quadro entro il quale verrà poi siglato l’accordo conclusivo nel vertice di Parigi del prossimo anno. Per il ministro dell’Ambiente Galletti, si tratta di “un importante passo avanti verso Parigi”. Gli ambientalisti esprimono, invece, delusione per le conclusioni della Conferenza.
http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2014/12/14/clima-accordo-raggiunto-lima-legambiente-nulla-fatto_SjPyisE2pnMJza6ztt3xoL.html?refresh_ce

EUNEWS
15 Dicembre 2014
Katainen girerà i 28 Stati membri per spiegare il Piano Juncker: “Lavoriamo a ritmo serrato”
Un viaggio nei 28 Paesi membri per spiegare il piano di investimenti proposto dalla Commissione Juncker. A farlo sarà il vicepresidente dell’esecutivo comunitario, Katainen. “Stiamo lavorando a ritmo serrato per far affluire nuovi investimenti ad iniziative imprenditoriali a corto di liquidità, alle start-up, agli investimenti infrastrutturali quali i trasporti o la banda larga nonché a nuove scuole e ospedali”, ha dichiarato Katainen. L’iniziativa parte oggi dalla Romania.
http://www.eunews.it/2014/12/15/katainen-girera-i-28-stati-membri-per-spiegare-il-piano-juncker-lavoriamo-a-ritmo-serrato/27188

EUROPA.EU
15 Dicembre 2014
In diretta: elezione del nuovo Mediatore europeo
Questo martedì 16 dicembre, i deputati eleggeranno il nuovo Mediatore europeo, il cui compito è indagare sui casi di cattiva amministrazione nell’ambito delle istituzioni europee. Unica candidata per la posizione è l’irlandese Emily O’Reilly. Il nuovo mandato del Mediatore europeo copre la legislatura 2014-2019. È possibile seguire il voto on-line sul nostro sito questo martedì alle ore 12:00.
http://www.europarl.europa.eu/news/fr/news-room/content/20141208STO83020/html/En-direct-%C3%A9lection-du-nouveau-M%C3%A9diateur-europ%C3%A9en

LA REPUBBLICA
15 Dicembre 2014
Arresto dei giornalisti, Erdogan all’Ue: “Si occupi dei fatti propri”
Non accetta le critiche. Si richiama allo stato di diritto. Il presidente turco, Tayyip Erdogan, ha esortato l’Ue ad “occuparsi dei fatti propri” in relazione alle critiche sugli arresti di decine di giornalisti compiuti ieri in Turchia. Contro l’operazione, che ha preso di mira i media ostili ad Erdogan hanno protestato Ue e Usa. Per l’Alto rappresentante della politica estera Ue, Federica Mogherini, gli arresti dei giornalisti e dei rappresentanti dei media “vanno contro i valori europei e gli standard a cui la Turchia aspira di fare parte”.
http://www.repubblica.it/esteri/2014/12/15/news/erdogan-102946655/?ref=HREC1-2

EUROPA.EU
15 Dicembre 2014
Commissione europea e Italia lanciano il primo Fondo fiduciario regionale UE in risposta alla crisi siriana
La Commissione europea e l’Italia hanno firmato oggi l’accordo costitutivo per lanciare il primo Fondo fiduciario regionale Ue, un nuovo strumento di finanziamento strategico per mobilitare più aiuti in risposta alla crisi siriana. Il finanziamento iniziale previsto ammonta a 20 milioni di euro dal bilancio dell’Ue e 3 milioni dall’Italia come primo donatore. Ulteriori finanziamenti sono previsti per il 2015.
http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-2664_fr.htm?locale=en

EUNEWS
15 Dicembre 2014
Studio del Parlamento Ue: profonde divergenze tra Paesi Brics, fattore da sfruttare
I Paesi Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) sono profondamente divisi tra loro, l’Europa dovrebbe approfittare di questa debolezza delle economie emergenti procedendo con una politica di accordi e partenariati separati così da evitare una competizione che vedrebbe altrimenti l’Ue perdente. È il consiglio che il Parlamento europeo dà a Commissione e Stati membri raccomandando di “tenere incontri regolari tra l’Unione europea e i singoli Paesi Brics”.
http://www.eunews.it/2014/12/15/studio-del-parlamento-ue-profonde-divergenze-tra-paesi-brics-fattore-da-sfruttare/27185

EUROPAE
15 Dicembre 2014
Tessera Professionale UE, dal 2016 più mobilità per i professionisti
Si avvicina il completamento di un altro tassello del mercato unico: a partire dal 2016, sarà infatti più facile per i liberi professionisti europei trasferire, anche temporaneamente, la propria attività in un altro Stato membro. Nello specifico, la Tessera Professionale europea nasce con l’obiettivo di agevolare il riconoscimento delle qualifiche professionali all’interno dell’Unione, attraverso il coinvolgimento delle autorità competenti in tutti e ventotto gli Stati membri e l’utilizzo di procedure elettroniche.
http://www.rivistaeuropae.eu/diritto/tessera-professionale-ue-dal-2016-piu-mobilita-per-i-professionisti/

ANSA
15 Dicembre 2014
Siria: Ue cambia strategia, coinvolge Russia, Iran e Arabia
L’Ue decide un cambio di strategia nella crisi siriana. La novità emerge dal Consiglio Esteri in cui i ministri dei 28 hanno concordato che l’Ue è “pronta ad impegnarsi con tutti gli attori regionali e internazionali che hanno influenza sulle parti in Siria”. “Obiettivo dell’Ue e della comunità internazionale” è “far sì che si arrivi ad una Siria senza Assad e senza l’Isis”, ha chiarito l’Alto rappresentante Federica Mogherini. Per far ciò, occorre il sostegno di Arabia Saudita, Russia, Iran.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/12/15/siria-ue-cambia-strategia-coinvolge-russiairan-e-arabia_41484c37-aa1e-4017-8944-26f9df0d22cd.html

LA REPUBBLICA
15 Dicembre 2014
Europa, non solo bilanci. Un passo verso l’unità sui diritti
L’Europa è pronta a dotarsi di un sistema per garantire il rispetto dello stato di diritto, dei principi fondamentali e della democrazia all’interno dei suoi ventotto paesi soci. Un salto avanti verso la realizzazione di una vera Unione politica che salvo sorprese verrà spiccato domani a Bruxelles. Saranno i ministri delle politiche europee riuniti nel Consiglio Affari generali a dare il via libera all’iniziativa portata avanti dalla presidenza italiana dell’Unione.
http://www.repubblica.it/esteri/2014/12/15/news/europa_non_solo_bilanci_un_passo_verso_l_unit_sui_diritti-102971349/

EUNEWS
16 Dicembre 2014
Russia in difficoltà: crolla il valore del rublo e l’Ue minaccia nuove sanzioni
Alla vigilia del Consiglio europeo, la situazione sul fronte delle relazioni Ue-Russia si fa sempre più delicata. A Mosca procede vertiginosa la svalutazione del rublo come conseguenza del calo del prezzo del petrolio deciso dai paesi produttori (Opec) e dei blocchi commerciali imposti da Bruxelles. Mentre da Bruxelles, i capi di governo sono pronti a discutere nuove sanzioni alla Russia “se necessarie” al prossimo Consiglio europeo, visto il perdurare degli scontri nell’est ucraino.
http://www.eunews.it/2014/12/16/russia-in-difficolta-crolla-il-valore-del-rublo-e-lue-minaccia-nuove-sanzioni/27283

EURACTIV
16 Dicembre 2014
Commercio: Eurostat, surplus cresce in Ue e Italia
A ottobre 2014, i paesi dell’Eurozona hanno registrato un surplus commerciale con il resto del mondo pari a 24 miliardi di euro, in crescita rispetto allo stesso periodo del 2013. A dirlo sono i dati pubblicati da Eurostat. Tra i paesi Ue, l’Italia è terza per surplus commerciale registrato tra gennaio e settembre 2014. I dati mostrano anche che tra gennaio e settembre 2014, le esportazioni dei 18 paesi dell’Eurozona verso la Russia sono diminuite del 14% su base annua, a causa dell’embargo di Mosca.
http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/10487-commercio-eurostat-surplus-cresce-in-ue-e-italia.html

EUROPA QUOTIDIANO
16 Dicembre 2014
Juncker: la Commissione Ue si concentrerà su crescita, lavoro e fisco
«Le grandi priorità dell’Europa sono la crescita e l’occupazione. Noi intendiamo limitare da 130 a 23 il numero delle nuove iniziative nel 2015 e orientarle sul programma di investimenti da 315 miliardi di euro» annunciato a novembre, oltre che sulla fiscalità, ha spiegato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nel suo discorso davanti al Parlamento europeo riunito martedì in seduta plenaria a Strasburgo.
http://www.europaquotidiano.it/2014/12/16/juncker-la-commissione-ue-si-concentrera-su-crescita-lavoro-e-fisco/

EUROPARLAMENTO
16 Dicembre 2014
Apertura della plenaria a Strasburgo: Martin Schulz sconvolto dalla repressione dei media in Turchia
All’apertura della sessione plenaria di dicembre, il Presidente del PE Martin Schulz ha detto di essere rimasto sconvolto dalla notizia dei raid di ieri in Turchia contro i media d’opposizione. Ha ricordato anche che la libertà di stampa e il pluralismo dei media sono valori fondamentali dell’UE. “Prendiamo i nostri negoziati con la Turchia in quanto paese candidato molto seriamente”, ha detto, “e dobbiamo quindi sottolineare i problemi così come i progressi”.
http://www.europarl.it/it/succede_pe/news_2014/dicembre_2014/strass_open_session_dec.html;jsessionid=84411DD2AFD77D6CE76E52F38A642BD4

ANSA
16 Dicembre 2014
Aeroporti: Corte Conti Ue, fondi non sempre usati bene
La Corte dei Conti Ue, in una relazione che prende in esame Italia, Spagna, Grecia, Polonia e Estonia ha sostenuto che i progetti “finanziati dalla Ue per gli aeroporti non assicurano sempre un impiego ottimale delle risorse”. Il problema “cruciale” per l’Italia è “la mancanza di coordinamento per la connessione ferroviaria”. Ma evidenzia T’Joen, capo degli auditor, “le autorità italiane sembrano aver compreso il problema” ed essere intenzionate ad intraprendere delle azioni nel periodo 2014-2020.
http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/12/16/aeroporti-corte-conti-ue-fondi-non-sempre-usati-bene_a9be183a-061c-4818-a1b3-d86d8e0d1d3f.html

HUFFINGTON POST
16 Dicembre 2014
Matteo Renzi prepara la battaglia in Europa per gli investimenti fuori dal patto di stabilità. Gelo della Ue: “Le regole non si cambiano”
Matteo Renzi si prepara alla battaglia in Ue per spuntare la flessibilità con la ‘F’ maiuscola: gli investimenti per le grandi opere ‘scorporati’ dal Patto di stabilità e crescita. “Le regole sono regole e non possiamo cambiarle. Se Renzi lo vuole fare deve inserirlo nel dibattito del Consiglio”, avverte il braccio destro di Juncker, Timmermans. Parole che rimbalzano tra Roma e Bruxelles alla vigilia di un Consiglio Europeo, quello di giovedì e venerdì, che vedrà i 28 entrare nel merito del piano Juncker, dove Renzi è intenzionato a mostrare i muscoli.
http://www.huffingtonpost.it/2014/12/16/matteo-renzi-investimenti_n_6335446.html?utm_hp_ref=italy

LA TRIBUNE
17 Dicembre 2014
La transizione energetica può salvare l’economia europea?
La soluzione proposta per favorire la ripresa economica in Europa è radicale e ha il merito dell’originalità: innescare uno shock sul prezzo del carbonio. Diversi scenari sono proposti, il più offensivo è fissare una tassa di 100 euro per ogni tonnellata di CO2. Secondo gli economisti europei che hanno partecipato alla stesura dell’analisi annuale della crescita indipendente, uno shock sul prezzo del carbonio consentirebbe di innescare una massiccia ondata di investimenti in grado di stimolare le economie europee e accelerare la transizione energetica. Realizzabile?
http://www.latribune.fr/actualites/economie/union-europeenne/20141217tribf0caedf01/la-transition-energetique-peut-elle-sauver-l-economie-europeenne.html

EL PAIS
17 Dicembre 2014
La Corte europea annulla la definizione di Hamás come gruppo terroristico
La Corte europea ha inferto un duro colpo ai Paesi membri annullando la decisione che l’Ue adottò nel settembre 2003 di includere l’organizzazione palestinese Hamás nella lista dei gruppi terroristici. L’inclusione di Hamás in tale lista ha portato al congelamento di tutti i fondi destinati a tale organizzazione e il costante aggiornamento di membri appartenenti ad essa per impedire l’ingresso nel territorio dell’Ue.
http://internacional.elpais.com/internacional/2014/12/17/actualidad/1418809308_848116.html

EUNEWS
17 Dicembre 2014
Marò, Mogherini avvisa l’India: “Inciderà su nostre relazioni”
La suprema corte indiana ha respinto la richiesta avanzata da Salvatore Girone di tornare a casa per trascorrere il Natale, e da Massimiliano la Torre per estendere il periodo di cura in Italia. “Una scelta deludente”, ha dichiarato l’Alto rappresentante per la politica estera Ue, che avverte: “La questione ha il potenziale di influenzare il complesso delle relazioni Ue-India”. Da Bruxelles assicurano che l’Ue continuerà a seguire il caso dei due militari in contatto con le autorità italiane per mettere la parola fine a questa questione.
http://www.eunews.it/2014/12/17/maro-mogherini-avvisa-lindia-incidera-su-nostre-relazioni/27385

Rassegna Stampa Aprile 2014

LA REPUBBLICA

L’Eurogruppo all’Italia: “Non sfori i vincoli di bilancio, ma faccia le riforme”

01 Aprile 2014

Ennesima raccomandazione per l’Italia che arriva da Atene, dove si sono riuniti i ministri delle Finanze dell’UE. Infatti il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Djisselbloem, ha dichiarato: “L’Italia deve pensare a fare le riforme, piuttosto che invocare lo sforamento dei vincoli di bilancio richiesti a livello comunitario, per tornare competitiva e dare un impulso all’intero recupero economico del Vecchio Continente”. Egli ha poi sottolineato come sia ancora presto per dare una valutazione delle riforme annunciate dal nostro Paese.

http://www.repubblica.it/economia/2014/04/01/news/dijsselbloem_rehn_italia_eurogruppo-82435629/

 

EUROPA.EU

Summit europeo dei consumatori 2014: assicurare che i consumatori godano dei benefici dell’economia digitale

01 aprile 2014

In occasione del Summit europeo dei consumatori di quest’anno, a cui hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni europee e nazionali e numerose associazioni, si è discusso dell’urgente necessità di dare maggior impulso a un mercato unico digitale realmente integrato che permetta ai consumatori e alle aziende di ricevere effettivi benefici, soprattutto in relazione a: connettività a banda larga, diritti degli acquirenti online, padronanza del mondo digitale da parte dei cittadini europei e affidabilità dell’e-commerce.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-353_en.htm

 

EURACTIV

Elezioni: candidature e prove di dialogo

01 Aprile 2014

Un boom di candidati alla prima fase delle ‘parlamentarie’ del M5S: circa quattromila attivisti certificati che aspirano a diventare eurodeputati. Intanto, il Pd siciliano indica i suoi candidati alle europee, la lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’ festeggia il raggiungimento della soglia di tremila firme in Val d’Aosta e la presidente Fdi Giorgia Meloni si prepara a incontrare la leader di Front National, Marine Le Pen, a Bruxelles.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/8968-elezioni-candidature.html

 

EUNEWS.IT

Per la Grecia in arrivo un nuovo prestito da 8,3 miliardi

01 Aprile 2014

Via libera dell’Eurogruppo alla concessione del pacchetto di aiuti da 8,3 miliardi alla Grecia. Per i ministri dell’Economia e delle Finanze dei Diciotto riuniti ad Atene “ci sono tutte le condizioni necessarie” per l’erogazione dei prestiti, che avverrà in tre momenti diversi. Una prima tranche da 6,3 miliardi verrà erogata a fine aprile, e a questa si aggiungeranno altre due tranche da un miliardi ciascuna a giugno e luglio. Lo sblocco di queste ultime due tranche è però legato al rispetto delle condizioni concordate tra la Grecia e le istituzioni della Troika.

http://www.eunews.it/2014/04/01/per-la-grecia-in-arrivo-un-nuovo-prestito-da-83-miliardi/13912

 

Il Sole 24 Ore

Frenano le retribuzioni di Eurolandia (in Italia meno), allarme per la Bce

02 Aprile 2014

L’inflazione frena, i prestiti diminuiscono, l’offerta di moneta langue. Sono molte le argomentazioni a favore di un nuovo intervento della Banca centrale europea, già da giovedì 3 aprile. Uno, nuovo, è da poco apparso dalle statistiche: il rallentamento delle retribuzioni. Nel quarto trimestre del 2013, sono aumentate dell’1,4%, in frenata dall’1,7% del terzo trimestre.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-01/frenano-retribuzioni-eurolandia-in-italia-meno-allarme-la-bce-175521.shtml?uuid=ABCl1X7

 

EUROPARLAMENTO24

Nuove norme Ue per informare i piccoli investitori

02 Aprile 2014

I negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio del ministri Ue hanno concordato le nuove norme comunitarie in materia di informazioni chiave da fornire ai piccoli investitori prima della firma di un contratto da investimento. Il Parlamento porterà le regole concordate al voto della plenaria di aprile, l’ultima della legislatura. Per entrare in vigore, poi, le norme dovranno essere approvate dagli Stati membri.

http://www.europarlamento24.eu/nuove-norme-ue-per-informare-i-piccoli-investitori/0,1254,106_ART_6551,00.html

 

ANSA

Industria Tlc Ue, con regole Pe a rischio internet

02 Aprile 2014

Con gli emendamenti al pacchetto Tlc della commissaria Kroes messi a punto dall’Europarlamento sulla ‘net neutrality’, è a rischio lo sviluppo di internet e dei nuovi servizi in Europa. E’ l’allarme lanciato, alla vigilia del voto dell’Aula di Strasburgo, dall’industria europea delle telecomunicazioni.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/04/02/industria-tlc-ue-con-regole-pe-a-rischio-internet_13d52ed7-cab8-4f2a-8127-d6b504753943.html

 

EURACTIV

Pe: Toscana da Schulz con tre richieste

02 Aprile 2014

“Come tutti i tedeschi sono affascinato dalla Toscana”, dichiara il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz a margine dell’incontro a Bruxelles con il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Il dialogo però non si è concentrato sulla bellezza della Regione, ma “su come, in futuro, l’Ue potrà cooperare in modo più forte e diretto, attraverso l’uso del principio di sussidiarietà, con le Regioni”.

http://www.euractiv.it/it/news/regioni/8976-pe-toscana-da-schulz-con-tre-richieste.html

 

EUROPA QUOTIDIANO

Gioco all’inglese contro burocrazia e disoccupazione

02 Aprile 2014

«È il momento di rimettersi a correre». Oltremanica ieri per incontrare il primo ministro britannico David Cameron, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha pronunciato queste parole. La necessità per Renzi è quella di accelerare, di aumentare la flessibilità nel mercato del lavoro, di cambiare una ricetta che in questi anni si è dimostrata «sbagliata e ha prodotto più burocrazia. Noi dobbiamo dare più semplicità e rapidità».

http://www.europaquotidiano.it/2014/04/02/275975/

 

Internazionale

L’Unione europea approva una missione militare nella Repubblica Centrafricana

02 Aprile 2014

Il 1 aprile l’Unione europea (Ue) ha annunciato l’avvio di un’operazione militare europea nella Repubblica Centrafricana. L’Ue manderà a Bangui almeno mille militari sotto la guida del generale francese Philippe Pontiès. La missione durerà almeno sei mesi. “Il Consiglio d’Europa ha approvato l’operazione militare europea nella Repubblica Centrafricana”, ha detto la portavoce Susanne Kieffer.

http://www.internazionale.it/news/africa/2014/04/02/lunione-europea-approva-una-missione-militare-nella-repubblica-centrafricana/

 

EUROPARLAMENTO

Al PE di Bruxelles una conferenza su social media ed elezioni europee

02 Aprile 2014

Il 2 aprile il Parlamento europeo organizza a Bruxelles una conferenza sui social media e le elezioni europee 2014. Il principale relatore sarà Alec Ross, senior advisor per l’innovazione dell’ex segretario di Stato Hillary Clinton. La conferenza sarà trasmessa in diretta streaming e si potrà twittare con l’hashtag dedicato #EP2014SMC.

http://www.europarl.it/it/succede_pe/news_2014/marzo_2014/elections_social_0204.html;jsessionid=79AFAB695B2FE1FC973D436174B7919C

 

REUTERS

Confindustria: Italia negozi con Ue flessibilità su Patto stabilità

02 Aprile 2014

Confindustria chiede al governo di Matteo Renzi di fare pressioni sull’Unione europea perché conceda all’Italia margini di flessibilità nel centrare gli obiettivi macroeconomici previsti dal Patto di stabilità, in cambio di riforme strutturali. È quanto si legge nel documento di Confindustria “Per un’Europa della crescita”, presentato nel quartier generale dell’Associazione all’Eur.

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIEA3101920140402

 

TM NEWS

Mogherini: molto saggia posizione Ucraina di non aderire a Nato

02 Aprile 2014

Il governo ucraino ha assunto “un atteggiamento estremamente saggio” nel ribadire, nei giorni scorsi, di non avere l’obiettivo di aderire all’Alleanza atlantica. Lo ha affermato oggi a Bruxelles il ministro degli Esteri Federica Mogherini, incontrando la stampa a margine della riunione ministeriale della Nato.

http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/mogherini-molto-saggia-posizione-ucraina-di-non-aderire-a-nato-PN_20140402_00106.shtml

 

EUNEWS

Il Parlamento europeo ha votato per la fine dei costi del roaming dal 2015

03 Aprile 2014

I deputati europei riuniti in sessione plenaria a Bruxelles hanno votato per l’abolizione delle tariffe sul roaming a partire dal 15 dicembre 2015: ciò comporterà una semplificazione notevole della vita dei cittadini di tutta Europa, contribuendo alla realizzazione concreta della loro libera circolazione, e “un passo avanti significativo verso il mercato unico delle telecomunicazioni”, come ha sottolineato l’on. Angelilli, vicepresidente del Pe. Ora spetterà ai Governi approvare tale proposta o avviare un negoziato.

http://www.eunews.it/2014/04/03/il-parlamento-europeo-ha-votato-per-la-fine-dei-costi-del-roaming-dal-2015/13991

 

EURACTIV

Corte Strasburgo: respinto ricorso Riina

03 Aprile 2014

La Corte europea dei diritti dell’uomo ha respinto il ricorso presentato dal boss mafioso Salvatore Riina contro le condizioni a cui egli sarebbe sottoposto secondo il regime carcerario speciale previsto dal 41-bis. I giudici di Strasburgo hanno infatti ritenuto che tale regime non viola i diritti del boss, soprattutto “alla luce dei suoi trascorsi e della necessità, da parte dello Stato, di garantire la propria sicurezza”.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/8990-corte-strasburgo-respinto-ricorso-riina.html

 

THE NEW YORK TIMES

L’Ucraina coinvolge l’ex presidente e la Russia nelle morti dei manifestanti

03 Aprile 2014

Il nuovo ministro degli Interni ucraino Avakov ha ufficialmente accusato l’ex presidente ViKtor Yanukovych e gli agenti di sicurezza russi di aver preso parte alle sparatorie che si sono susseguite alla metà di febbraio nel centro di Kiev e che hanno causato oltre 100 vittime tra i dimostranti anti-governativi. In risposta a tali affermazioni, Yanukovych ha negato di aver prtecipato a questi massacri mentre il ministro degli Esteri russo Lavrov ha dichiarato che essi potrebbero essere stati eseguiti da esponenti della destra ultranazionalista che hanno preso parte all proteste di quei giorni.

http://www.nytimes.com/2014/04/04/world/europe/ukraine.html?ref=europe&_r=0

 

EL PAĺS

L’Europa cerca di mantenere il suo peso in Africa nonostante l’auge della Cina

03 Aprile 2014

È stato inaugurato oggi a Bruxelles il quarto summit euroafricano, durante il quale l’Europa ha manifestato il proprio interesse strategico per il continente vicino e la volontà di offrire aiuti per il suo sviluppo, che i presidenti del Consiglio e della Commissione europea Van Rompuy e Barroso hanno definito “un imperativo umano”. Ciò, tuttavia, incontra un ostacolo nelle ambizioni che la Cina ha sul continente africano: infatti gli investimenti diretti che il paese asiatico avrebbe indirizzato in Africa sarebbero aumentati, tra il 2009 e il 2012, del 20,5% passando da 6.800 a 15.500 milioni di euro.

http://internacional.elpais.com/internacional/2014/04/03/actualidad/1396561668_352573.html

 

Il Sole 24 Ore

Draghi: acquisto di titoli se necessario

04 aprile 2014

I dati sull’inflazione nell’Eurozona nel mese di marzo restano preoccupanti: essa è scesa allo 0,5%, il minimo degli ultimi quattro anni. Per questo il presidente della BCE e il consiglio dell’Eurotower stanno considerando nuove misure di intervento per prevenire i rischi di un periodo troppo prolungato di bassa inflazione, compreso l’acquisto di titoli pubblici e privati (il cosiddetto “quantitative easing”). Draghi ha affermato: “Siamo rioluti nella determinazione di mantenere un alto di stimolo monetario e ad agire rapidamente se necessario”.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-04/draghi-acquisti-titoli-se-necessario-063654.shtml?uuid=AB2zbF8

 

EUROPA.EU

Osservazione della Terra: il satellite di Copernicus decolla con successo

04 Aprile 2014

Un importante sviluppo si è registrato per quanto riguarda il programma dell’UE Copernicus per l’osservazione della Terra e per l’intera Politica spaziale europea: alle ore 23.02 del 3 aprile il Sentinel 1A, il primo satellite del programma, è stato lanciato dalla base di Kourou, nella Guiana francese. Il vicepresidente della Commissione europea Tajani ha sottolineato che “i dati provenienti dal satellite potranno contribuire a migliorare la sicurezza marittima, a monitorare il cambiamento climatico e a fornire supporto in situazioni di crisi e di emergenza”.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-380_en.htm

 

LE MONDE

Per la commissaria Viviane Reding, la vita quotidiana dei Rom “inizia a migliorare”

04 Aprile 2014

La commissaria europea alla Giustizia Viviane Reding, in occasione della conferenza internazionale di oggi a Bruxelles che aveva il compito di discutere dell’integrazione dei Rom all’interno dell’UE, si è espressa su questo importante tema. Ella ha affermato che la vita quotidiana delle persone Rom in Europa (dive se ne contano tra i 10 e i 12 milioni) “sta iniziando a migliorare” e che si stanno vedendo “dei piccoli miracoli”. Infatti alcuni Stati membri (come l’Ungheria) hanno reso obbligatorio l’insegnamento prescolare per i bambini Rom, altri (come Belgio, Germania e Francia) hanno disposto misure in loro favore in materia d’impiego e d’alloggio.

http://www.lemonde.fr/europe/article/2014/04/04/pour-la-commissaire-viviane-reding-le-quotidien-des-roms-commence-a-s-ameliorer_4395684_3214.html

 

ANSA

Nascono sito web e ‘app’ per capire chi votare

04 Aprile 2014

A 50 giorni dalle elezioni europee, nasce oggi la nuova piattaforma online ‘Electio2014’ per aiutare i cittadini a capire quale eurodeputato o gruppo politico è più vicino alle loro idee. L’organizzazione indipendente ‘VoteWatch Europe’ ha ufficialmente lanciato un sito web e un’applicazione mobile, disponibili in 24 lingue, che permetteranno agli elettori di scegliere quale candidato votare a fine maggio.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/speciali_elezioni2014/2014/04/04/europee-nascono-sito-web-e-app-per-capire-chi-votare_9cdccc1f-d2be-4994-a5be-f5a039f511a7.html

 

EURACTIV

Elezioni: -50, solo Juncker e Schulz sicuri di voti italiani

05 Aprile 2014

Elezioni europee, il conto a rovescio dice -50. E, a questo punto della campagna elettorale, soltanto due candidati alla presidenza della Commissione europea, il Ppe Jean-Claude Juncker e il Pse Martin Schulz, appaiono sicuri di ottenere seggi italiani.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/9004-elezioni-50-solo-juncker-e-schulz-sicuri-di-voti-italiani.html

 

Il Sole 24 Ore

Immissione di credito da parte della BCE, un’occasione da sfruttare entro sei mesi

05 Aprile 2014

L’annuncio della Bce di essere pronta a immettere grandi quantità di credito nell’economia europea rappresenta un’opportunità vitale per l’economia italiana, ma pone anche il governo, le banche e le imprese, di fronte alla necessità di accelerare le condizioni per beneficiarne: riforme tempestive e non di facciata, pulizia completa dei bilanci bancari, ricapitalizzazioni e progetti d’investimento.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-05/un-occasione-sfruttare-entro-sei-mesi-081119.shtml?uuid=ABb5qY8

 

EUNEWS.IT

Juncker: alla Commissione io o Schulz. Il resto sono fantasie

06 Aprile 2014

C’è molta confusione in questa campagna elettorale per le europee. Una sola cosa è chiara: socialisti e popolari giocheranno la partita del presidente della Commissione tra di loro, dopo essersi punzecchiati in questo mese per tentare di avere comunque l’uno il sopravvento sull’altro. La prima cosa è il patto a tre, firmato giovedì con i piccoli liberali, nel quale si chiarisce che tra loro, e solo tra loro, si negozierà per scegliere il presidente, partendo dal candidato del partito che ha preso più voti.

http://www.eunews.it/2014/04/06/juncker-alla-commissione-andremo-io-o-schulz/14035

 

LA REPUBBLICA

Ungheria, Orban stravince. Crescono i neonazisti

06 Aprile 2014

Dopo lo scrutinio del 47% dei voti, al suo partito Fidesz andrebbero 134 seggi su 199. La destra estrema passa dal 16,7 di quattro anni fa al 20,7, Un altro campanello d’allarme per l’Europa dopo l’affermazione del Fn di Marine le Pen in Francia.

http://www.repubblica.it/esteri/2014/04/06/news/ungheria_dagli_exit-poll_netta_vittoria_di_orban_la_sinistra_tiene_sui_neonazisti-82909948/?ref=HREC1-8

 

EUNEWS.IT

L’agenda europea della settimana

07 Aprile 2014

Conferenza sulla disoccupazione giovanile, missione del sottosegretario per gli Affari europei Sandro Gozi, audizione del vicepresidente della Bce in Parlamento europeo: questi alcuni degli appuntamenti in programma questa settimana a Bruxelles. Attività del Parlamento ridotta al minino, con i gruppi impegnati a preparare l’ultima sessione plenaria prevista la prossima settimana. In Consiglio solo riunioni tecniche. La commissione adotta il libro verde sulla sanità mobile e presenta la piattaforma europea per la lotta al lavoro nero.

http://www.eunews.it/2014/04/07/lagenda-europea-della-settimana-76/14032

 

TM NEWS

Renzi: “Anche l’Europa ha bisogno di una spending review”

07 Aprile 2014

Anche l’Europa ha bisogno della spending review. In una lettera a Il Messaggero il premier Matteo Renzi sottolinea che l’Italia sta facendo la propria parte, a partire dai privilegi e, in particolare, dai costi della politica.

http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/renzi-anche-l-europa-ha-bisogno-di-una-spending-review-20140407_075634.shtml

 

EURACTIV

Garanzia Giovani: in Italia si parte il 1° maggio

8 Aprile 2014

Rendere effettivo lo strumento della Garanzia Giovani: questo è l’invito rivolto agli Stati membri dell’UE dal Presidente della Commissione europea Barroso e dal commissario all’Occupazione Andor, durante una conferenza sul tema a Bruxelles. A questo proposito, l’Esecutivo comunitario stanzierà 6 miliardi dell’Iniziativa per l’occupazione giovanile, cui ogni stato membro potrà aggiungere risorse del Fondo Sociale Europeo e cofinanziamenti nazionali. In Italia, il lancio del portale nazionale che collegherà le strutture pubbliche e private coinvolte nel programma è previsto per il 1° maggio.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/9020-garanzia-giovani-in-italia-si-parte-il-1-maggio.html

 

EUROPARLAMENTO24

Le rinnovabili possono fermare la povertà energetica in Europa

8 Aprile 2014

Il Comitato delle Regioni ha recentemente sottolineato che la povertà energetica colpisce ben 150 milioni di persone in tutta Europa e ha perciò elaborato un parere in cui si sostiene che i costi sociali e ambientali dei combustibili fossili e dell’energia nucleare non sono più sostenibili e che occorrono validi investimenti nell’efficienza energetica e nelle rinnovabili a livello locale e regionale. Il Comitato ha poi chiesto all’Ue di adottare una definizione di povertà energetica sufficientemente flessibile e di creare delle norme che indirizzino gli aiuti di Stayo verso le energie rinnovabili.

http://www.europarlamento24.eu/le-rinnovabili-possono-fermare-la-poverta-energetica-in-europa/0,1254,106_ART_6608,00.html

 

LA TRIBUNE

La giustizia europea esige una riforma della legge sui dati personali

8 Aprile 2014

La Corte di Giustizia dell’UE si è espressa sulla legislaziona europea relativa alla conservazione dei dati personali, dichiarandola “invalida”. Infatti, la Corte ha affermato che, dato che la conservazione dei dati personali risponde a un obiettivo d’interesse generale, la direttiva in materia comporta “un’ingerenza di vasta ampiezza e di particolare gravità” che nuoce “al diritto fondamentale al rispetto della vita privata e alla protezione dei dati a carattere personale”. Pertanto, i giudici hanno ritenuto necessaria una revisione della normativa attualmente in vigore, cosa a cui la commissaria agli Affari Interni Cecilia Malmström sta già provvedendo.

http://www.latribune.fr/actualites/economie/union-europeenne/20140408trib000824226/la-justice-europeenne-exige-une-reforme-de-la-loi-sur-les-donnees-personnelles

 

EUNEWS

La Commissione dichiara guerra al lavoro nero, piaga che sottrae all’UE 2.400 miliardi di euro

9 Aprile 2014

Il commissario europeo per l’Occupazione e gli affari sociali Laszlo Andor ha proposto il lancio di una piattaforma comunitaria per combattere la piaga sociale del lavoro nero, che sottrae all’economia europea tra il 15 e il 20% del PIL (circa 2.400 miliardi di euro l’anno). Tale piattaforma dovrà riunire gli ispettorati del lavoro e della sicurezza sociale, le autorità fiscali e quelle preposte alle politiche migratorie e avrà il compito di condividere informazioni e pratiche ottimali, esaminare gli strumenti nazionali e unionali a disposizione e affrontare gli aspetti transfrontalieri del problema.

http://www.eunews.it/2014/04/09/la-commissione-dichiara-guerra-al-lavoro-nero-piaga-che-sottrae-allue-2-400-miliardi-di-euro/14136

 

EUROPA.EU

10 anni di lavoro congiunto tra UE e FAO per l’agricoltura e la sicurezza alimentare

9 Aprile 2014

Sradicare il problema della fame e della malnutrizione nel mondo, sostenere la produzione agricola e l’accesso ai materiali agricoli, aiutare gli agriocoltori ad affrontare il problema della volatilità dei prezzi alimentari e migliorare la governance sulla sicurezza alimentare a livello globale, regionale e nazionale: questi gli obiettivi che l’UE e la FAO condividono da 10 anni, ossia da quando nel 2004 sono divenuti partner strategici. Inoltre, nel 2011, le due istituzioni hanno firmato un Quadro strategico di cooperazione con il Fondo Internazionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura e con il World Food Programme.

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-14-273_en.htm

 

THE GUARDIAN

Le elezioni ungheresi offrono alcune lezioni allarmanti per l’Europa

9 aprile 2014

Le elezioni in Ungheria della scorsa domenica offrono importanti spunti di riflessione per l’UE: in primo luogo, la vittoria del partito Fidesz e la rielezione del presidente Viktor Orbán fanno pensare ad un governo che sarà sempre più vicino agli ideali e agli interessi della Russia piuttosto che a quelli dell’Europa (Orbán sembra infatti propugnare un modello di leadership ispirato a Putin e un acceso nazionalismo); in secondo luogo, occorre tenere in considerazione il consenso ottenuto in questa tornata elettorale dal partito di estrema destra, xenofobo e antisemita Jobbik, che ha attratto i voti di molti elettori di centro delusi.

http://www.theguardian.com/commentisfree/2014/apr/09/hungary-election-europe-prime-minister-viktor-orban

 

LA REPUBBLICA

Bce: “Primi miglioramenti per il lavoro”. La domanda interna sostiene la ripresa

10 Aprile 2014

http://www.theguardian.com/commentisfree/2014/apr/09/hungary-election-europe-prime-minister-viktor-orban

http://www.repubblica.it/economia/2014/04/10/news/bce_primi_miglioramenti_per_il_lavoro_la_domanda_interna_sostiene_la_ripresa-83210800/?ref=HREC1-2

 

AGI

Immigrati: oltre 3.000 soccorsi nelle ultime 24 ore

10 aprile 2014

Non si arresta il flusso di immigrati che giunge sulle nostre coste: più di 3.000 sono infatti stati soccorsi nel canale di Sicilia nelle ultime 24 ore da Marina Militare, Guardia Costiera e Guardia di Finanza, con l’aiuto di alcune navi mercantili. Come spesso accade, molti dei migranti in pericolo che hanno ricevuto soccorso erano donne e bambini.

http://www.agi.it/cronaca/notizie/201404100950-cro-rt10046-immigrati_oltre_3_000_soccorsi_nelle_ultime_24_ore

 

ANSA

Renzi al Pd: basta polemiche. Alle europee 5 capolista donne

10 Aprile 2014

“Capisco le discussioni, le polemiche, le posizioni diverse ma siamo ad un passo da una campagna elettorale importante. Le europee sono decisive non solo per il rinnovo del Parlamento europeo ma perché il Pd ritiene il voto fondamentale per un nuovo futuro dell’Europa”: queste le parole con cui Matteo Renzi ha aperto la direzione del Pd sulle europee e amministrative. Egli ha poi annunciato, a sorpresa, che i 5 capolista alle elezioni del 25 maggio saranno donne: Alessia Mosca per il Nord-Ovest, Alessandra Moretti per il Nord-Est, Simona Bonafè per il Centro, Pina Picierno per il Sud e Chiara Chinnici per le isole.

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2014/04/09/renzi-pd-alle-europee-avra-cinque-capolista-donna_e5d3d984-d0da-447a-96cd-3fe29162aaf8.html

 

CORRIERE DELLA SERA

Atene lancia il primo bond post crisi

10 Aprile 2014

La Grecia, mercoledì bloccata da un nuovo sciopero generale contro l’austerità, torna sul mercato dei capitali, con un bond a 5 anni – dell’importo di 3 miliardi di euro – per la prima volta dal salvataggio del 2010. A pochi minuti dalla chiusura dei book, gli ordini risultano superiori ai 20 miliardi di euro, provenienti da oltre 550 soggetti.

http://www.corriere.it/economia/14_aprile_10/atene-lancia-primo-bond-post-crisi-6fa435a4-c08a-11e3-95f0-42ace2f7a60f.shtml

 

EURACTIV

Elezioni: -45, dibattito tv Juncker-Schulz

10 Aprile 2014

Toni pacati e focus sulla crisi economica: si può riassumere così il primo dibattito televisivo fra il popolare Jean-Claude Juncker e il socialista Martin Schulz, i candidati favoriti alla presidenza della Commissione europea, trasmesso ieri dal canale francese France24. Il faccia a faccia fra il lussemburghese e il tedesco, durato 50 minuti, si è concentrato sui temi caldi dell’austerità e della crescita.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/9031-elezioni-45-dibattito-tv-juncker-schulz.html

 

EUNEWS.IT

Eurozona, italiana la metà dei 6,5 milioni di discoccupati che non cercano più lavoro

10 Aprile 2014

Quasi la metà degli sfiduciati dell’Eurozona, quelli che non provano neanche più a cercare un lavoro, vive in Italia. Anche per il 2013 i dati Eurostat dipingono un quadro a tinte fosche per l’occupazione nel nostro Paese, dove a mancare, prima ancora del lavoro, sembra essere la speranza di trovarne uno. Oltre tre milioni e 91 mila italiani tra i 15 e i 74 anni, rileva l’istituto europeo di statistica, non hanno un’occupazione e nemmeno la stanno cercando: una cifra impressionante che corrisponde a circa la metà di tutti gli sfiduciati dei 18 Paesi dell’area euro.

http://www.eunews.it/2014/04/10/eurozona-italiana-la-meta-dei-65-milioni-di-discoccupati-che-non-cercano-piu-lavoro/14164

 

TM NEWS

Putin a leader Ue: preoccupatissimo per questione gas Ucraina

10 Aprile 2014

Vladimir Putin ha scritto ai leader dei Paesi dell’Ue per esprimere “estrema preoccupazione” sul debito accumulato dall’Ucraina per le forniture di gas russo e sulle possibili conseguenze in termini di approvvigionamento anche per l’Europa.

http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/putina-a-leader-ue-preoccupatissimo-per-questione-gas-ucraina-PN_20140410_00281_NE.shtml

 

EUROPARLAMENTO24

In Olanda e Germania i migliori trasporti europei

10 Aprile 2014

La Commissione europea ha pubblicato per la prima volta un quadro di valutazione dei trasporti dell’Unione europea, che mette a confronto i risultati degli Stati membri in 22 categorie relative ai trasporti, individuando per ognuna i cinque paesi migliori e i cinque peggiori. Paesi Bassi e Germania registrano i risultati migliori, con punteggi elevati in 11 categorie, seguiti da Svezia, Regno Unito e Danimarca. L’Italia è presente 3 volte nella top five di categoria e 5 volte fra i peggiori cinque paesi. La valutazione complessiva, quindi, è di -2.

http://www.europarlamento24.eu/in-olanda-e-germania-i-migliori-trasporti-europei/0,1254,106_ART_6642,00.html

 

EURACTIV

Erasmus +: Giannini, istruzione unisce Europa

10 Aprile 2014

È stato lanciato a Firenze il programma Ue per l’istruzione e la formazione Erasmus + 2014-2020 al quale la Commissione europea ha apportato molte novità: più risorse, una maggiore articolazione interna e facilitazioni per studiare e lavorare all’estero. In questa occasione, il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha affermato che “Erasmus + costituisce una possibilità unica ed importante che favorisce la circolazione di conoscenze e di idee in Europa” e la commissaria europea per l’istruzione, formazione e cultura Vassiliou ha commentato: “La costruzione di una società democratica inizia dalle aule scolastiche e il programma Erasmus + offre questa speranza in Europa”.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/9035-erasmus-giannini-istruzione-unisce-europa.html

 

THE NEW YORK TIMES

L’Unione europea discute l’iniziativa sulla protezione degli embrioni

10 Aprile 2014

L’Iniziativa dei cittadini europei (Ice) “Uno di noi” sulla protezione di embrioni umani è giunta davanti al Parlamento europeo, dove giovedì si è svolta un’accesa discussione tra i firmatari della petizione (che propone di bandire l’aborto, la ricerca sulle cellule staminali e qualsiasi attività che implichi la distruzione di embrioni) e membri del Parlamento critici verso tale proposta. Il leader di “Uno di noi” Grégor Puppinck ha affermato: “Il problema è in chi sostiene che un embrione, un feto non siano nulla. È chiaro che la vita inizia dal momento del concepimento e che essa deve essere rispettata”.

http://www.nytimes.com/2014/04/11/world/europe/european-union-debates-initiative-on-embryo-protection.html?ref=europe&_r=0

 

EL PAĺS

Putin minaccia l’UE con un’altra “guerra del gas”se l’Ucraina non paga le forniture

10 Aprile 2014

Il presidente russo Vladimir Putin ha sollecitato i leader europei a convocare una riunione urgente per discutere della risoluzione della crisi economica ucraina, in particolare per quanto riguarda il debito che il paese ha con la Russia per le forniture di gas (che ammonta ormai a 2.200 milioni di dollari). Se tale situazione persiste, Gazprom sarà costretta a bloccare l’invio del combustibile verso l’Ucraina, creando così gravi problemi di approvigionamento energetico anche per l’Europa.

http://internacional.elpais.com/internacional/2014/04/10/actualidad/1397143069_782895.html

 

ANSA

Salute: Ue, con app su smartphone risparmi per quasi 100 miliardi

10 Aprile 2014

Bruxelles ha lanciato una consultazione sulla sanità mobile rivolta ad associazioni di consumatori e pazienti, operatori sanitari, autorità pubbliche e sviluppatori di app che rimarrà aperta fino al 3 luglio: è stato, infatti, calcolato che le applicazioni per la sanità mobile prenderanno sempre più piede (tanto che nel 2017 la metà delle persone in possesso di uno smartphone farà uso di esse) e che tra pochi anni i risparmi per il sistema sanitario, ricorrendo a tali strumenti, potrebbero toccare quota 100 miliardi.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/04/10/salute-ue-con-app-su-smartphone-risparmi-per-quasi-100-mld_b4e0e4ba-8818-41dd-b32f-d1dad5d474

 

ADNKRONOS

Angela Merkel ad Atene

11 Aprile 2014

È prevista per oggi la visita della cancelliera tedesca Angela Merkel ad Atene: ella incontrerà il premier Antonis Samaras con il quale discuterà dello stato delle finanze greche, delle prospettive di investimento e dei programmi per promuovere l’occupazione giovanile. Inoltre la Merkel prenderà parte ad un forum di giovani imprenditori greci.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Grecia-oggi-Merkel-in-visita-incontra-Samaras-e-giovani-imprenditori_321427664182.html

 

EURACTIV

Istruzione: Italia ultima per numero laureati tra i 30 e i 34 anni

11 Aprile 2014

Con una percentuale del 22,4%, contro una media Ue del 36,8%, l’Italia è ultima in Europa per numero di laureati nella fascia di età tra i 30 e i 34 anni. Lo rivela un rapporto dell’Eurostat, pubblicato venerdì.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/9043-istruzione-italia-ultima-per-numero-laureati.html

 

ANSA

Astronauta Parmitano ‘ambasciatore’ semestre presidenza Ue

11 Aprile 2014

L’astronauta Luca Parmitano sarà ‘ambasciatore del semestre della presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea. Lo rende noto il Commissario straordinario dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Aldo Sandulli. ”E’ il riconoscimento – ha osservato Sandulli – del ruolo centrale delle attività spaziali nel campo della politica europea”.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/04/11/astronauta-parmitano-ambasciatore-semestre-presidenza-ue_df02e170-abe7-4bea-ab73-7088c0fb3781.html

 

Il Sole 24 Ore

Draghi: pronti ad agire in caso di un nuovo rafforzamento dell’Euro

12 Aprile 2014

Nell’Eurozona la disoccupazione resta alta e ciò è «inaccettabile». Lo ha detto Mario Draghi, governatore della Banca centrale europea nel corso di una conferenza stampa in corso a Washington al termine dell’incontro dell’International Monetary and Financial Committee, il braccio operativo del Fondo monetario internazionale. Mario Draghi ha poi ribadito: il consiglio della Bce è unanime nel suo impegno a ricorrere anche a strumenti non convenzionali per contrastare il rischio di un periodo di inflazione bassa.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-12/draghi-eurozona-disoccupazione-inaccettabile-inflazione-bassa-bce-unita-strumenti-non-convenzionali-184924.shtml?uuid=ABKtUXAB

 

EURONEWS

FMI: la ripresa economica mondiale è fragile ma in atto

13 Aprile 2014

La ripresa economica mondiale ha due principali zavorre, dicono dal Fondo Monetario Internazionale. Prima di tutto le insufficienti riforme strutturali degli stati membri e a seguire le tensioni geopolitiche, come la crisi Ucraina. Ma queste non sono le uniche conclusioni del summit in cui si sono confrontati esponenti del FMI e della Banca Mondiale. In primo piano anche ambiente e lo sviluppo.

http://it.euronews.com/2014/04/13/fmi-la-ripresa-economica-mondiale-e-fragile-ma-in-atto/

 

EUNEWS.IT

L’agenda europea della settimana

14 Aprile 2014

La Commissione adotta il pacchetto mensile di infrazioni, il Consiglio discute di Ucraina, mentre il Parlamento europeo si riunisce per l’ultima volta in sessione plenaria prima delle elezioni. Questi gli appuntamenti di rilievo nell’agenda europea della settimana. Al voto numerosi provvedimenti, tra i quali quelli relativi al progetto di unione bancaria. A Bruxelles si segnalano la presentazione dell’osservatorio sul latte e l’incontro tra il vice ministro degli Esteri, Lapo Pistelli, e il commissario per lo Sviluppo.

http://www.eunews.it/2014/04/14/lagenda-europea-della-settimana-77/14200

 

Il Sole 24 Ore

Ok definitivo del Parlamento Ue all’Unione bancaria: saranno i privati a soccorrere gli istituti di credito

15 Aprile 2014

Il Parlamento europeo ha adottato oggi a larga maggioranza un pacchetto di norme che completano l’unione bancaria con le quali viene spostato innanzitutto sul settore privato (cioè azionisti e creditori degli istituti di credito) l’onere di intervenire per risanare e gestire in modo ordinato il fallimento (risoluzione).

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-15/ok-definitivo-parlamento-ue-unione-bancaria-saranno-privati-soccorrere-istituti-credito-160603.shtml?uuid=AB2FaEBB

 

ANSA

Made in: Italia vince battaglia a Pe, ma resta no tedesco

15 Aprile 2014

L’indicazione obbligatoria sull’ origine dei prodotti non alimentari, il cosiddetto ‘made in’ per cui l’Italia si batte da anni, passa a larga maggioranza nella plenaria del Parlamento europeo. Respinto a larga maggioranza (205 sì, 419 no, 25 astenuti) un emendamento che intendeva cancellarla dal testo della proposta Tajani-Borg sulla direttiva per la ‘sicurezza dei consumatori’. Il testo è stato approvato in prima lettura. Resta l’opposizione dei paesi nordici in Consiglio guidata da Germania e Svezia. Il testo complessivo della proposta di direttiva è stato approvato con 485 sì, 130 no e 27 astenuti.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/04/15/made-in-italia-vince-battaglia-a-pe-ma-resta-no-tedesco_e708d297-8037-47b8-aca9-dbbfae37b114.html

Rassegna Stampa Marzo 2014

EUNEWS

Congresso Pse lancia Schulz: “Basta chiedere austerità ai cittadini per aiutare le banche”

01 Marzo 2014

A conclusione del Congresso del Partito socialista europeo tenutosi a Roma si è scelto di proporre la candidatura di Martin Schulz alla presidenza della Commissione europea: egli sembra infatti l’uomo capace di andare verso “una nuova Europa”, un’Europa che prenda atto del fallimento delle politiche di austerity, che rilanci l’economia partendo dall’occupazione come priorità assoluta e che ponga il settore finanziario “a servizio dei cittadini”.

http://www.eunews.it/2014/03/01/congresso-pse-lancia-schulz-basta-chiedere-austerita-ai-cittadini-per-aiutare-le-banche/13088

 

LE MONDE

Ucraina: gli Stati Uniti chiedono l’invio di una missione di osservatori dell’OSCE

03 Marzo 2014

Al termine di una riunione speciale dell’OSCE svoltasi a Vienna, gli USA – preoccupati dell’eventualità di un conflitto con Mosca – hanno richiesto l’invio di alcuni osservatori dell’organizzazione in Ucraina, i quali dovranno vigilare sul rispetto dei diritti delle minoranze e dell’integrità territoriale. Intanto, il Segretario generale dell’ONU Ban Ki-Moon ha programmato per oggi a Ginevra un incontro con il ministro degli Esteri russo Lavrov e, sempre nella giornata odierna, è prevista una missione dell’FMI a Kiev.

http://www.lemonde.fr/europe/article/2014/03/03/ukraine-l-acceptation-par-moscou-d-un-groupe-de-contact-serait-une-avancee_4376403_3214.html

 

THE GUARDIAN

Crisi in Ucraina: William Hague avverte la Russia delle ricadute economiche

03 Marzo 2014

L’attuale crisi in Ucraina rappresenta certamente “la più grande crisi in Europa di tutto il XXI secolo”, stando a quanto dichiarato dal ministro degli Esteri britannico William Hague. Quest’ultimo ha inoltre sottolineato come la Russia potrebbe risentire di “significativi costi diplomatici ed economici”, se non porrà termine alla minaccia dell’integrità territoriale e della sovranità dell’Ucraina.

http://www.theguardian.com/politics/2014/mar/03/ukraine-william-hague-russia-vladimir-putin

 

EL PAĺS

Lagarde impone più compiti alla Spagna per cercare di uscire dalla crisi

03 Marzo 2014

Il direttore dell’FMI Christine Lagarde, durante la sua prima visita in Spagna per il Forum Globale spagnolo, ha riconosciuto che il paese ha compiuto grandi sforzi – ad esempio per quanto riguarda la crescita delle esportazioni e il risanamento dl settore finanziario – ma che molto rimane ancora da fare. Rivolgendosi al premier Mariano Rajoy, ella ha richiesto interventi più incisivi in tre aree: maggiori riforme nel mercato del lavoro e attuazione di politiche attive per l’impiego, vigilanza sul debito sia delle imprese sia del settore pubblico e più facilitazione per la creazione di imprese.

http://economia.elpais.com/economia/2014/03/03/actualidad/1393838441_694935.html

 

EURACTIV

Ice: Bruxelles valuta stop ricerca embrioni

03 Marzo 2014

L’Iniziativa dei cittadini europei “Uno di noi” è approdata sul tavolo della Commissione Ue, totalizzando 1,7 milioni di firme raccolte. Essa invita l’Unione a porre un divieto su tutte le attività che prevedono la distruzione di embrioni umani. La commissione avrà ora a disposizione tre mesi per valutare la proposta e, insieme al Parlamento europeo, organizzerà un’audizione pubblica per confrontarsi con i promotori di tale iniziativa.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/8770-ice-bruxelles-valuta-stop-ricerca-embrioni.html

 

EUNEWS

Draghi: “La gente nella zona euro soffre. Portare a termine le riforme”

03 Marzo 2014

Mario Draghi, durante la sua ultima audizione al Parlamento europeo, ha posto l’accento sul fatto che la disoccupazione nella zona euro è ancora troppo alta e che la popolazione dell’Unione sta soffrendo per i processi di aggiustamento dell’economia. Per questo, secondo il presidente della BCE, occorre che gli Stati membri “correggano gli squilibri e riformino la struttura delle loro economie”. Inoltre, ha aggiunto, “le politiche fiscali dovranno essere portate avanti in linea con l’obiettivo della crescita”.

http://www.eunews.it/2014/03/03/draghi-la-gente-nella-zona-euro-soffre-portare-a-termine-le-riforme/13102

 

EUROPA.EU

L’UE e la Tunisia stabiliscono il loro Accordo per la Mobilità

03 Marzo 2014

Una dichiarazione congiunta firmata dal Commissario europeo per gli Affari interni Malmström e dall’ambasciatore della Tunisia presso l’UE ha dato vita ad un Accordo per la Mobilità tra l’Unione e il paese mediterraneo: esso avrà come obiettivi la facilitazione dei movimenti di persone e la promozione di una gestione comune e responsabile dei flussi migratori. L’UE cercherà inoltre di coadiuvare le autorità tunisine nella protezione dei rifugiati e dei richiedenti asilo e nel contrasto al traffico di migranti.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-208_en.htm

 

EURACTIV

Oscar: Vassiliou su La Grande Bellezza, “fantastico!”

03 Marzo 2014

“Fantastico!” Così la commissaria europea per la Cultura Androulla Vassiliou ha commentato l’assegnazione del premio Oscar come miglior film straniero a “La Grande Bellezza” del regista italiano Paolo Sorrentino. Il film in questione aveva già vinto il medesimo premio ai Golden Globes e ai BAFTA Awards ed era stato riconosciuto miglior film europeo agli European Film Awards (EFA).

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/8775-oscar-vassiliou-su-la-grande-bellezza-fantastico.html

 

LE PARISIEN

Elisabeth Guigou: “Dobbiamo mantenere un dialogo con i Russi”

03 Marzo 2014

Elisabeth Guigou, presidente della Commissione Affari esteri dell’Assemblea Nazionale francese, si è recata a Kiev per incontrare alcuni membri del nuovo governo ucraino, dicendosi “estremamente preoccupata dell’escalation della situazione”. Ella ha ammesso che da parte dell’Europa vi sono stati degli errori, soprattutto nel far credere che l’Ucraina sarebbe entrata a far parte dell’Unione, e ha sottolineato che occorre mantenere un dialogo con la Russia, pur “mantenendo ferma l’integrità dell’Ucraina”.

http://www.leparisien.fr/international/elisabeth-guigou-nous-devons-maintenir-le-dialogue-avec-les-russes-03-03-2014-3638955.php

 

EL MUNDO

L’UE teme una possibile riduzione del gas dovuta al conflitto ucraino

03 Marzo 2014

Il Gruppo di coordinamento del gas, al quale partecipano la Commissione europea e gli Stati membri dell’UE, in una riunione straordinaria svoltasi ieri, ha discusso “della situazione relativa alla sicurezza dell’approvvigionamento di gas”, in seguito ai recenti avvenimenti in Ucraina che potrebbero una seria minaccia per il mercato dell’energia. Si stima comunque che tali eventi non abbiano influito sui canali di distribuzione del gas proveniente dalla Russia e che le riserve disponibili ammontino tuttora a circa la metà dell’immagazzinamento dell’UE.

http://www.elmundo.es/internacional/2014/03/03/5314dc0b22601d632d8b4585.html

 

L’ESPRESSO

Forza Nuova e Casa Pound, ecco come l’estrema destra si prepara alle europee

03 Marzo 2014

Contro l’Europa e la moneta unica ma ognuno col suo simbolo: così si presenteranno alle prossime elezioni le due formazioni neo fasciste. Intanto a Roma il convegno di FN con l’esponente neonazista di Alba Dorata Gregos.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2014/02/26/news/l-estrema-destra-si-prepara-alle-elezioni-europee-1.155001

 

Il Sole 24 Ore

La Grecia riparte dal turismo: musei aperti 7 giorni su 7, dalle 8 alle 20

04 Marzo 2014

Dopo sette anni di recessione economica, ecco un’iniziativa, promossa dal Ministero del turismo, che potrebbe far ripartire l’economia ellenica e ridare ossigeno alle casse dello Stato: dal prossimo 1° aprile, 33 dei 117 più importanti musei e siti archeologici greci saranno aperti dalle 8 alle 20, tutti i giorni della settimana. Infatti, si stima che quest’anno arriveranno in Grecia oltre 18,5 milioni di turisti, cifra che dovrebbe superare il record di 17,8 milioni raggiunto nel 2013.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-03/rivoluzione-grecia-musei-aperti-7-giorni-7-8-20-173445.shtml?uuid=ABfs6U0

 

ANSA

Borse europee positive dopo ritiro truppe russe

04 Marzo 2014

Dopo la decisione di Mosca di ritirare le truppe russe dal confine con l’Ucraina, si è verificato un impatto positivo sulle borse di tutta Europa: Milano segna + 1,6%, Parigi + 1,43%, Madrid +1,42%,, Londra + 1,19% e Francoforte + 1,15%. Anche la Borsa di Mosca apre a + 1,5%, mentre Tokyo e Hong Kong guadagnano rispettivamente lo 0,47% e lo 0,91%. Intanto, lo spread Btp/Bund segna un ribasso a 187 punti rispetto ai 190 della chiusura.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2014/03/04/Borse-europee-positive-dopo-ritiro-truppe-russe-_10175825.html

 

CORRIERE DELLA SERA

La lente Ue sull’Italia: «Squilibri eccessivi»

05 Marzo 2014

L’Italia ha «squilibri macroeconomici eccessivi» che richiedono uno «speciale monitoraggio» da parte dell’Ue che farà rapporto all’Eurogruppo sulle riforme italiane e a giugno «deciderà ulteriori passi»: lo scrive la Commissione Ue. Tra gli squilibri: debito alto, scarsa competitività, aggiustamento strutturale insufficiente.

http://www.corriere.it/economia/14_marzo_05/lente-ue-conti-dell-italia-squilibri-eccessivi-sotto-monitoraggio-765cba92-a45b-11e3-8a4e-10b18d687a95.shtml

 

CORRIERE DELLA SERA

Italia: Rehn, analizzeremo piani riforma a metà aprile

05 Marzo 2014

La Commissione europea analizzerà i piani di riforma dei Paesi dell’Unione europea, e dell’Italia, a metà aprile e dopo le stime Ue di primavera presenterà le raccomandazioni per i singoli Paesi. Lo ha affermato il vice presidente della Commissione europea Olli Rehn.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Italia-Rehn-analizzeremo-piani-riforma-meta-aprile/05-03-2014/1-A_011247851.shtml

 

EURACTIV

Pompei: Hahn, ogni crollo una sconfitta europea

05 Marzo 2014

”Ogni crollo per me è una sconfitta enorme. Chiedo con forza alle autorità italiane di prendersi cura di Pompei perché è un sito emblematico non solo per l’Europa ma per il mondo”. Le parole del commissario per la Politica regionale Johannes Hahn suonano come un monito per l’Italia, cui andranno nuovi fondi Ue per interventi sul sito.

http://www.euractiv.it/it/news/regioni/8788-pompei-hahn-ogni-crollo-una-sconfitta-europea.html

 

EURACTIV

Elezioni: lista Tsipras, i candidati

05 Marzo 2014

73 candidature, di cui 37 maschili e 36 femminili. E’ la squadra della lista ‘L’altra Europa con Tsipras’, presentata oggi dai promotori. Come annunciato non c’è lo scrittore Andrea Camilleri, ma i nomi noti non mancano: tra questi, Piergiovanni Alleva, Curzio Maltese, Sandro Medici, Moni Ovadia, Adriano Prosperi, Ermanno Rea, Giuliana Sgrena e Barbara Spinelli. E malgrado le polemiche c’è anche Luca Casarini.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/8792-elezioni-lista-tsipras-i-candidati.html

 

LA REPUBBLICA

Ministero Agricoltura, quel sistema informatico da 780 milioni

05 Marzo 2014

Tanto è costato finora il Sian, che distribuisce 7 miliardi l’anno di contributi europei. Gestito da privati, sempre gli stessi da 20 anni, con un contratto di recente aumentato di altri 90 milioni. Nell’assegnazione dei fondi troppe cose poco chiare, nomine tutt’altro che limpide. E ora indaga la procura di Roma.

http://www.repubblica.it/politica/2014/03/05/news/ministero_agricoltura_fondi_europei-80237386/?ref=HRER2-1

 

ANSA

Ue: stop a ‘minerali insanguinati’, ora commercio responsabile

05 Marzo 2014

Stop ai ‘minerali insanguinati’, che vanno a finanziare le guerre nelle zone di conflitto come per esempio l’Africa. D’ora in poi serve un ‘commercio responsabile’ di minerali e metalli quali oro, tungsteno, stagno e tantalio, da parte delle imprese europee. E’ il senso della proposta della Commissione Ue, che ha per obiettivo rendere più difficile per i gruppi armati operanti nelle zone ‘calde’ finanziare le loro attività tramite questo tipo di commercio.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/industriatrasporti/2014/03/05/Ue-stop-minerali-insanguinati-ora-commercio-responsabile_10183442.html

 

Internazionale

Russia e Stati Uniti cercano il dialogo sulla Crimea

05 Marzo 2014

Il segretario di stato statunitense John Kerry e il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov hanno in programma un incontro per parlare della crisi in Ucraina. Il colloquio tra Kerry e Lavrov si svolge al termine di una conferenza sul Libano a Parigi, mentre continua l’occupazione russa della Repubblica autonoma di Crimea. La mattina del 5 marzo i soldati filorussi hanno preso il controllo della base missilistica ucraina di Evpatoria.

http://www.internazionale.it/live-blog/russia-e-stati-uniti-cercano-il-dialogo-sulla-crimea/

 

THE GUARDIAN

UE: un report rivela l’ampia diffusione della violenza sulle donne

05 Marzo 2014

Una donna su tre dice di aver subito una violenza sessuale o fisica a partire dall’età di quindici anni. Il maggior numero di vittime si riscontra in Danimarca. Il sondaggio si basa sulla testimonianza di 42,000 donne, intervistate nei 28 paesi dell’Unione Europea. Questa drammatica notizia mette in luce come la violenza sulle donne sia il diritto umano maggiormente violato a livello europeo. Si attendono risposte concrete a livello istituzionale.

http://www.theguardian.com/world/2014/mar/05/violence-against-women-eu

 

CORRIERE DELLA SERA

Renzi a Bruxelles, la prima volta da premier

06 Marzo 2014

Il premier Matteo Renzi è arrivato a Bruxelles per al Vertice straordinario dei capi di Stato e di governo dell’Ue dedicato alla crisi Ucraina. Si tratta del primo summit di Renzi da premier. Prima dell’inizio del vertice, Renzi ha partecipato a un incontro ristretto con il premier britannico David Cameron, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e quello polacco Donald Tusk.

http://www.corriere.it/politica/14_marzo_06/renzi-bruxelles-prima-volta-premier-90dcbbc0-a522-11e3-8a4e-10b18d687a95.shtml

 

Il Sole 24 Ore

Bce, tassi fermi. Draghi: i dati confermano ripresa moderata

06 Marzo 2014

I tassi di interesse dell’area euro restano al minimo storico dello 0,25 per cento. Lo ha deciso la Banca centrale europea, in linea con le attese prevalenti dopo che i segnali di miglioramento giunti dall’economia hanno allentato le pressioni per un taglio dei tassi, che invece erano legate dalla persistente bassa inflazione.

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2014-03-06/la-banca-d-inghilterra-lascia-invariati-tassi-e-stimoli-133643.shtml?uuid=ABvhXC1

 

Il Sole 24 Ore

Referendum in Crimea il 16 marzo. La Ue congela i beni di Yanukovich

06 Marzo 2014

Il Parlamento della Crimea ha votato all’unanimità di diventare parte della Russia di Valdimir Putin: lo rende noto l’agenzia Ria. Il Parlamento, si legge nel lancio di agenzia, ha dato il “via libera” ad «entrare nella Federazione Russa con i diritti di un soggetto della Federazione Russa». Poco prima il vicepremier del governo filo-russo della repubblica autonoma ucraina aveva annunciato che il 16 marzo si terrà un referendum per chiedere ai cittadini se desiderano unirsi alla Federazione Russa.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-06/l-ue-congela-beni-yanukovich-e-altri-16-esponenti-regime-085813.shtml?uuid=ABBvK90

 

EURACTIV

Elezioni: sondaggio; socialisti giù, sinistra su

06 Marzo 2014

Socialisti in testa, anche se con margine ridotto, e crescita della sinistra, anche in Italia. Sono i dati del secondo sondaggio PollWatch sugli esiti delle elezioni europee. Nel frattempo, il Coreper conferma l’accordo fra Parlamento e Consiglio dei Ministri dell’Unione europea che definisce regole chiare sullo statuto giuridico dei partiti politici europei e sulla trasparenza dei finanziamenti.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/8798-elezioni-sondaggio-socialisti-giu-sinistra-su.html

 

EUROPA.EU

Una strategia integrata per la sicurezza marittima globale

06 Marzo 2014

La Commissione Europea e l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Catherine Ashton, hanno inviato un comunicato condiviso al Parlamento Europeo e al Consiglio in materia di sicurezza marittima globale. La strategia prevede un programma di protezione e valorizzazione delle infrastrutture, una maggiore cooperazione tra tutti gli attori operanti in questo campo e un miglioramento dei piani di risk management.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-224_en.htm?locale=en

 

ANSA

Carceri: Consiglio Europa bacchetta ancora Italia

06 Marzo 2014

Le misure prese finora dall’Italia contro il sovraffollamento delle carceri sono insufficienti. Lo ha stabilito oggi il Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa il quale ha anche espresso “preoccupazione” per come il nostro Paese sta affrontando la questione in vista della scadenza fissata per il 27 maggio prossimo.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/elementiHP/2014/03/06/Carceri-Consiglio-Europa-bacchetta-ancora-Italia_10189224.html

 

REUTERS

Btp rifiatano dopo rally, spread resta vicino minimi in attesa Bce

 

06 Marzo 2014

Il mercato obbligazionario italiano riprende fiato dopo il rally degli ultimi giorni, ma rendimenti e premio al rischio nei confronti del Bund restano comunque nei pressi dei minimi segnati ieri, in attesa dell’esito del meeting di politica monetaria della Banca centrale europea.

http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIEA2500B20140306

 

EURACTIV

Commissione: la rosa dei candidati

07 Marzo 2014

A 75 giorni dalle elezioni europee, è ormai delineato il quadro dei candidati alla presidenza della Commissione europea per le maggiori famiglie politiche europee, popolari, socialisti, liberali, sinistra e verdi. I conservatori non avranno un candidato e neppure gli euro-scettici.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/8808-commissione-la-rosa-dei-candidati.html

 

EUNEWS.IT

L’agenda europea della settimana

10 Marzo 2014

Priorità della Commissione post-2014 in tema di giustizia e affari interni, voto sul ruolo della Troika nei Paesi sotto assistenza, voto sulla sorveglianza di massa dell’agenzia per la sicurezza degli Stati Uniti. Il primo Ecofin del ministro dell’Economia Padoan che sarà anche ricevuto da Van Rompuy. E poi ancora Ucraina e meccanismo unico di soluzione delle crisi bancarie. Sono solo i principali argomenti nell’agenda dei lavori dell’Ue di questa settimana. Parlamento e Commissione spostano all’attività a Strasburgo per la sessione plenaria, mentre il Consiglio ospita le riunioni di Eurogruppo ed Ecofin a Bruxelles.

http://www.eunews.it/2014/03/10/lagenda-europea-della-settimana-72/13212

 

LA REPUBBLICA

Padoan debutta a Bruxelles, tra Unione bancaria e promesse di crescita

10 Marzo 2014

Prima assoluta per il ministro italiano dell’Economia, Pier Carlo Padoan, tra i colleghi degli altri Paesi membri. Anche se, visto soprattutto il passato come economista di primo piano dell’Ocse, non gli sono mancate occasioni di rapportarsi con ministri e personalità internazionali di alto rango, Padoan calamiterà grande attenzione presso le altre delegazioni europee, che si incontrano oggi nell’Eurogruppo per lasciar spazio domani all’Ecofin.

http://www.repubblica.it/economia/2014/03/10/news/padoan_debutta_a_bruxelles_tra_unione_bancaria_e_promesse_di_crescita-80634315/

 

ANSA

Ministero Esteri Ucraina, accordo politico con Ue 17 o 21/3

10 Marzo 2014

La parte politica dell’accordo di associazione tra l’Ucraina e l’Ue potrebbe essere firmata il 17 o il 21 marzo. Lo ha annunciato sul suo account Twitter il ministero degli Esteri ucraino. Intanto a Sebastopoli il russo diventa lingua ufficiale.

http://www.ansa.it/nuova_europa/it/notizie/rubriche/altrenews/2014/03/10/Ministero-Esteri-Ucraina-accordo-politico-Ue-17-21-3_10207338.html

 

ITESPRESSO.IT

Commissione europea: è l’ora di E-skills for jobs 2014

10 Marzo 2014

La Commissione europea lancia E-skills for jobs 2014, per diffondere le competenze digitali e dell’imprenditorialità digitale nelle scuole e nelle università. E-skills for jobs 2014 e Fostering Digital Enterpreneurship sono due progetti della Commissione Europea nell’ambito della Grand Coalition for Digital Jobs. In Italia se ne fa garante l’Anitec (Associazione nazionale Industrie Informatica, Telecomunicazioni ed Elettronica di consumo).

http://www.itespresso.it/la-commissione-europea-lancia-skills-for-jobs-2014-93873.html

 

ANSA

Febbre del Pianeta, Europa sarà il ‘grande malato’

10 Marzo 2014

L’Europa contrarrà per prima la ‘febbre del Pianeta’ e sarà il paziente più grave, con sintomi che vanno dalle alluvioni alla siccità fino a un incremento degli eventi estremi, per i quali “è necessario già da ora pensare a una cura in grado di contenere i danni”. A lanciare l’allarme è un team internazionale di esperti climatici.

http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/energiaeambiente/2014/03/09/Febbre-Pianeta-Europa-sara-grande-malato-_10207070.html

 

IL FATTO QUOTIDIANO

Scuola, sviluppo, banda larga: “L’Europa ce lo chiede”. E l’Italia fa finta di niente

10 Marzo 2014

La Commissione Ue lo ha sancito ancora una volta il 5 marzo: l’Italia è affetta da “squilibri macroeconomici eccessivi” e il suo debito è così alto che la correzione dei conti pubblici non basta, servono riforme per far crescere l’economia. Ma lo sviluppo è sempre figurato solo a parole nell’agenda dei governi italiani che hanno dovuto affrontare le sfide poste dalla crisi.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/10/scuola-sviluppo-banda-larga-leuropa-ce-lo-chiede-ma-litalia-fa-sempre-finta-di-niente/907373/

 

Il Sole 24 Ore

Indennità per chi ha perso il lavoro, quanto vale l’assegno? In Grecia 360 euro al mese, in Danimarca 2.900. E in Italia? Guarda la mappa

10 Marzo 2014

La sfida del Jobs Act targato Matteo Renzi è quella di estendere l’assegno di disoccupazione a 300mila nuovi lavoratori atipici per avvicinarsi agli standard richiesti dall’Europa. Ma come funziona l’assicurazione negli Stati del Vecchio Continente? Ecco una carrellata dei principali Paesi, raccontati attraverso un’analisi comparata di Adapt, il Centro studi Marco Biagi.

http://www.ilsole24ore.com/art/2014/2014-03-07/indennita-disoccupazione-quanto-vale-assegno-grecia-181121.shtml?uuid=ABA6tY1&nmll=2707#navigation

 

LA REPUBBLICA

Padoan a Bruxelles: taglia il cuneo con i risparmi, ma rivede al ribasso la crescita del Pil

10 Marzo 2014

Presentandosi per la prima volta da ministro dell’Economia italiano davanti all’Eurogruppo, Pier Carlo Padoan ha assicurato che grazie alle riduzioni della spesa pubblica sarà possibile il taglio del cuneo fiscale ma ha anche aggiunto che la previsione di crescita per il Pil italiano è di circa lo 0,6%. Le priorità del Paese sarebbero, secondo il neoministro, attuare politiche a favore della crescita e dell’occupazione ma senza mettere in discussione le politiche di bilancio.

http://www.repubblica.it/economia/2014/03/10/news/padoan_debutta_a_bruxelles_tra_unione_bancaria_e_promesse_di_crescita-80634315/?ref=HRER2-2

 

EUROPARLAMENTO24

La nuova Pac convince i cittadini europei

10 Marzo 2014

Un’indagine svolta da Eurobarometro nei mesi di novembre e dicembre 2013 nell’Ue a 28 ha dimostrato come il 77% dei cittadini europei ritenga vantaggiosa la Politica agricola comune 2014-2020: infatti per il 53% l’agricoltura rappresenta un valore “molto importante per il futuro”, il 91% approva il vincolo tra aiuti finanziari agli agricoltori e il rispetto di pratiche agricole benefiche per l’ambiente (il cosiddetto “greening”) e il 45% considera l’importo degli aiuti concessi agli addetti del settore “adeguato”.

http://www.europarlamento24.eu/la-nuova-pac-convince-i-cittadini-europei/0,1254,106_ART_6230,00.html

 

ANSA

Rinnovabili: sale al 14% il consumo UE del 2012, l’Italia cresce al 13,5%

 

10 Marzo 2014

L’uso delle fonti energetiche rinnovabili è in crescita in tutta Europa, giungendo al 14,1% nel 2012 (a fronte dell’obiettivo del 20% fissato per il 2020). I Paesi in cui tale consumo è aumentato in misura maggiore sono la Svezia, la Danimarca, l’Austria, la Grecia e l’Italia. Il nostro Paese ha infatti registrato una crescita dal 5,7% nel 2004 al 13,5% nel 2012.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/ambienteenergia/2014/03/10/Rinnovabili-sale-14-consumo-Ue-2012-Italia-cresce-13-5-_10208251.html

 

THE GUARDIAN

Il governatore della Banca Centrale cipriota si dimette

10 Marzo 2014

Panicos Demetriades, governatore della Banca Centrale di Cipro, ha rassegnato le sue dimissioni dopo che il presidente cipriota Nicos Anastasiades premeva già da diverso tempo per il suo abbandono dell’incarico. Infatti, i due uomini hanno sempre intrattenuto rapporti tumultuosi, dovuti alle loro diverse fazioni politiche e al fatto che Cipro si è trovata – lo scorso anno – sull’orlo della bancarotta.

http://www.theguardian.com/world/2014/mar/10/cyprus-central-bank-governor-resigns

 

EUNEWS

Qualità degli stage, l’Ue tenta di tutelare i giovani

 

11 Marzo 2014

Dopo l’impulso dato dalla Commissione europea, ecco l’approvazione da parte del Consiglio del quadro di qualità per gli stage: si tratta di una raccomandazione che contiene specifici suggerimenti per quanto concerne l’apprendimento, le condizioni di lavoro, la durata del tirocinio e la possibilità del rilascio di un certificato di competenze. Ma esso non ha soddisfatto lo European Youth Forum, dal momento che non è previsto un obbligo di remunerazione e che non vengono approntati strumenti concreti per garantire i diritti degli stagisti.

http://www.eunews.it/2014/03/11/qualita-degli-stage-lue-tenta-di-tutelare-i-giovani/13265

 

LE MONDE

Fabius minaccia Mosca di sanzioni “a partire da questa settimana”

 

11 Marzo 2014

Il ministro degli esteri francese Laurent Fabius, tenendo conto che la Russia non sta facendo alcunché per fermare l’escalation della situazione in Ucraina, ha annunciato che “già da questa settimana” potrebbero essere applicate sanzioni immediate nei confronti del Paese. Infatti, la sua posizione sembra non essersi ammorbidita durante la riunione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU tenutasi lunedì e il premier inglese Cameron si è così espresso al riguardo: “Non accettiamo che la Russia si faccia beffe della sovranità dell’Ucraina e la calpesti”.

http://www.lemonde.fr/europe/article/2014/03/11/le-point-sur-la-situation-en-ukraine_4380734_3214.html

 

Il Sole 24 Ore

Crimea, il Parlamento dichiara l’indipendenza da Kiev. Yanukovich: si rischia la guerra civile

 

11 Marzo 2014

Questa mattina, con 78 voti a favore su 81, il Parlamento della Crimea ha proclamato l’indipendenza della penisola dall’Ucraina. Intanto, in una conferenza, Victor Yanukovich ha affermato che le nuove autorità ucraine intendono scatenare una guerra civile e che le prossime elezioni presidenziali in Ucraina sono “assolutamente illegittime”, dal momento che egli è “l’unico presidente legittimo” del Paese.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-11/yanukovich-sono-ancora-legittimo-presidente-e-presto-tornero-kiev-105325.shtml?uuid=ABAq1E2

 

EURACTIV

Ambiente: buste plastica, Pe contro consumo

12 Marzo 2014

La commissione Ambiente (ENVI) del Pe ha adottato una proposta di direttiva per ridurre il consumo di sacchetti di plastica in materiale leggero. Qualora la proposta venisse approvata nella sessione plenaria di aprile, l’Italia vedrebbe decadere la procedura di infrazione a suo carico. La proposta di direttiva, presentata dall’eurodeputata Margrete Auken, modifica la direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento nell’Ue.

http://www.euractiv.it/it/news/ambiente-energia/8840-ambiente-buste-plastica-pe-contro-consumo.html

 

EURACTIV

Pe: plenaria su quote rosa e petizioni

12 Marzo 2014

La bocciatura delle quote rosa in politica tiene banco non solo a Roma, ma anche alla plenaria di Strasburgo. Il Parlamento europeo ha rigettato infatti una relazione che chiedeva agli stati membri in cui la rappresentanza delle donne nelle assemblee politiche è particolarmente bassa di introdurre le quote rosa. E il Pe approva anche il rapporto 2013 sulle attività della commissione Petizioni, che vede i cittadini italiani fra i più attivi.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/8839-pe-plenaria-su-quote-rosa-e-petizioni.html

 

Il Sole 24 Ore

Gran Bretagna, il leader laburista Miliband: il futuro del paese è nella Ue

12 Marzo 2014

«Crediamo fermamente che il futuro della Gran Bretagna sia all’interno dell’Unione Europea»: con queste parole oggi il leader laburista Ed Miliband annuncia la strategia del suo partito in vista delle elezioni del 2015, che secondo i sondaggi lo vedranno eletto primo ministro.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-12/gran-bretagna-leader-laburista-miliband-futuro-paese-e-ue-102429.shtml?uuid=AB3eiU2

 

ANSA

Lavoro: Pe, ok a migliore mobilità Ue, stop discriminazioni

12 Marzo 2014

Quando un cittadino europeo va a lavorare in un altro Stato membro deve godere degli stessi diritti dei lavoratori locali: lo ha stabilito il Parlamento Ue approvando oggi a larga maggioranza la direttiva presentata un anno fa dalla Commissione che punta a migliorare l’applicazione di norme europee già esistenti ma mai rispettate fino in fondo.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/economia/2014/03/12/Lavoro-Pe-ok-migliore-mobilita-Ue-stop-discriminazioni_10220116.html

 

EUROPA.EU

Il Parlamento Europeo rinsalda le regole per la protezione dei dati personali

12 Marzo 2014

Il Parlamento Europeo ha instituito regole più ferree in materia di protezione dei dati personali dei cittadini europei, soprattutto per quel che concerne i trasferimenti di dati in paesi extra-UE. La necessità di rivedere queste fondamentali regole è derivata dalle esigenze imposte dall’era digitale e dal progredire continuo delle tecnologie.

http://www.europarl.europa.eu/news/en/news-room/content/20140307IPR38204/html/MEPs-tighten-up-rules-to-protect-personal-data-in-the-digital-era

 

EUROPARLAMENTO24

Traffico nei cieli d’Europa a gestione unificata

12 Marzo 2014

Il Parlamento europeo ha approvato in prima lettura e a larghissima maggioranza (614 voti a favore, 8 astenuti e 56 contrari) un progetto legislativo per semplificare la gestione del traffico aereo. Il fine è rendere le compagnie aeree europee più competitive, migliorare l’utilizzo dello spazio aereo e ridurre l’inquinamento. Il contesto è quello del regolamento Cielo unico europeo, soprannominato Ses2+.

http://www.europarlamento24.eu/traffico-nei-cieli-d-europa-a-gestione-unificata/0,1254,106_ART_6284,00.html

 

REUTERS

Debiti Pa, limiti Ue frenano progetti di Renzi

12 Marzo 2014

Il Consiglio dei ministri esaminerà oggi un disegno di legge sui pagamenti dei debiti commerciali della Pubblica amministrazione. A frenare le ambizioni di Renzi sono, per ora, i vincoli di bilancio. Ma fonti governative riferiscono che con l’avvio del semestre di presidenza italiana dell’Ue, in luglio, l’ex sindaco di Firenze cercherà alleanze con altri partner europei per ottenere più flessibilità sui vincoli stessi.

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIEA2B01720140312

 

CORRIERE DELLA SERA

Referendum Crimea, Usa ed Europa pronti “a una risposta dura”

13 Marzo 2014

A seguito del referendum che si terrà domenica in Crimea (che avrà ad oggetto l’annessione della penisola alla Russia) e nel caso in cui Putin continui a non voler risolvere la questione per vie diplomatiche, USA ed Europa saranno pronti a compiere “dei passi molto seri” già da lunedì, stando alle parole del Segretario di Stato americano Kerry, cosa che è stata confermata anche dalla cancelliera tedesca Merkel. Intanto giovedì, nel corso di scontri tra manifestanti filo-russi e sostenitori del nuovo governo ucraino a Donetsk, due persone sono morte.

http://www.corriere.it/esteri/14_marzo_13/referendum-crimea-usa-europa-pronti-a-risposta-dura-481795c2-aac7-11e3-a415-108350ae7b5e.shtml+

 

EUNEWS

Parlamento europeo: più soldi ai Paesi per migliorare asilo e controllo frontiere

13 Marzo 2014

Il Parlamento europeo ha approvato oggi due nuovi fondi: il Fondo per asilo, migrazione e integrazione (che aiuterà i Paesi membri a migliorare i loro sistemi d’asilo e d’integrazione dei migranti e che disporrà di un bilancio di 3,1 miliardi di euro) e il Fondo sicurezza interna e frontiere esterne (che mirerà a una maggiore sorveglianza delle frontiere e a un più efficace trattamento delle domande di visto e che avrà un finanziamento di 2,8 miliardi di euro).

http://www.eunews.it/2014/03/13/parlamento-europeo-piu-soldi-ai-paesi-per-migliorare-asilo-e-controllo-delle-frontiere/13369

 

EUROPA.EU

Crisi siriana: la visita della Commissaria Kristalina Georgieva ai rifugiati in Iraq segna il terzo tragico anniversario

13 Marzo 2014

In concomitanza con il terzo anniversario dell’inizio della guerra civile in Siria, la Commissaria europea per la Cooperazione Internazionale Kristalina Georgieva si è recata nel nord dell’Iraq per incontrare le Autorità curde del Paese, i partner umanitari dell’UE e, soprattutto, i rifugiati siriani che vivono ospitati nella regione. Durante questa visita, la Commissaria ha chiesto “il rispetto del diritto internazionale umanitario e una soluzione politica sostenibile per la crisi siriana”. Ella ha inoltre sottolineato che “questa tragedia non deve cadere nel dimenticatoio a causa di altre crisi”.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-266_en.htm

 

LE MONDE

L’UE adotterà un caricatore universale per telefoni cellulari da qui a tre anni

13 Marzo 2014

Il Parlamento europeo ha definitivamente approvato una direttiva che prevede l’introduzione di un caricatore universale per tutte le apparecchiature radioelettriche autorizzate all’interno dell’Unione, una iniziativa che era già stata annunciata nel 2011. L’eurodeputato socialista Tarabella ha posto l’accento sul fatto che tale provvedimento semplificherà la vita dei cittadini, ridurrà i costi legati all’acquisto di telefoni e diminuirà il volume dei rifiuti”.

http://www.lemonde.fr/technologies/article/2014/03/13/l-ue-va-imposer-un-chargeur-universel-pour-telephones-portables-d-ici-a-trois-ans_4382905_651865.html

 

Il Sole 24 Ore

Grecia: disoccupazione record al 27,5%, giovani senza lavoro al 57%

13 Marzo 2014

Nuovo massimo del tasso di disoccupazione in Grecia: nell’ultimo trimestre del 2013 esso è salito al 27,5%, mentre la recessione resta la più elevata dell’intera zona euro. Il numero dei greci senza lavoro è più che triplicato dall’inizio della crisi del 2008, che ha fatto perdere al Paese circa il 25% del suo Prodotto interno lordo. La situazione di gran lunga più preoccupante resta quella dei giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni: tra di essi, infatti, il tasso di disoccupazione è del 57%.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-13/grecia-disoccupazione-record-275percento-giovani-senza-lavoro-57percento-124337.shtml?uuid=AB6Vzn2

 

EUROPARLAMENTO24

Conti pubblici: Ue plaude riforme Renzi, ma in allarme su deficit

14 Marzo 2014

Gli interventi economici che il governo Renzi intende mettere in atto convincono la Commissione europea (in particolare quest’ultima apprezza i provvedimenti riguardanti il mercato del lavoro); tuttavia, viene anche ribadito come il rispetto “degli obiettivi per il disavanzo nominale e di interventi strutturali” sia fondamentale. Quello che, infatti, a Bruxelles preme sottolineare è che l’Italia dovrà impegnarsi a ridurre l’indebitamento in termini strutturali e a rientrare nel parametro del 3% del rapporto deficit/Pil.

http://www.europarlamento24.eu/conti-pubblici-ue-plaude-riforme-renzi-ma-in-allarme-su/0,1254,106_ART_6308,00.html

 

EURACTIV

Renzi-Hollande: più Europa e più euro in tasca

15 Marzo 2014

Più Europa e più euro in tasca: Matteo Renzi sintetizza, in una formula che contempera il rispetto delle istituzioni e le esigenze dei cittadini sotto la morsa della crisi, il senso dell’intesa oggi emersa con Francois Hollande e sancita nella conferenza stampa congiunta dopo l’incontro all’Eliseo.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/8868-renzi-hollande-piu-europa-e-piu-euro-in-tasca.html

 

EUROPA QUOTIDIANO

Berlusconi eurocandidato, strategia della confusione. Preallarme al Viminale

 

15 Marzo 2014

Forza Italia e la «strategia del casino». Berlusconi si accinge a tirare la palla in tribuna, scatenando un putiferio nelle settimane di presentazione delle liste elettorali per le europee del 25 maggio. Un «casino» appunto. Chiedendo sospensive all’applicazione della legge Severino, poi minacciando di candidarsi travolgendo gli uffici elettorali e facendo ricorso ai Tar. Infine, con più calma, investendo del caso il Consiglio di stato e la Corte europea di giustizia.

http://www.europaquotidiano.it/2014/03/15/berlusconi-eurocandidato-strategia-della-confusione-preallarme-al-viminale/

 

IL FATTO QUOTIDIANO

Europee, Grillo: ‘Vinceremo e andrò dalla Merkel’. Di Battista: ‘Sarà crisi di governo’

15 Marzo 2014

“L’Europa deve chiamarsi con il suo nome: comunità europea e non Unione europea”. Beppe Grillo arriva al Parco delle Cave a Milano, dopo la visita con oltre cinquanta tra parlamentari e portavoce M5s nei cantieri Expo 2015, e il clima è già da campagna elettorale per le Europee. “Noi adesso arriviamo alle elezioni e le vinciamo in un modo assoluto. E poi andremo dalla Merkel e andrò personalmente a guardarla negli occhi. Ci parlerò io”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/15/europee-grillo-vinceremo-e-andro-dalla-merkel-di-battista-sara-crisi-di-governo/915061/

 

EURACTIV

Sondaggi e media: gli italiani, l’euro, l’Unione

16 Marzo 2014

L’Eurobarometro mostra che la maggior parte dei cittadini europei, anche in Italia, considera positivamente l’Unione europea e la partecipazione dell’Italia all’Ue. Un’attenta analisi dei dati che emergono dalle diverse ricerche mostra che c’è una consapevolezza diffusa dei termini reali della situazione: l’Ue attuale non è in grado di rispondere adeguatamente alla crisi, ma è comunque utile, e si comprende che la crisi si potrà superare solo con più Europa. Serve un’Europa diversa, più unita, più democratica, più solidale, in grado di focalizzare le sue politiche sul rilancio sostenibile dell’economia e dell’occupazione, come richiesto dall’Iniziativa dei Cittadini europei per un New Deal europeo.

http://www.euractiv.it/it/opinioni/commenti/8869-sondaggi-e-media-gli-italiani-l-euro-l-unione.html

 

EURACTIV

Pe: Ucraina e unione bancaria a Bruxelles

16 Marzo 2014

Dall’Ucraina all’unione bancaria. Sono i temi che terranno banco nella settimana di riunioni delle commissioni del Parlamento europeo. E venerdì il presidente dell’Eurocamera Martin Schulz sarà a Torino per partecipare al convegno dedicato al razzismo in Italia e in Europa.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/8864-pe-ucraina-e-unione-bancaria-a-bruxelles.html

 

CORRIERE DELLA SERA

Renzi: «Vogliamo guidare l’Europa. Non siamo l’ultimo vagone»

 

16 Marzo 2014

Alla cancelliera Angela Merkel, Renzi andrà a «mostrare il percorso di riforme che l’Italia ha in testa e che non ha fatto nessun altro in Europa. Se facciamo bene il nostro dovere possiamo essere alla guida dell’Europa, non l’ultimo vagone. Vogliamo guidare l’Europa non per il prossimo semestre europeo, ma per i prossimi 20 anni».

http://www.corriere.it/politica/14_marzo_16/renzi-vogliamo-guidare-l-europa-non-siamo-l-ultimo-vagone-1d44b452-ad41-11e3-a415-108350ae7b5e.shtml

 

EUNEWS.IT

L’agenda europea della settimana

 

17 Marzo 2014

Ucraina, attuazione delle raccomandazioni specifiche per paese, politica industriale europea. Questi i alcuni dei temi che animeranno l’agenda europea della settimana. Appuntamento di rilievo il vertice del Consiglio europeo di giovedì e venerdì, il secondo per il premier Matteo Renzi, questa volta si discuterà di temi economici. Al Parlamento europeo dialogo economico col ministro delle finanze francese Moscovici e le audizioni dei commissari alla Concorrenza e al Mercato interno Almunia e Barnier.

http://www.eunews.it/2014/03/17/lagenda-europea-della-settimana-73/13432

 

Il Sole 24 Ore

Sanzioni dell’Ue, lista nera contro 21 personalità russe e della Crimea

 

17 Marzo 2014

I ventotto ministri degli Esteri dell’Ue hanno concordato a Bruxelles di infliggere sanzioni a 21 personalità russe e ucraine considerate coinvolte nell’intervento di Mosca in Crimea. Tra le misure la negazione dei visti ed il congelamento degli asset detenuti all’estero. Ulteriori misure seguiranno nei prossimi giorni, ha chiarito il ministro degli Esteri lituano, Linas Antanas Linkevicius. I russi colpiti dalle misure sono Vladislav Surkov, Sergey Glazyev, Leonid Slutsky, Andrei Klishas, Valentina Matviyenko, Dmitry Rogozin, Yelena Mizulina.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-17/bruxelles-unione-europea-adotta-sanzioni-contro-russi–135352.shtml?uuid=ABuAHb3

 

EUROPA.EU

Quadro di valutazione UE della giustizia 2014: verso sistemi giudiziari più efficienti nell’Unione

17 Marzo 2014

La Commissione europea ha pubblicato oggi la seconda edizione del quadro di valutazione europeo della giustizia per promuovere la qualità, l’indipendenza e l’efficienza dei sistemi giudiziari nell’Unione europea. Il quadro di valutazione europeo della giustizia è uno strumento di informazione che offre dati oggettivi, affidabili e comparabili sui sistemi giudiziari degli Stati membri. Come la prima edizione del 2013 (IP/13/285), l’edizione del 2014 servirà agli Stati membri e all’UE per rendere i sistemi giudiziari più efficienti, e di conseguenza contribuirà a promuovere la crescita economica dell’Unione.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-273_it.htm

 

EUROPARLAMENTO24

Spesa agricola Ue, dati non attendibili per l’Eca

 

17 Marzo 2014

I risultati dei controlli sulla spesa agricola eseguiti dagli Stati membri dell’Ue e comunicati alla Commissione europea non sarebbero attendibili, secondo la Corte dei Conti europea. Ciò riguarda soprattutto la procedura di discarico: infatti vi sarebbero sia errori di compilazione nelle relazioni statistiche dei singoli Stati, sia controlli amministrativi e in loco poco efficaci. La Corte raccomanda perciò che i controlli condotti dagli organismi pagatori siano più rigorosi, che venga riesaminato l’attuale sistema di rendicontazione a cui questi ultimi sono soggetti e che si pervenga a stime più precise riguardo le irregolarità nei pagamenti.

http://www.europarlamento24.eu/spesa-agricola-ue-dati-non-attendibili-per-l-eca/0,1254,106_ART_6328,00.html

 

THE DAILY TELEGRAPH

Il referendum sull’indipendenza della Scozia potrebbe essere una prova per il voto fuori/dentro l’Europa nel 2017

17 Marzo 2014

Mancano sei mesi al giorno in cui gli scozzesi saranno chiamati alle urne per decidere se rimanere a far parte del Regno Unito. Un voto che David Cameron teme, in quanto una vittoria dei separatisti segnerebbe un momento di declino per il Partito Conservatore e comporterebbe le dimissioni del premier inglese, che si è sempre battuto per la causa unionista ed è pronto ad offrire una grande autonomia fiscale alla Scozia per convincerla a non dichiararsi indipendente. Inoltre, una prospettiva indipendentista della Scozia metterebbe a rischio anche la permanenza della Gran Bretagna nell’UE, in vista del voto del 2017 con il quale il Paese si troverà davanti alla scelta “in or out”.

http://blogs.telegraph.co.uk/news/benedictbrogan/100264079/scotlands-independence-referendum-could-be-a-dry-run-for-a-euro-inout-vote-in-2017/

 

LA STAMPA

Usa e Ue, prime sanzioni a Mosca

18 Marzo 2014

Come previsto, ecco affacciarsi sullo scenario internazionale le prime sanzioni da parte degli Stati Uniti e dell’Ue nei confronti della Russia, dopo il referendum di domenica 16 marzo con il quale la popolazione della Crimea ha espresso la volontà di essere indipendente da Kiev: infatti 11 funzionari del governo russo (tra cui l’ex presidente ucraino Yanukovich) sono stati colpiti da restrizioni dei visti e congelamento dei beni. Tuttavia, Barack Obama ha fatto sapere che esiste ancora “una strada aperta per risolvere questa situazione diplomaticamente”.

http://www.lastampa.it/2014/03/18/esteri/usa-e-ue-prime-sanzioni-a-mosca-ISmZKOyQexHuViO24PdBrI/pagina.html

 

LE FIGARO

La crisi in Ucraina mette la Serbia davanti alle sue contraddizioni

18 Marzo 2014

C’è un altro paese, oltre all’Ucraina, che si trova ad affrontare la complessa situazione internazionale tra la Russia e l’Occidente: la Serbia. Essa, infatti, è l’unico paese ad aver firmato un accordo di libero scambio con la Russia ma allo tesso tempo si sta incamminando verso l’adesione all’Unione europea. Per questo, i leader del paese non hanno ancora fatto una precisa scelta di campo riguardo la situazione ucraina e il ministro dell’Economia serbo Igor Mirović ha dichiarato che la Serbia “deve occuparsi dei propri affari”.

http://www.lefigaro.fr/international/2014/03/17/01003-20140317ARTFIG00394-ukraine-une-crise-qui-place-la-serbie-face-a-ses-contradictions.php

 

REUTERS

Fondo Esm, Corte costituzionale tedesca conferma legittimità

18 marzo 2014

La Corte costituzionale tedesca ha confermato una sua precedente sentenza del 2012, nella quale aveva dichiarato che l’Esm (European Stability Mechanism) – un fondo di salvataggio da 700 miliardi di euro – è legittimo. Infatti, per la Corte di Karlsruhe, il fondo non ha violato il diritto del Parlamento tedesco di decidere in materia di bilancio.

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIEA2H00I20140318

 

EURACTIV

Tlc: Pe vuole roaming in pensione nel 2015

18 Marzo 2014

Addio roaming. I costi sostenuti dai consumatori che si trovano all’estero e si agganciano alla rete di un operatore telefonico diverso dal proprio dovranno essere eliminati dal 15 dicembre 2015 (e non dal luglio 2016, come inizialmente previsto). Lo indica la commissione Industria del Parlamento europeo.

http://www.euractiv.it/it/news/industria-innovazione/8884-tlc-pe-vuole-roaming-in-pensione-nel-2015.html

 

EURACTIV

Vertice: Renzi, riforme per uscire da sudditanza Ue

19 Marzo 2014

Approvare subito un robusto pacchetto di riforme per uscire dalla sudditanza psicologica nei confronti dell’Ue, in vista del semestre di presidenza. Lo ha detto il premier Matteo Renzi, nel corso del suo intervento di mercoledì alla Camera. “L’Italia non deve aspettare il cambio della Commissione ma deve iniziare a cambiare le sue idee”.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/8891-vertice-renzi-riforme-per-uscire-da-sudditanza.html

 

Il Sole 24 Ore

Tirocini al Parlamento europeo con 1.200 euro di rimborso al mese. Aperte le candidature fino al 15 maggio

19 Marzo 2014

Il Parlamento Ue è una realtà sognata da molti giovani: permette di fare un’esperienza in ambito internazionale, ma soprattutto garantisce uno stage retribuito. E il compenso mensile non è di poco conto: l’Europarlamento riconosce un rimborso di 1.213 euro mensili, la cui tassazione dipende poi dai paesi di origine dei tirocinanti.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-19/tirocini-parlamento-europeo-1200-euro-rimborso-mese-aperte-candidature-fino-15-maggio-134047.shtml?uuid=ABzaM83

 

ANSA

Europee: sondaggio, testa a testa fra socialisti e popolari

19 Marzo 2014

A 67 giorni dal voto per le elezioni del Parlamento europeo è testa a testa fra i socialisti e i popolari e i rispettivi candidati alla presidenza della Commissione Ue, Martin Schulz e Jean-Claude Juncker. Secondo una previsione pubblicata oggi da ‘PollWatch2014’, il gruppo dei Socialisti e democratici (S&D) otterrebbe 215 seggi, mentre il Partito popolare europeo (Ppe) arriverebbe a 211 seggi. I liberaldemocratici (Alde) si fermerebbero a 66 seggi, seguiti dalla Sinistra unitaria (Gue) con 59, dai Conservatori e riformisti (Ecr) con 40, dai Verdi con 37 e dagli euroscettici dell’Efd con 33. Tutti gli altri, al momento non iscritti in nessun gruppo, otterrebbero 90 eurodeputati.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/03/19/Europee-sondaggio-testa-a-testa-fra-socialisti-e-popolari_4e0f22ec-53e0-403a-89bd-262e91e21056.html

 

AGI

Europee: dal 2019 parità o lista ‘salta’, il testo dell’accordo

19 Marzo 2014

“Nelle prime elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia successive alla data di entrata in vigore della presente legge, nel caso di tre preferenze espresse” queste “devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della terza preferenza”. E’ quanto si legge nel testo messo a punto dalla relatrice Doris Lo Moro per introdurre la parità di genere nell’elezione dei componenti italiani del Parlamento Ue. Parità totale dal 2019, altrimenti si rischia fino alla ricusazione della lista.

http://www.agi.it/politica/notizie/201403191324-pol-rt10116-europee_dal_2019_parita_o_lista_salta_il_testo_dell_accordo

 

EUROPA.EU

Semaforo verde della Commissione alla prima iniziativa dei cittadini europei

19 Marzo 2014

Oggi la Commissione ha deciso di dare seguito, nel quadro delle sue competenze, alla prima iniziativa dei cittadini europei che ha raggiunto un numero sufficiente di firme. Gli organizzatori dell’iniziativa “L’acqua è un diritto” (Right2Water) hanno chiesto alla Commissione di garantire che tutti i cittadini dell’UE possano godere del diritto all’acqua e ai servizi igienico-sanitari, di escludere l’approvvigionamento idrico e la gestione delle risorse idriche dalle logiche del mercato interno e dalla liberalizzazione e di intensificare gli sforzi per assicurare un accesso indiscriminato all’acqua e ai servizi igienico-sanitari in tutto il mondo.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-277_it.htm

 

CORRIERE DELLA SERA

Barroso: «L’Italia rispetti impegni. Renzi: «Lo facciamo già»

20 Marzo 2014

«Il rispetto degli impegni presi» in sede europea è «fondamentale» per la fiducia nell’Italia e nell’Ue. Lo ha detto il presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso precisando però di non poter fare commenti sulle dichiarazioni di Renzi sul deficit «prima di discuterne con lui». «L’Italia sta rispettando tutti i vincoli. È uno di quei paesi che i vincoli li rispetta» precisa subito Renzi, rispondendo ai cronisti mentre lascia il vertice del Partito socialista europeo.

http://www.corriere.it/economia/14_marzo_20/barroso-italia-rispetti-impegni-55cfa6e0-b02c-11e3-a027-9deb5b03f50b.shtml

 

EURACTIV

Vertice: immigrazione, protesta Amnesty a Bruxelles

20 Marzo 2014

Amnesty porta la spiaggia a Bruxelles. Con una protesta, allestita davanti al Consiglio europeo, l’organizzazione chiede ai leader dei 28 di considerare l’impatto della lotta all’immigrazione irregolare sulle vite di uomini, donne e bambini. “Gli stati membri stanno venendo miserabilmente meno ai loro obblighi, comunitari e internazionali, di proteggere i migranti e i richiedenti asilo in fuga da povertà, conflitti e violazioni dei diritti umani”, ha dichiarato Nicolas Beger, direttore dell’ufficio di Amnesty International presso le istituzioni europee.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/8903-vertice-immigrazione-protesta-amnesty-a-bruxelles.html

 

EURACTIV

Erasmus Plus: Sapienza, incontro su novità programma

20 Marzo 2014

Le novità introdotte da Erasmus Plus, il nuovo programma europeo dedicato alla formazione e ai giovani, sono state illustrate, giovedì, a Roma, durante un incontro presso il rettorato dell’Università la Sapienza. Il nuovo programma, che entrerà in vigore nell’anno accademico 2014-2015 e durerà sino a quello 2020-2021, si pone l’obiettivo di accrescere le opportunità di formazione all’estero di studenti e tirocinanti, così da acquisire le abilità necessarie alla transizione verso il mondo del lavoro. I posti disponibili sono 1800 presso 500 sedi europee, ognuna legata a un settore specifico di studio.

http://www.euractiv.it/it/news/sociale/8906-erasmus-plus-sapienza-incontro-su-novita-programma.html

 

ANSA

Crimea, Romania preoccupata per scenario analogo in Moldova

20 Marzo 2014

Il ministro degli esteri della Romania, Titus Corlatean, ha espresso preoccupazione per gli eventi in Ucraina e Crimea, mostrando al tempo stesso apprensione per una possibile destabilizzazione della vicina Moldova. Corlatean ha inoltre espresso la speranza che la Russia rispetti il processo di integrazione europea della Moldova.

http://www.ansa.it/nuova_europa/it/notizie/rubriche/politica/2014/03/20/Crimea-Romania-preoccupata-per-scenario-analogo-in-Moldova_7d9929a2-2306-4291-bd4a-2c6af7fa3a09.html

 

EUNEWS.IT

L’Ue vorrebbe diminuire la dipendenza energetica dalla Russia

21 Marzo 2014

Diminuire la dipendenza energetica per l’Europa è importante “per la competitività industriale”, ma anche “per la nostra politica estera”. Il braccio di ferro con la Russia per la Crimea ha dominato il vertice dei capi di Stato e di governo anche per quanto riguarda quest’altro capitolo dell’agenda del Consiglio europeo.

http://www.eunews.it/2014/03/21/lue-vorrebbe-diminuire-la-sua-dipendenza-energetica-dalla-russia/13615

 

REUTERS

Ue promuoverà crowdfunding, valuta supporto aiuti stato

21 Marzo 2014

Un “bollino di qualità” dell’Unione Europea e, magari, degli aiuti di stato per il “crowdfunding” potrebbero aiutare un settore da 1 miliardo di euro a finanziare la crescita economica. E’ quanto sostiene la Commissione Europea in un documento. Il cosiddetto “crowdfunding” consente a individui e aziende di piccole dimensioni, che in questi tempi fanno più fatica ad ottenere credito dalle banche, di finanziarsi tramite gruppi di investitori che investono in sistemi di prestiti peer-to-peer o in azioni non quotate.

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIEA2K01D20140321

 

EURACTIV

Vertice: Renzi esaurisce il bonus europeo

 

21 Marzo 2014

Con il Vertice di Bruxelles, Matteo Renzi esaurisce il bonus europeo di sorrisi e incoraggiamenti per l’ultimo arrivato. E già si avvertono i primi cigolii nel rapporto con le Istituzioni comunitarie. Anche se il premier nega. Renzi ha, infatti, smentito qualsiasi rapporto conflittuale con gli interlocutori europei e ha bollato come “fantasie” le ricostruzioni giornalistiche sui sorrisini tra i presidenti del Consiglio Herman van Rompuy e della Commissione Manuel Barroso, parlando delle promesse (e attese) riforme italiane.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/8912-vertice-renzi-esaurisce-il-bonus-europeo.html

 

EUNEWS.IT

Ucraina, firmata la parte politica dell’accordo di associazione con l’Ue

21 Marzo 2014

L’Ucraina ha firmato la prima parte dell’accordo di associazione con l’Unione europea. Tra sanzioni e minacce la notizia passa quasi in sordina, eppure si tratta proprio dell’accordo da cui tutta la crisi ucraina ebbe inizio. Per il momento sono stati siglati soltanto i capitoli politici, ma l’impegno europeo è a concludere in tempi rapidi l’intero accordo, con il nuovo governo che uscirà dalle elezioni a Kiev del prossimo 25 maggio.

http://www.eunews.it/2014/03/21/ucraina-firmata-la-parte-politica-dellaccordo-di-associazione-con-lue/13603

 

EURACTIV

Ice: Let me vote, iniziativa fallita forse riparte

22 Marzo 2014

Nonostante l’insuccesso dell’Iniziativa dei cittadini europei (Ice) ‘Let me vote’, l’associazione Européens sans frontières sta valutando di ripresentare l’Ice, sotto nuova veste, nel 2015. Ad annunciarlo in un’intervista ad Euractiv.it Vincent Mabillard, coordinatore del comitato Let me vote. L’Ice Let me vote, conclusasi il 28 gennaio, proponeva alla Commissione europea di integrare i diritti del cittadino europeo elencati nell’articolo 20.2 del Trattato sul funzionamento dell’Ue col diritto di votare ad ogni elezione politica nello Stato membro di residenza alle stesse condizioni dei cittadini di detto Stato.

http://www.euractiv.it/it/opinioni/interviste/8895-ice-let-me-vote-iniziativa-fallita-forse-riparte.html

 

IL FATTO QUOTIDIANO

Non solo Crimea, ecco le Regioni europee che puntano all’indipendenza

23 Marzo 2014

Citando il Kosovo, dopo la vittoria schiacciante dei sì al referendum in cui si chiedeva agli abitanti della Penisola di voler far parte della Russia, Putin ha lanciato l’assist perfetto ai movimenti separatisti di mezza Europa: dalla Catalogna alla Scozia (che va al voto il 18 settembre), fino all’Irlanda del Nord, passando per le Fiandre. Anche in Italia c’è chi vorrebbe fare del Veneto una Repubblica a sé stante.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/23/non-solo-crimea-ecco-le-regioni-europee-che-puntano-allindipendenza/921826/

 

EUNEWS.IT

L’agenda europea della settimana

24 Marzo 2014

In programma il vertice Ue-Stati Uniti con la prima visita a Bruxelles di Barack Obama. Poi conferenza dei presidenti e pacchetto mensile di infrazioni tra i principali eventi inseriti nelle agende dei lavori delle istituzioni comunitarie di questa settimana. Il Parlamento sarà impegnato in una settimana di missioni esterne, le ultime prima delle elezioni europee di maggio. Tra gli appuntamento fuori agenda, si segnalano la conferenza internazionale sul nucleare e la conferenza annuale dell’Eda, a cui partecipa anche il ministro della Difesa, Roberta Pinotti.

http://www.eunews.it/2014/03/24/lagenda-europea-della-settimana-74/13636

 

LA REPUBBLICA

Francia, avanza l’ultradestra anti-euro

24 Marzo 2014

Un boom atteso e al tempo stesso storico: il Front National di Marine Le Pen è il vero vincitore del primo turno delle elezioni comunali in Francia, a fronte di una vittoria generale del centrodestra dell’Ump e un crollo dei socialisti, che pagano la bassa popolarità di Hollande. Il timore è legato alla risonanza che questo risultato elettorale potrà avere sulle prossime elezioni europee.

http://www.repubblica.it/esteri/2014/03/24/news/elezioni_comunali_in_francia_destra_in_vantaggio_e_la_prima_pesante_sconfitta_per_hollande-81733392/?ref=HREC1-2

 

EUROPA.EU

Annunciato un nuovo e significativo supporto dell’Ue per l’America Latina

24 Marzo 2014

Il commissario europeo per lo Sviluppo, Andris Piebalgs, ha annunciato un nuovo piano di aiuti per l’America Latina di 2,5 miliardi di euro per gli anni 2014-2020. Questo pacchetto (che rientra nello Strumento per la Cooperazione allo Sviluppo – DCI) interverrà sui temi che sono stati ritenuti fondamentali dai rappresentanti dell’Ue e da quelli dei 18 paesi latinoamericani beneficiari: sicurezza, equità sociale, crescita economica inclusiva e sostenibile, sostenibilità ambientale e cambiamento climatico, educazione e programmi di formazione per i giovani.

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-14-307_en.htm

 

ANSA

Lavoro: Ue indaga su rispetto Italia norme diritti disabili

24 Marzo 2014

La Commissione europea è in procinto di verificare se il nostro Paese stia facendo abbastanza per applicare le norme che tutelano i diritti dei disabili nell’ambito lavorativo. Infatti l’Italia era già stata sollecitata a farlo da una sentenza della Corte di giustizia dell’Ue del luglio 2013 e, nel caso in cui Bruxelles verificasse un’inottemperanza a tale sentenza il caso potrebbe tornare nuovamente davanti alla Corte.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/03/24/Lavoro-Ue-indaga-su-rispetto-Italia-norme-diritti-disabili_e74c555e-8935-4de0-87e2-047d74a58bff.html

 

EUNEWS

Nel 2013 centomila domande di asilo in più in Ue, il 6% in Italia

25 marzo 2014

Secondo un’indagine Eurostat, lo scorso anno le persone che hanno inoltrato domanda di asilo in un Paese membro dell’Ue sono state 435 mila, contro le 335 mila del 2012. Il 70% delle richieste è giunto a Germania, Francia, Svezia, Regno Unito e Italia (il nostro Paese ha infatti ricevuto 28 mila domande di asilo, che rappresentano il 6% del totale). La maggior parte di esse proviene da persone di nazionalità siriana (il 12%) e russa (il 10%). Tuttavia, a livello europeo solo un terzo di queste richieste trova accoglimento.

http://www.eunews.it/2014/03/25/nel-2013-centomila-domande-di-asilo-in-piu-in-ue-il-6-in-italia/13667

 

Il Sole 24 Ore

Squinzi: contro l’euroscetticismo serve la politica

25 Marzo 2014

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi questa mattina, durante un convegno svoltosi a Milano, ha affermato commentando il voto francese che ha premiato il fronte antieuropeista: “L’euroscetticismo si combatte con la politica e non con la tecnocrazia”. Per quanto riguarda invece il decreto lavoro messo a punto dal governo Renzi, ha dichiarato di essere “in attesa di vedere atti concreti” e ha auspicato che il ministero per lo Sviluppo economico e il Governo mettano in atto gli indirizzi di politica industriale.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-25/squinzi-contro-euroscetticismo-serve-politica–104512.shtml?uuid=ABAMLV5

 

EUROPARLAMENTO24

L’e-health cresce in Europa, ma non abbastanza

25 Marzo 2014

A conclusione di due indagini svolte nelle unità ospedaliere di cura intensiva e tra i medici generici d’Europa, è risultato che l’utilizzo della sanità online è in crescita: infatti il 60% dei medici generici ha utilizzato gli strumenti digitali di assistenza sanitaria nel 2013, soprattutto per quanto riguarda la trasmissione informativa e la digitalizzazione delle cartelle cliniche. Tuttavia, come ha sottolineato la vicepresidente della Commissione europea, permangono ancora degli ostacoli perché solo il 9% degli ospedali in Europa permette ai pazienti l’accesso online alla propria cartella clinica e i medici fanno un uso ancora troppo limitato delle prescrizioni elettroniche.

http://www.europarlamento24.eu/l-e-health-cresce-in-europa-ma-non-abbastanza/0,1254,106_ART_6492,00.html

 

EURACTIV

Pe: anniversario trattati, eurodeputati in Campidoglio

25 Marzo 2014

Il 25 marzo 1957, sul Campidoglio, vennero firmati i trattati di Roma, i trattati istitutivi delle allora Comunità europee. A 57 anni da quella data, la commissione Affari costituzionali del Parlamento europeo torna in quelle sale per incontrare intellettuali, docenti e studenti e discutere di Ue e dei suoi sviluppi istituzionali. L’incontro è organizzato dall’Università per l’Europa in collaborazione con il Consiglio italiano del movimento europeo, Mfe, Gfe e Alternativa europea.

http://www.euractiv.it/it/news/istituzioni/8927-pe-anniversario-trattati-eurodeputati-in-campidoglio.html

 

Il Sole 24 Ore

Obama a Bruxelles per cercare un’intesa con la Ue su Ucraina e libero scambio

 

26 Marzo 2014

Barack Obama è arrivato ieri sera a Bruxelles, seconda tappa del suo viaggio in Europa che questa sera lo porterà a Roma. Il presidente americano avrà colloqui con il vertice dell’establishment comunitario, il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso. Stati Uniti e Unione Europea cercheranno di trovare un fronte comune su almeno due aspetti d’attualità: la crisi ucraina e il trattato di libero scambio.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-26/obama-bruxelles-cercare-intesa-la-ue-ucraina-e-libero-scambio-104618.shtml?uuid=ABsjrn5

 

EUNEWS.IT

Migliorano performance Ue per riciclaggio e compostaggio rifiuti, Italia sotto la media

26 Marzo 2014

Rimangono sotto la media europea, ma migliorano le performance dell’Italia in fatto di riciclaggio dei rifiuti. Secondo l’ultima indagine Eurostat, relativa al 2012, tra rifiuti riciclati e trasformati in compost, l’Italia ha raggiunto il 38%, contro una media europea del 42%. La strada è ancora lunga ma si registra comunque qualche timido miglioramento, anche rispetto al 2011, quando il totale dei rifiuti riciclati e compostati dal nostro Paese era fermo al 34%.

http://www.eunews.it/2014/03/26/migliorano-le-performance-ue-per-riciclaggio-e-compostaggio-rifiuti-italia-sotto-la-media/13713

 

EUROPA.EU

L’importanza della “Digital economy” nel contesto europeo

26 Marzo 2014

Neelie Kroes, Vice-Presidente della Commissione Europea e responsabile dell’Agenda Digitale, è tornata a sottolineare l’importanza che l’innovazione digitale riveste in ambito europeo. L’implementazione di questo settore significa: miglioramento infrastrutturale, maggiore interdipendenza economica tra i vari paesi, comunicazioni più efficienti e soprattutto maggiore flessibilità per gli operatori. Non bisogna dimenticare, inoltre, il fondamentale ruolo della tecnologia per la vita di milioni di cittadini europei che lavorano e studiano all’estero.

http://europa.eu/rapid/press-release_SPEECH-14-249_en.htm?locale=en

 

ANSA

Parlamento europeo, semestre Italia dia impulso politico

26 Marzo 2014

“E’ nell’interesse di tutti i Paesi dell’Unione europea, anche della Germania, che ci sia una ripresa della crescita e dell’occupazione” e “il semestre italiano di presidenza dell’Ue arriva in un momento molto speciale, in cui ci saranno un nuovo parlamento europeo, una nuova commissione, e durante il quale dovrà essere dato un impulso politico”. Queste le parole della Presidente della Commissione Lavoro e Affari Sociali dell’Europarlamento, Pervenche Beres.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/economia/2014/03/26/Parlamento-europeo-semestre-Italia-dia-impulso-politico_111e2278-55f7-46fb-90fb-f50b1486f278.html

 

EUROPARLAMENTO24

Rapex: il 64% dei prodotti pericolosi arriva dalla Cina

26 Marzo 2014

Il Rapex è il sistema d’informazione rapida dell’Ue per il controllo dei prodotti non alimentari (indumenti, prodotti tessili, giocattoli, apparecchiature e dispositivi elettrici, veicoli a motore, cosmetici) che si occupa di diffondere celermente le informazioni sui prodotti potenzialmente pericolosi e assicurare un intervento correttivo a livello nazionale. Con il 64% di notifiche la Cina (compreso Hong Kong) è il primo paese per quanto concerne l’origine dei prodotti rischiosi, seguita da Ue28 e paesi See (15%).

http://www.europarlamento24.eu/rapex-il-64-dei-prodotti-pericolosi-arriva-dalla-cina/0,1254,106_ART_6498,00.html

 

LA REPUBBLICA

Il diktat della Troika sul latte fresco fa traballare il governo in Grecia

26 Marzo 2014

I primi timidi segni di ripresa greca (e il governo Samaras) rischiano di scivolare sul latte fresco. Otto parlamentari della fragilissima maggioranza di unità nazionale hanno annunciato che non voteranno lo storico accordo raggiunto con la Troika per sbloccare altri 8,8 miliardi di aiuti se non verranno cambiate le norme chieste da Bce, Ue e Fmi per rivedere la data di scadenza sui cartoni del latte.

http://www.repubblica.it/economia/2014/03/26/news/atene_la_guerra_del_latte_fresco_fa_traballare_il_governo_samaras-81917345/?ref=HREC1-17

 

EURACTIV

Aiuti Stato: Antitrust Ue, parte indagine su Fs

27 Marzo 2014

Il gruppo Ferrovie dello Stato avrebbe goduto di vantaggi illegittimi rispetto ai suoi concorrenti. E’ questa l’ipotesi alla base dell’indagine appena aperta dall’Antitrust di Bruxelles. Sospetto di aiuti di Stato a favore di Ferrovie. La Commissione europea giovedì mattina ha annunciato di avere avviato un’indagine sugli interventi pubblici a favore di Trenitalia e di altre società del gruppo Fs.

http://www.euractiv.it/it/news/economia-finanza/8944-aiuti-stato-antitrust-ue-parte-indagine-su-fs.html

 

EUNEWS.IT

Barnier apre ai debiti pubblici “buoni” per la ripresa: “Serve approccio differenziato”

27 Marzo 2014

Non si può chiedere a tutti i Paesi di rispettare gli impegni di bilancio allo stesso modo, c’è bisogno di una “differenziazione”. A dirlo è il commissario al Mercato interno, Michel Barnier che apre allo scorporo nel conteggio del deficit di quelli che definisce i “buoni investimenti”, e anche “i buoni debiti”. Per il commissario se da un lato “la gestione della spesa pubblica e la disciplina di bilancio sono rispettate”, e questo è “l’elemento più importante”, ci vuole una “differenziazione a seconda del paese e a seconda il periodo” per quanto riguarda la possibilità di fare maggiori investimenti pubblici.

http://www.eunews.it/2014/03/27/barnier-apre-ai-debiti-pubblici-buoni-per-la-ripresa-serve-approccio-differenziato/13811

 

ANSA

Immigrazione: incontro con Commissione su politiche Ue

28 Marzo 2014

‘Europa e politiche di migrazione’ è il tema dell’appuntamento in programma a Napoli il 31 marzo, per iniziativa della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Si tratta della quarta tappa del percorso #POLITICALLY.EU, “Conoscere per deliberare”. Il coordinamento scientifico è a cura del Migration Policy Center, European University Institute, Firenze. La conferenza intende fare il punto sulle sfide da affrontare nel contesto delle politiche di migrazione, che hanno subìto una profonda trasformazione nel corso degli ultimi due decenni.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2014/03/28/immigrazione-incontro-con-commissione-su-politiche-ue_ed23108e-73c7-43b9-bb4f-b6804a196b13.html

 

Il Sole 24 Ore

Mps, la Ue impone amministratore indipendente per verifica patti con Bruxelles

28 Marzo 2014

Un amministratore (trustee) indipendente dovrà monitorare la realizzazione di tutti gli impegni presi dall’Italia con Bruxelles per l’aiuto pubblico al Monte dei Paschi. È la novità che emerge dal testo del piano di ristrutturazione approvato dalla Commissione Europea nel novembre scorso e tenuto.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-28/mps-ue-impone-amministratore-indipendente-verifica-patti-bruxelles-171050.shtml?uuid=ABcPqe6

 

EURACTIV

Elezioni: React4Economy, governance economica

29 Marzo 2014

Nella cornice dell’Ara Pacis, il Parlamento europeo organizza l’ultimo evento informativo della fase ‘React’ della campagna per le elezioni europee. Al centro, l’economia: dal fiscal compact alla troika, l’evento cerca di intuire come l’appuntamento elettorale orienterà l’assetto della futura governance europea.

http://www.euractiv.it/it/news/elezioni-europee-2014/8953-elezioni-react4economy-dibattito-su-governance-economica-ue.html

 

EURONEWS

Tappa belga della tournée europea del presidente cinese Xi Jinping. Lunedì incontro con vertici UE

30 Marzo 2014

Una vera e propria maratona quella che ha portato il primo cittadino cinese in giro per l’Europa dove questo lunedì vedrà le massime cariche dell’Unione europea. Dietro l’operazione simpatia del leader della seconda potenza economica mondiale che visita distrattamente i Panda dello zoo di Bruxelles c‘è però la volontà cinese di investire pesantemente in Europa.

http://it.euronews.com/2014/03/30/tappa-belga-della-tournee-europea-del-presidente-cinese-xi-jinpin-lunedi-/

 

EUNEWS.IT

L’agenda europea della settimana

31 Marzo 2014

Eurogruppo ed Ecofin informale, visita ufficiale del presidente cinese Xi Jinping, Consiglio Energia congiunto Ue-Stati Uniti, summit Ue-Africa e mini sessione Plenaria del Parlamento a Bruxelles. Sono solo alcuni degli appuntamenti nell’agenda dei lavori delle istituzioni comunitarie di questa settimana.

http://www.eunews.it/2014/03/31/lagenda-europea-della-settimana-75/13852

 

CORRIERE DELLA SERA

I demolitori in ordine sparso. Riflessioni sulla natura delle elezioni europee

31 Marzo 2014

Per gli alti tassi di astensione che le caratterizzano, e per la loro natura di consultazioni sui generis (i cittadini non vengono chiamati a decidere della formazione di un governo), le elezioni europee non sono mai davvero rappresentative dei reali orientamenti degli elettorati. E quasi mai anticipano quanto accadrà nelle successive elezioni politiche nazionali. Non abbiamo motivo di pensare che le consultazioni europee di maggio possano essere diverse. Nonostante ciò, sappiamo che i loro risultati avranno comunque conseguenze. Queste alcune anticipazioni dall’editoriale di Panebianco.

http://www.corriere.it/editoriali/14_marzo_31/i-demolitori-ordine-sparso-8ef5e638-b891-11e3-917e-4c908e083af6.shtml

 

EUNEWS

Il presidente cinese a Bruxelles strappa impegno Ue a considerare accordo di libero scambio

31 Marzo 2014

Grande interesse ad aprire un accordo di libero scambio con l’UE: questo il tema principale dell’incontro tra il presidente cinese Xi Jinping, in visita a Bruxelles, e i più alti rappresentanti dell’Unione. Tale accordo dovrebbe comprendere regole per la protezione degli investimenti e l’accesso ai rispettivi mercati. Ma altri argomenti sono stati trattati in questa occasione: l’importanza della protezione dei diritti umani, la risoluzione di dispute internazionali e regionali attraverso soluzioni pacifiche e la lotta al cambiamento climatico.

http://www.eunews.it/2014/03/31/il-presidente-cinese-a-bruxelles-strappa-impegno-ue-a-considerare-accordo-di-libero-scambio/13882